CONFERENZA STAMPA DI MISTER NESTA POST FROSINONE-SALERNITANA

 In Banner Post, Banner Slider, Prima squadra

FROSINONE – Brillante dall’alto del secondo posto. Ma con i piedi ben piantati a terra. Quello che d’altronde mister Nesta chiede alla squadra.

Mister buonasera, viste le tre gare ravvicinate ha sorpreso che non abbia effettuato cambi

“Oggi non ho fatto cambi, cosa inusuale. Ma ho visto che la squadra teneva bene il campo. Ed ho pensato ad oggi. Alla prossima ci penserò da domani. I cambi che avevo erano molti offensivi ma se muovevo qualcosa forse avrei rovinato la partita, per cui ho preferito non toccare nulla”.

Una sensazione: oggi la giornata è stata favorevole al Frosinone. Cosa prova dopo un successo così importante come quello di oggi?

“La settimana è stata favorevole tranne che per la vittoria del Crotone. Per cui le sensazioni sono buonissime. Sesta vittoria senza prendere gol ma non  abbiamo il tempo di festeggiare o di pensare di aver fatto qualcosa. Resta però un fatto: stiamo facendo molto bene”.

Il Livorno ha vinto in trasferta…

“Noi abbiamo vinto sei partite di fila, la televisione anche loro ce l’hanno”.

Primo tempo: grande densità della Salernitana in mezzo al campo e aggressività sui nostri portatori. Sono situazioni che si aspettava?

“Noi siamo partiti male perché abbiamo aspettato. Avevamo preparato delle cose per farli entrare da un lato per poi andarli a chiudere, se avessimo lasciato ancora il palleggio a loro ci avrebbero potuto mettere in difficoltà. Ma a metà primo tempo siamo andati benissimo, loro calciavano solo palle lunghe sulle quali sono forti e poi siamo cresciuti anche nel possesso. La crescita di Maiello ha fatto la differenza”.

Secondo tempo: inizio con grande furore agonistico. C’era la volontà di tutti di andarsi a prendere questa partita.

“In questo momento tutti vedono l’obiettivo. Tutti abbiamo qualcosa in più da dare. I ragazzi sono eccezionali, stanno facendo di tutto per centrare  l’obiettivo. E la squadra ha capito la forza che abbiamo. All’inizio magari non eravamo focalizzati bene ma ora siamo davvero tosti”.

Martedi a Livorno…

“Credo che sia fondamentale tenere l’equilibrio. Noi le partite le vinciamo sudando sempre. Quindi, mai abbassare la tensione, dobbiamo ruspare sul campo. Il messaggio fondamentale è questo”.

Alla vigilia della gara di questa sera Ventura aveva detto che per la prima volta si sarebbe trovato davanti una squadra che sapeva come avrebbe giocato. Questo non gli ha permesso di vincere la partita. Questo significa che il Frosinone ha raggiunto un tale livello il suo modo di giocare che mette sempre in difficoltà gli avversari?

“Magari fosse così. Io credo che noi allenatori dobbiamo mettere i giocatori nelle condizioni migliori e poi loro fanno la differenza. Chi dice che l’allenatore inventa tutto, sbaglia. La differenza la fa la testa dei giocatori. Il tecnico deve essere bravo a mentalizzarli sull’obiettivo. Loro vanno in campo”.

C’è consapevolezza che il Frosinone è capace anche a soffrire? Il gol è arrivato nel momento in cui la Salernitana stava spingendo.

“Io dico sempre che le partite vanno secondo momenti. Squadre che tengono là l’avversario per tutta la gara non ci sono. E allora devi saper accettare, soffrire e controbattere al momento giusto. Mi è successo anche da calciatore, andavi in Inghilterra e serviva il casco nei primi 20’. Poi la partita cambiava. Se succede a noi va benissimo, l’accettiamo”.

Un giudizio su due episodi: sul gol la Salernitana protesta per un tocco di mano e qualche minuto dopo è stato il Frosinone a protestare.

“Non li ho visti”.

Parlava di valori che alla fine escono fuori. Come avrebbe esordito se fosse arrivato il gol di Migliorini alla fine?

“Ci sarebbe stato rammarico ma stasera il Frosinone ha meritato di vincere. La Salernitana è una squadra molto forte”.

 

Articoli Recenti