FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

CHIESA AL CENTRO DEL PROGETTO-FIORENTINA, TRA I PALI LA ‘STELLA’ LAFONT E’ UN EX ATTACCANTE

Allo stadio “Benito Stirpe” venerdi sera arriva la Fiorentina di Stefano Pioli.

Nella storia dei due club sono due i testa a testa tra i canarini e i gigliati risalenti alla stagione di serie A 2015/2016. In occasione della partita d’andata, all’Artemio Franchi, la squadra toscana si impose 4-1 grazie ai gol di Rebic, Rodriguez, Babacar e Suarez, per i ciociari in gol capitan Frara. Tra il primo e secondo tempo l’allora tecnico viole Paulo Sousa, fece entrare il terzo portiere Lezzerini. Nel match di ritorno giocato al Matusa la partita terminò sullo 0-0 e i giallazzurri uscirono dal campo con il rimpianto di aver lasciato due punti.

Quanto al campionato attuale la Viola in queste prime 11 giornate di campionato ha raccolto 16 punti (4 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte). E l’ultima vittoria risale al 30 settembre con il 2-0 casalingo rifilato all’Atalanta. La Fiorentina ha una media di 1.5 gol a partita, 17 reti realizzate, con 120 tiri totali effettuati (64 nello specchio della porta e 56 fuori) con un solo legno colpito. Dal punto di vista difensivo è una delle squadre che ha subito meno gol in tutta la serie A, appena 9, dietro solo a Juventus e Inter e ciò evidenzia una grande solidità difensiva visto e considerato che mediamente concede 13 tiri a partita.

Il modulo adottato da mister Pioli dovrebbe essere il classico 4-3-3, con Lafont tra i pali, esordiente in serie A: il classe ‘99 ha totalizzato 9 presenze e 766 minuti giocati. Oltralpe è soprannominato il ‘Donnarumma di Francia’.  E pensare che fino a 5 anni fa giocava da attaccante. Poi la metamorfosi quando sostituì il portiere titolare e parò due rigori. Eccolo in maglia viola dopo 100 partite tra i prof. Difesa a 4 con Milenkovic sulla fascia destra, Biraghi sulla sinistra e i due centrali, Pezzella con Vitor Hugo, due calciatori fisici e molto abili nel gioco aereo. A centrocampo confermati Benassi e Veretout. Il francese dopo la buona stagione disputata lo scorso anno si sta ripetendo. Dubbio invece l’impiego di Gerson che, seppur favorito, è in ballottaggio con il classe ’96 Edmilson Fernandes. Ancora da definire la composizione del tridente d’attacco perché Simeone potrebbe rifiatare e lasciar spazio a Mirallas anche se quest’ultimo non ha proprio brillato contro la Roma. Pjaca, dopo due panchine consecutive, cerca posto nell’11 titolare ma è insidiato dalla presenza di Eysseric. A completare il reparto offensivo ci sarà Federico Chiesa, per lui 11 match disputati e 2 gol messi a segno. Statisticamente la Fiorentina ad oggi ha una media di possesso palla del 48,8% infatti ha totalizzato circa 4.371 passaggi, 323 passaggi lunghi completati, 382 passaggi lunghi sbagliati, 3.106 passaggi corti completati e 560 sbagliati. Infine i viola hanno tentato il dribbling 159 volte, 90 falliti e 69 andati  a  buon fine con una media di 6.3 a partita.

Ufficio Stampa

Frosinone Calcio

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati