FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

COPPA ITALIA, FROSINONE – SUDTIROL 0-2

Frosinone-Sudtirol 0-2
FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Terranova; Ghiglione, Chibsah, Maiello, Hallfredsson (22’ st Sammarco), Molinaro; Dionisi, Perica
A disposizione: Bardi, Iacobucci, Ariaudo, Krajnc, Beghetto, Besea, Crisetig, Ciano, Matarese, Errico
Allenatore: Longo
SUDTIROL (3-5-2): Offredi, Ierardi, Casale, Vinetot; Oneto, Fink, Berardocco, Morosini, Fabbri; Mazzocchi (17’ st Turchetta), Costantino
A disposizione: Ravaglia, Gentile, Della Giovanna, Tait, De Rose, Antezza, Zanon, Boccalari
Allenatore: P. Zanetti
Arbitro: Maresca di Napoli
Guardalinee: Posado e Prenna
Quarto uomo: Massimi
Marcatori: 40’ pt Costantino (S), 43’ st Turchetta (S)
Ammoniti: Morosini (S), Ghiglione (F), Maiello (F), Ierardi (S), Terranova (F)
Note: gara a porte chiuse. Recupero 2’ pt e 3’ st

BENEVENTO – Il Frosinone si ferma all’ingresso della Coppa Italia. Fatale ancora l’incrocio con il Sudtirol che vince 2-0 sul neutro a porte chiuse di Benevento. A parziale scusante dei giallazzurri la preparazione pesante nelle gambe e il cantiere aperto. Di contro, la maggiore brillantezza degli avversari. Ci sarà molto da lavorare.
GLI SCHIERAMENTI – Per il primo impegno ufficiale della stagione Longo per otto-undicesimi opta per la stessa formazione che ha giocato il 9 agosto scorso contro il Betis Siviglia. Le uniche varianti sono costituite da Salamon al posto di Ariaudo al centro della difesa, Ghiglione al posto di Matteo Ciofani sulla corsia di destra e Chibsah in luogo di Sammarco nella posizione di mezz’ala destra. Quindi davanti a Sportiello, Goldaniga e Terranova sono i centrali rispettivamente di destra e sinistra, l’ex spallino al centro del pacchetto arretrato. In mezzo al campo il metronomo è Maiello, Hallfredsson e Chibsah gli interni, Molinaro cursore sulla fascia mancina e l’ex vercellese omologo a destra. In attacco la coppia Dionisi-Perica. Assetto consolidato il 3-5-2.
Sul fronte altoatesino il tecnico Paolo Zanetti presenta pressoché a specchio, con un 3-4-1-2 con l’ex Albinoleffe, Offredi, tra i pali. Davanti a lui Ierardi, Casale e Vinetot (ex Lecce, giocò la finale playoff 2013-’14). In mezzo al campo gli esterni sono Oneto e Fabbri, De Rose e Morosini sono i centrali. Alle spalle dell’unica punta Costantino ci sono Turchetta e Fink.
PRIMO TEMPO – L’avvio di gara risente di due fattori: temperatura bollente e assenza di pubblico. Al 6′ subito si fa pericoloso il Frosinone: Maiello serve alla perfezione in area Perica, aggancio dell’ex udinese e cross da posizione defilata per Dionisi che però non trova l’impatto con la sfera da posizione interessante. La risposta del Sudtirol arriva al 22′ con Fink che trova Costantino libero in area, sinistro in corsa e palla a lato di poco. Al 24′, invece, ancora Chibsah per i giallazzurri si libera bene in area e a tu per tu con Offredi sbaglia calciandogli addosso. La partita ristagna senza azioni degne di nota. Al 40′ arriva come una doccia gelata il gol ospite: Berardocco salta Maiello al limite dell’area, sul successivo cross Molinaro serve di testa involontariamente Costantino che, solo in area, batte Sportiello con un destro a fin di palo. Nel finale di primo tempo Ghiglione trova Dionisi, palleggio e tiro al volo e palla fuori. Da qui in poi non succede più nulla e la prima frazione termina sul risultato di 0-1.
SECONDO TEMPO – La ripresa inizia nel segno del Sudtirol che al minuto 7′ va vicino al gol del 2-0. Ancora una volta pericoloso l’asse Fink-Costantino, assist del primo che scavalca con un pallonetto Terranova e  destro in corsa del numero 9 della formazione altoatesina con la palla che termina alta sopra la traversa. Longo prova a scuotere i suoi e al 12′ cambia Dionisi con Ciano. Il numero 28 ci mette poco ad entrare in partita. Un minuto dopo il suo ingresso, infatti, ci prova da calcio piazzato, palla che sfiora l’incrocio dei pali della porta difesa da Offredi. Il secondo cambio in casa giallazzurra vede l’avvicendamento tra Hallfredsson e Sammarco. Al 29′ altra punizione di Ciano, la sua traiettoria trova, però, la deviazione in angolo della barriera. Ultimo cambio nelle file giallazzurre con Longo che prova il tutto per tutto. Dentro Matarese e fuori Chibsah. Al 42′ occasione d’oro per il Frosinone con Ghiglione che trova un traversone perfetto. Stacco imperioso di Ciano e miracolo di Offredi. Sul ribaltamento dell’azione gli ospiti chiudono il match. Morosini serve Turchetta che rientra e calcia di destro. Sportiello non trattiene, 0-2.  Tre minuti di recupero, non succede più nulla. Suditirol bestia nera del Frosinone, canarini parecchio da rivedere.

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati