FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

DALLA C2 ALLA SERIE A, TRA BARONI E ALLEGRI SFIDA SENZA MEZZE MISURE. E AL ‘VIAREGGIO 2012’ QUANTI INCROCI!

Marco Baroni gioca contro il suo passato, Massimiliano Allegri contro un… suo tabù. Toscani entrambi: Baroni di Firenze, Allegri di Livorno. Andiamo per gradi. Stasera sarà il terzo confronto tecnico ufficiale tra i due allenatori: nella doppia sfida della serie C-2 2003/04 (Calcio & Social Comunication), l’Aglianese di Allegri e la Carrarese di Baroni ottennero un successo interno per parte. L’Aglianese si impose 1-0 in data 14 marzo 2004, con gol decisivo di Luca Zattini, la Carrarese vinse il match di andata 2-1 il 26 ottobre 2003, con i gol di Marco Nappi e Marco Turati, con provvisorio pareggio di Gianluca Sordo. Storia.

I PRECEDENTI DEI TECNICI – Tra Allegri e il Frosinone bilancio in perfetto equilibrio ma quanto al tabù, in casa contro il Frosinone non ha mai vinto. Max trova il Frosinone – come allenatore – per la settima volta in carriera in partite ufficiali, e finora il bilancio di 2 vittorie dell’attuale tecnico della Juventus (entrambe in terra ciociara, per 2-0), 2 pareggi (entrambe in casa di Allegri, di cui uno storico allo Stadium per i canarini sempre di venerdi sera) e 2 successi ciociari (entrambi in casa e per 1-0). La vittoria più importante contro Allegri per il Frosinone è quella della finale playoff per la serie B, nel giugno 2006. Il gol di Marco Martini decise quella partita. Marco Baroni invece affronta per la prima volta, da allenatore, la Juventus in partite ufficiali. Baroni ha allenato dal 2011-12 al 2012-13 la Primavera della società bianconera, conquistando il torneo di Viareggio 2012 e la coppa Italia di categoria nel 2012/13. A proposito del ‘Viareggio’, la Juve di Baroni si impose in finale sulla Roma 2-1. Spinazzola – che stasera Baroni ritroverà da avversario – venne incoronato con l’ambito Golden-Boy. Che il bianconero vinse superando il ballottaggio dell’attuale giallazzurro Viviani. E in quella squadra c’era anche Chibsah. Baroni vinse poi la Coppa Italia la stagione successiva in finale col Napoli.

I PRECEDENTI TRA LE DUE SQUADRE – Sei vittorie bianconere, un pari storico alla 5.a di campionato nella stagione 2015-’16. La prima volta nella stagione 2006-’07 a Torino (1-0) per la Juve. L’ultima nella gara di andata quando il Frosinone giocò una gara di attenzione capitolando nel finale sulla rete di Ronaldo per un soffio in posizione regolare, gara poi terminata 2-0.

PILLOLE DI CURIOSITA’ – La Juventus non perde una gara di serie A dal 22 aprile scorso, quando il Napoli espugnò 1-0 Torino con la rete di Koulibaly. Poi 27 gare utili consecutive con 23 vittorie e 4 pareggi, tra vecchia e nuova stagione. In casa la Juventus segna da 17 gare ufficiali di fila, per un totale di 35 gol segnati, con ultimo stop nella succitata gara contro i partenopei.

Juventus in testa ad alcune classifiche di rendimento della serie A 2018/19: è la squadra che ha beneficiato di più autogol (3) ricevuti in 23 giornate (autori Bani del ChievoVerona, Bradaric del Cagliari e Djimsiti dell’Atalanta), alla pari di Milan e Sassuolo. Quella di Allegri è anche la formazione che ha guadagnato più punti nelle riprese rispetto ai risultati del 45’, +17. Il Frosinone è una delle 5 squadre della serie A che ha subito il minor numero di rigori dopo 23 turni, appena 1. Come Napoli, Milan, Sassuolo e ChievoVerona. Squadre sono divise da 47 punti in classifica, i bianconeri sono ancora imbattuti e affrontano una delle 3 squadre della A 2018/19 che ha perso più volte (13, come Empoli e ChievoVerona), di fronte anche il secondo attacco più forte del torneo (49 reti segnati dai bianconeri) e quello più anemico (appena 17 gol segnati dai canarini). Il Frosinone però ha costruito la propria classifica sulle gare esterne (3 vittorie e 2 pareggi).  Frosinone che ha stabilito anche un piccolo record: mai prima d’ora 2 successi esterni senza subire reti.

FROSINONE NON E’ ANCORA LA REPUBBLICA DEL GOL – Il Frosinone, accanto a Spal, Cagliari ed Udinese è una delle 4 squadre della serie A 2018/19 che segna con meno giocatori dopo 23 turni: appena 7 per ciascuna compagine, in specifico quelli giallazzurri sono stati, in ordine alfabetico: Cassata, Chibsah, Ciano, Ciofani, Ghiglione, Goldaniga e Pinamonti.

GLI EX – Tra i canarini ci sono Ariaudo (nel 2007/08 col settore giovanile; dal luglio 2008 al gennaio 2010  con 6 presenze senza reti in gare ufficiali); Cassata (dal gennaio 2015 all’agosto 2016 nel settore giovanile); Chibsah (dall’agosto 2011 all’agosto 2012 nel settore giovanile) e il tecnico Baroni (dal 2011/12 al 2012/13 – settore giovanile)

L’ARBITRO – Il sassarese Antonio Giua, classe ’88, ha esordito in A il 24 febbraio del 2018 in Bologna-Genoa 2-0. Per lui nessun precedente con la Juve e due con il Frosinone, entrambi risalenti alla scorsa stagione: Frosinone-Ternana 4-2 e Frosinone-Carpi 1-0 serie B 2017/18.

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2019

Share Now

Articoli correlati