FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

DIONISI, TUTTO IN UNA NOTTE: SOGNA L’ESORDIO DAL 1′, GOL PESANTE E LA PRIMA VOLTA CONTRO L’INTER

Questa sera è la seconda volta della storia di Inter e Frosinone che i neroazzurri scendono all’ombra del campanile. La prima volta coincise con la vittoria dei neroazzurri con gol di Icardi, tre legni giallazzurri e strepitosa performance di Handanovic. Stasera il portiere sarà ancora là a guardia dei pali della porta neroazzurra, Icardi se la batte con Lautaro per una maglia da titolare. E Frosinone-Inter è la partita clou dei giallazzurri: per alimentare il sogno – dopo i risultati a sorpresa del Napoli ad Empoli nel turno precedente e quello della Spal nell’anticipo di ieri con la Juve – serve solo la vittoria.

FROSINONE ABBATTE UN ALTRO TABU’ – Mai nella storia della sua giovane militanza in Serie A il Frosinone aveva vinto due partite di fila: ci è riuscito contro Parma (3-2 allo Stirpe) ed a Firenze (1-0). Si dice che ‘non c’è due senza tre…’. Incrociamo le dita. In precedenza i giallazzurri avevano cancellato lo scomodo zero nella casella delle partite vinte in casa.

PIU’ CHE CROTONE, MODELLO SASSUOLO – Esiste un solo caso di una squadra penultima a 7 turni dalla fine della serie A, da quando questa è tornata a 20 squadre, che è riuscita a salvarsi “mangiando” addirittura 10 punti su 21 disponibili alla diretta concorrente. Il richiamo è alla stagione 2013/14 quando il Sassuolo, penultimo con 21 punti dopo 31 partite, fece 13 punti nelle 7 gare finali sopravanzando il Bologna, che finì in B e che era a quota 26 e chiuse ad appena 29 punti. In pratica in 7 partite i neroverdi mangiarono 10 punti ai corregionali, i 5 che distavano e i 5 di vantaggio con cui chiusero il campionato (Calcio & Social Comunication, ndr).

LE DIFESE – Nei primi 3 posti della classifica stazionano le migliori difese del campionato: 20 gol subiti la Juventus, 25 l’ Inter, 27 il Napoli; negli ultimi 3 le più battute, con Frosinone a quota 56 reti subite, Empoli con 59 e ChievoVerona con 64.

PILLOLE DI CURIOSITA’ – L’Inter, assieme al Napoli, è la squadra che segna di più nei 15’ finali di gara: 16 le reti nerazzurre (e partenopee) dal 76’ al 90’ inclusi recuperi. Da 258’ Handanovic non subisce gol in campionato: ultima rete subita firmata Milinkovic Savic al 12’ di Inter-Lazio 0-1 dello scorso. Spalletti unico allenatore di A che fa sempre i 3 cambi per partita, 93 su 93 dopo 31 giornate. Nelle fila dei nerazzurri milita il calciatore pluri-sostituito del torneo, Matteo Politano, con 17 uscite anzitempo.

I PRECEDENTI DEI TECNICI – Secondo confronto tecnico ufficiale tra i due allenatori, Marco Baroni e Luciano Spalletti: nel precedente dell’anno scorso in serie A, il coach nerazzurro ha vinto a Benevento sui giallorossi di Baroni per 2-1. Luciano Spalletti sfida per la terza volta in partite ufficiali, da allenatore, il Frosinone: ha sempre vinto il mister nerazzurro, in casa.

LA DOPPIA VESTE DI PINAMONTI – Cinque gol   con la maglia del Frosinone ma di proprietà dell’Inter. Andrea Pinamonti all’andata non ebbe grandi spazi. Forse l’emozione, sicuramente la marcatura arcigna dell’amico Skriniar. Stasera spera di esserci.

DIONISI PURE SPERA NELLA PRIMA VOLTA… – L’attaccante del Frosinone non era in campo quel 22 novembre 2015 (esattamente 3 anni fa), non c’era nella gara di ritorno e non c’era in questa stagione per i postumi dell’intervento al ginocchio. Stasera però scalpita, vuole tutto e subito: la prima volta con l’Inter, la prima volta dal 1’ e sogna il primo gol stagionale pesante.

CHI C’ERA QUELLA SERA AL ‘MEAZZA’ – Sul fronte giallazzurro appena 4 reduci della prima stagione di A: Gori, Daniel Ciofani, Sammarco, Bardi e Chibsah. Più corposa la lista dei neroazzurri: Handanovic, Berni, Ranocchia, Perisic, Icardi, D’Ambrosio oltre all’infortunato Brozovic.

GLI EX – Sono solo sulla sponda giallazzurra: il portiere Bardi (dal gennaio all’agosto 2011-nessuna presenza in gare ufficiali) e l’attaccante Pinamonti (dal luglio 2015 all’agosto 2018-5 presenze senza reti in gare ufficiali).

L’ARBITRO Il direttore di gara Davide Massa di Imperia ha esordito in serie A il 23/01/2011 in Fiorentina-Lecce 1-1. Ha diretto 4 partite del Frosinone che con l’arbitro ligure non ha mai vinto, ha pareggiato 1 volta ed ha perso nelle altre tre occasioni. Più numerosi invece i precedenti con l’Inter: sono 15. Con 9 vittorie, 2 pari e 4 ko.

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2019

Share Now

Articoli correlati