FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

DOMINATO IL LECCE IN TRASFERTA, POKER (4-1) DELL’UNDER 17 CHE SI CONFERMA ‘REGINETTA’

LECCE: Cariddi, Colella (dal 27’ st Senè), Radicchio, Sibilla (dal 27’ st Marinò), De Lorenzis, Medico, Vizzino (dal 35’ st Grande), Stella (dal 1’ st Cassano), Dacosta, Taveri (dal 15’ st Lamacchia), Mancarella.
A disposizione: Minerba, Linciano, Odone, Galeandro.
Allenatore: Maragliulo.
FROSINONE: Renzi, Perlingieri, Nigro (dal 43’ st Macrì), Santarpia, Giordani, Mattei, Morelli (dal 37’ st Rimedio), Santi, Rodio (dal 30’ st Ricci), Luciani (dal 43’ st Di Bono), Coccia.
A disposizione: Salvati, Bertollini, Gabriele, Marconi.
Allenatore: Marsella.
Arbitro: Vogliacco sezione di Bari.
Marcatori: 22’ pt Autogol Medico (Frosinone), 26’ pt Santarpia (Frosinone), 4’ st Luciani (Frosinone), 8’ st Dacosta (Lecce), 34’ st Ricci (Frosinone).
Note: ammoniti: 19’ st Medico (Lecce); recupero: 1’ pt e 4’ st.

CAVALLINO – Vittoria in Salento, sorpasso in classifica ai danni dell’Ascoli e 2 punti di distacco dal 3° posto. Tre punti importantissimi quelli conquistati sul campo del Lecce, 1-4 il risultato finale. Il Frosinone comincia la gara nel migliore dei modi andando vicino al gol del vantaggio: Perlingieri crossa d’esterno, Cariddi va sul pallone ma la presa è lenta e la sfera sfugge colpendo la traversa. Rodio, ben appostato, per poco non riesce a deviarla a porta vuota. Al minuto 15’ il Frosinone segna il gol dello 0-1 grazie ad un autogol di Medico che, su un tiro di Perlingieri, prova ad intervenire ma insacca nella sua porta. Passano solo 4 minuti e i giallazzurri raddoppiano. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, in area di rigore del Lecce, si crea una mischia con una serie di batti e ribatti, la sfera finisce sui piedi di Morelli che inventa per Santarpia, controllo e splendido tiro in diagonale che batte Cariddi sul secondo palo. La ripresa riprende con il tris dei canarini. Al 4’ minuto Santi recupera un pallone importantissimo sulla trequarti offensiva, serve Luciani, il numero 10 si accentra e calcia battendo ancora una volta il numero 1 dei Salentini. Qualche minuto dopo Morelli fallisce il gol del 4-0 e la dura legge del calcio si abbatte sugli ospiti: gol fallito, gol subito. Percussione di Vizzino, palla a Cassano che serve Dacosta, dimenticato totalmente dai difensori canarini. Il numero 9 in pochi secondi controlla e con un delizioso pallonetto beffa Renzi in uscita. Il gol del definitivo 1-4 arriva alla mezz’ora di gioco della ripresa: Santi riceve palla da Morelli e va in percussione, palla per Ricci, controllo a rientrare e tiro a giro che si insacca nel sette alla sinistra di Cariddi. Pochi istanti prima del triplice fischio dell’arbitro il Frosinone fallisce l’1-5. Ricci, perfettamente servito in profondità da Luciani, calcia da 18 metri ma la sfera colpisce la traversa favorendo l’intervento del portiere del Lecce.

Ufficio Stampa

Frosinone Calcio

 

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2019

Share Now

Articoli correlati