FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

ESPERIENZA UNICA PER SEI RAGAZZI CANADESI DELLA INTERNATIONAL FC

Nel processo di internazionalizzazione del brand del Frosinone Calcio, le academy all’estero occupano un ruolo importante e questo si era notato già durante il periodo estivo della prima squadra in terra canadese. Proprio in quelle settimane di luglio il Frosinone Calcio aveva inviato un tecnico dell’Accademia a seguire gli allenamenti dell’affiliata International FC di Vaughan e l’esperienza aveva riscosso un gran successo. In questo periodo il rapporto ha continuato a basarsi su scambi di opinioni a livello tecnico e grande collaborazione fino ai primi giorni del nuovo anno quando 6 ragazzi della scuola calcio canadesi sono arrivati a Frosinone per continuare l’esperienza iniziata questa estate.

I fortunati selezionati dal Responsabile Tecnico dell’Accademia Alessio Mizzoni, stanno svolgendo in questi giorni degli allenamenti presso i centri sportivi di Ripi e Ferentino accrescendo il loro bagaglio tecnico sportivo sotto l’occhio vigile dello staff della scuola calcio giallazzurra. “I ragazzi si sono integrati bene – ha commentato mister Mizzoni – sono arrivati in Italia il 2 gennaio e il 3 già eravamo in campo ad effettuare i primi allenamenti. Nel corso della mattinata svolgono esercitazioni di perfezionamento tecnico individuale mentre nel pomeriggio vengono inseriti nei gruppi squadra del Frosinone Calcio in base alla loro età.”

Un’esperienza formativa non solo sotto l’aspetto ludico sportivo ma anche culturale. I 6 ragazzi infatti nonostante siano stati accompagnati in Italia dai loro genitori vivono l’esperienza giallazzurra a 360°, alloggiano presso il convitto dell’Abbazia di Casamari insieme ai loro coetanei italiani, trascorrono insieme il loro tempo libero e sia allenano con le giovanili del Frosinone creando continue occasioni di contatto e opportunità di crescita. “Non capita tutti i giorni di poter giocare e confrontarsi con ragazzi stranieri che vivono il calcio in maniera diversa rispetto alla nostra.” ha aggiunto mister Mizzoni. “nel primo allenamento, appena arrivati al campo, ci sono stati attimi di timidezza ed imbarazzo, ma non appena il pallone ha cominciato a rotolare il linguaggio universale del calcio ha preso il sopravvento ed ora tutti i ragazzi stanno vivendo un’esperienza altamente formativa che siamo sicuri porterà dei frutti in futuro.”

L’intento era quello di far vivere, a dei nostri affiliati, il mondo giallazzurro in toto. I ragazzi stanno assaporando una cultura diversa e soprattutto in questo periodo di feste, stanno respirando l’aria di tradizioni diverse. Gli stessi continueranno a vivere a contatto con il Frosinone fino al 9 gennaio per poi tornare in Canada con la speranza di avergli trasmesso dei valori ed arricchito il loro bagaglio tecnico.

Jacopo Gismondi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2019

Share Now

Articoli correlati