FINAL EIGHT UNDER 16: FROSINONE SCONFITTO (1-2) NEL RECUPERO, AVANZA L’EMPOLI

 In Breaking News, MAGAZINE - SETTORE GIOVANILE, News, Settore Giovanile

FROSINONE (4-3-1-2): Vilardi; Potenziani, Maestrelli (26’ st Di Leo), Bragaglia, Pacetti; Mattarelli, Schiavella (26’ st Jirillo), Battisti; D’Agostino (14’ st De Iulis); Piacentini, Di Palma.

A disposizione: Vernacchio, Campolo, Lombardo, Di Monaco, D’Orsaneo.

Allenatore: Di Michele.

EMPOLI (4-3-3): Biagini, Rocchetti, Rizza, Degli Innocenti, Gaffi, Sottili, Rossi, Pazzini, Cassai, Baldanzi, Belluomini (11’ st Fiumalbi).

A disposizione: Falsettini, Curuli, Inguscio, Morelli, Natale, Ricci, Tognetti.

Allenatore: Buscè.

Arbitro: sig. Arena di Torre del Greco (Napoli); assistenti Tasciotti di Latina e Brizzi di Aprilia.

Marcatore: 17’ pt Cassai, 34’ st Rocchetti (autogol), 42’ st Fiumalbi.

Note: spettatori: 250 circa; angoli: 7-6 per l’Empoli; ammoniti: 38’ st Sottili, 12’ st Maestrelli; recuperi:

FERENTINO – Un Frosinone e due facce esce a testa alta dalle finali nazionali della categoria Under 16. Passa l’Empoli, grazie al 2-1 maturato nel finale di una gara che ha visto gli azzurri dominatori della prima frazione dio gioco, i canarini ottimi nella ripresa fino a quella fatidico flash a 3’ fdal 90’. L’Empoli ora troverà la vincente tra Napoli e Sampdoria.

IN CAMPO – Frosinone-Empoli è anche la sfida in panchina  di due ex protagonisti del calcio di serie A: da una parte il giallazzurro Di Michele – passato importante tra Udinese, Palermo, Torino, Chievo, West Ham, Pescara, Foggia, Lecce, Reggina in ordine strettamente sparso – dall’altro l’azzurro Buscè, bandiera della società toscana.

Di Michele si affida al 4-3-1-2 per questa vetrina di fronte al pubblico amico. Tra i pali Vilardi, difesa a quattro con Maestrelli e Bracaglia centrali, Potenziani e Pacetti rispettivamente sulla corsia di destra e di sinistra. Regista basso nel rombo di centrocampo è Schiavella, D’Agostino a ridosso delle punte Piacentini e Di Palma, Mattarelli e Battisti sono gli stantuffi intermedi.

Sul fronte azzurro il tecnico Buscè si presenta con Biagini tra i pali, Sottili e Gaffi sono i centrali, Rocchetti e Rizza i terzini. I n mezzo al campo Degli Innocenti è il metronomo, Rossi e Pazzini gli intermedi. In attacco il tridente composto da Belluomini, Baldanzi e Cassai.

A VISO APERTO MA EMPOLI AVANTI – Subito partita vera, al 3’ parte con una bella profondità Baldanzi ma la difesa giallazzurra mura al limite. Controbatte la squadra di Di Michele che si catapulta in massa nell’area azzurra ma l’Empoli si salva sul tentativo di botta da fuori di Schiavella che svirgola la palla. Buona l’intenzione in ogni caso. L’Empoli ci prova con Baldanzi, la difesa del Frosinone fa buona guardia sul primo tentativo di percussione dell’attaccante azzurro e poi sul giropalla seguente al calcio d’angolo. Il Frosinone gioca di rimessa e al 10’ il tandem Piacentini-Di Palma crea qualche problema alla coppia di centrali azzurri, bravi a non perdere le distanze ed a rintuzzare l’affondo giallazzurro. Empoli più manovriero, Frosinone compatto e attendista. Partita correttissima in questo scorcio iniziale. Ma dall’ennesimo angolo, il quarto per la precisione per la squadra ospite, arriva il vantaggio al minuto 17: palla tagliata nel mezzo dell’area piccola dettata dal solito Rossi, si catapulta dentro Cassai che infila con un tap-in facile sotto la traversa. I ragazzi di Di Michele sentono la scudisciata sulla pelle, qualche errore di troppo in appoggio condiziona questa fase della gara con l’Empoli che continua a dettare lo spartito.

VILARDI-MIRACOLO TIENE IL FRIOSINONE IN PARTITA – Nel Frosinone, per produrre pericoli, deve salire la qualità delle giocate di D’Agostino ma anche il movimento di Mattarelli e Battisti a sostegno delle due punte troppo avulse dalla manovra e comunque con scarsi rifornimenti. E la spinta dei terzini, letteralmente bloccati sul nascere di qualsiasi idea. Al 24’ ci vuole invece un grande intervento di Vilardi a negare il raddoppio a Rossi, troppo libero di controllare la palla, guardare la porta e cercare il gol ad effetto. Il Frosinone resta in partita ma la maggiore mole di gioco dei toscani è certificata da sei angoli a zero al 27’. Ci prova D’Agostino al 31’ ma la difesa empolese è schierata e la palla termina fuori. La risposta degli ospiti è nei piedi di Pazzini che si muove sul centrodestra senza opposizione, si accentra e tira ma Vilardi di distende bene e respinge, l’assistente poi sventola offside sul tentativo di Baldanzi comunque addosso al portiere canarino. La squadra di Di Michele non demorde e al 36’ ci vuole un tacco provvidenziale di Gaffi per chiudere la corsa verso la rete di Piacentini servito da Di Palma. Il finale di tempo è ben controllato dall’undici di Buscè, il Frosinone deve cercare di cucire gioco prima di provare ad impensierire la porta dell’inoperoso Biagini.

AVVIO DI RIPRESA GIALLAZZURRO – Il Frosinone riparte nella metà campo azzurra. Tanto impegno, senza se e senza ma per i ragazzi di Di Michele che vogliono rimettere in carreggiata un match ancora aperto. Ma lo spartito degli azzurri è sempre lo stesso: aggressione sulle fasce, qualità in mezzo, copertura massima. E nel frattempo il signor Ruben Arena di Torre del Greco dirige all’inglese, bipartisan. La partita si scalda un po’ ma in campo sale solo un po’ di normale agonismo, vista la posta in palio. Al 7’ della ripresa il primo angolo per il Frosinone, la difesa ospite si impappina ma il Frosinone non ne approfitta. Ma adesso la squadra di Di Michele spinge, tre angoli di fila e la partita adesso cambia chimica. In tribuna gran tifo per entrambe le squadre ma tutto nella più ampia normalità. Si alza il baricentro dei ragazzi in maglia bianca ma serve qualcosa in più per agguantare l’Empoli che però non arriva più prima sulle seconde palle e che denota anche un po’ di affanno. Al 13’ scatta il contropiede giallazzurro, Di Palma cerca un appoggio che non c’è e l’Empoli respira.

IL PALO SALVA IL FROSINONE, PAZZINI SVIRGOLA E IL FROSINONE PAREGGIA – Due cambi: Fiumalbi per Belluomini nell’Empoli, De Iulis per D’Agostino nel Frosinone. E’ l’Empoli al 18’ a rendersi pericoloso, il Frosinone salvato dal palo sul colpo di testa del neo entrato Fiumalbi sull’uscita di Vilardi. Torna a salire di tono la formazione ospite che ancora da azione d’angolo mette in difficoltà la difesa giallazzurra, Pazzini svirgola alto da ghiotta posizione. E’ ancora il numero otto azzurro a provare il colpo su punizione, tutto spostato sulla sinistra, Vilardi attento a deviare in tuffo. Di Michele prova il tutto per tutto: al 26’ dentro Jirillo e Di Leo per Schiavella e Maestrelli. Adesso il Frosinone ci mette tutto quello che ha dentro di residuo dopo una gara senza risparmio. E gioca anche meglio rispetto ad un primo tempo troppo timido. La squadra di Di Michele getta il cuore oltre l’ostacolo, angolo di Di Palma e Rocchetti sulla pressione di De Iulis infila alle spalle di Biagini. Uno a uno.

RIPARTENZA LETALE, EMPOLI AVANTI – Adesso è sfida al calor bianco. Al 38’ Baldanzi cerca una serpentina in aree e crolla a terra: andava ammonito, il direttore di gara sorvola. E’ un altro Frosinone, sempre più lontanissimo parente di quello del primo tempo. Ma nel momento di massimo sforzo del Frosinone, l’Empoli rimette la testa avanti: Gaffi rompe un duetto in attacco dei giallazzurri, palla lunga sulla quale si catapulta Fiumalbi sulla trequarti, 20 metri con tre giallazzurri attorno e botta di destro che infila nell’angolo opposto a quello di tiro Vilardi, preso in leggero controtempo. Il Frosinone non trova più le forze per risalire. Empoli avanti, Frosinone fuori a testa alta.

Giovanni Lanzi

 

Articoli Recenti