FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

FROSINONE CROLLA IN CASA COL SASSUOLO (0-2), FISCHI E CONTESTAZIONE

FROSINONE (3-4-2-1): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano (1’ st Cassata); Zampano, Chibsah (18’ st Pinamonti), Maiello, Beghetto; Campbell (18’ st Soddimo), Ciano; Ciofani.

A disposizione: Bardi, Ghiglione, Molinaro, Gori, Perica, Sammarco, Brighenti, Salamon, Krajnc.

Allenatore: Longo.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Marlon, Ferrari, Rogerio; Duncan, Locatelli, Sensi (30’ st Bourabia); Berardi, Babacar (35’ st Brignola), Di Francesco (43’ st Magnani).

A disposizione: Satalino, Pegolo, Magnanelli, Lemos, Matri, Peluso, Trotta, Dell’Orco.

Allenatore: De Zerbi.

Arbitro: sig. Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta (Ba); assistenti sigg. Stefano Alassio della sezione di Imperia e Mauro Vivenzi della sezione di Brescia; IV Uomo, sig. Ivano Pezzuto di Lecce; VAR sig. Fabrizio Pasqua di Tivoli (Roma); Assistente VAR sig. Valentino Fiorito di Salerno.

Marcatore: 43’ pt Ariaudo (aut), 13’ st Berardi.

Note: spettatori: 12.000 circa; angoli: 6-5 per il Frosinone; ammoniti: 23’ pt Chibsah, 34’ pt Rogerio, 2’ st Sensi, 12’ st Ciano, 48’ st Soddimo; recuperi: 1’ pt; 4’ st.

FROSINONE – Il campionato aspetta il Frosinone ma il Frosinone si defila e perde la partita (l’ennesima) da vincere. Il ‘Benito Stirpe’ rimane tabù per la squadra di Longo. Il Sassuolo da parte se la gioca senza grandi patemi, rischia qualcosa nella parte centrale del primo tempo e poi mette sotto ghiaccio la partita con l’autorete di Ariaudo nel finale dei primi 45’ e il raddoppio di Berardi al 13’ della ripresa. In classifica accorcia dal basso il Chievo ora a -4 dal  Frosinone, restano immutate le distanze dall’Udinese, in attesa del posticipo Bologna-Milan di martedi sera. Ma quella col gli emiliani è un’occasione gettate alle ortiche.

GLI SCHIERAMENTI – Giallazzurri in campo con le maglie celebrative dei 90 anni del Club.Nel ritorno al 3-4-2-1 del Frosinone si contano anche i rientri di Ciano e Ciofani dal 1’. Quindi formazione iniziale con Sportiello tra i pali, difesa da destra a sinistra con Goldaniga, Ariaudo e Capuano. Zampano e Beghetto sono gli esterni, Maiello e Chibsah in mediana, Ciano e Campbell alle spalle di Ciofani. In tribuna Vloet, Iacobucci e Crisetig.

De Zerbi presenta il Sassuolo con il 4-3-3. Tra i pali Consigli, difesa a quattro con Lirola e Rogerio sulle corsie rispettivamente di destra e sinistra, Marlon e Ferrari centrali. In mezzo al campo Locatelli è il regista basso, Sensi e Duncan gli intermedi. In attacco Babacar punta centrale con Berardi – dalla parte di Beghetto – e Di Francesco – che spinge dalla parte di Zampano – sono gli attaccanti esterni. Assenti tra i neroverdi Sernicola, Adjapong, Boateng, Boga, Raspadori e Odgaard.

TANTO SASSUOLO, CIOFANI SFIORA IL VANTAGGIO – Si inizia con lo sciopero del tifo nella Nord in segno di protesta contro il Daspo comminato a tre tifosi giallazzurri. Primo pericolo per il Frosinone al 3’: se ne va Di Francesco a sinistra, palla tagliata in area e Babacar arriva in ritardo. Al 6’ il Frosinone sfiora il vantaggio con una punizione di Ciano da destra per fallo di Di Francesco in copertura, palla telecomandata dell’attaccante campano che si spegne di poco al lato alla sinistra di Consigli. Pericolo dalle parti di Sportiello all’8’, Goldaniga e Ariaudo salvano in angolo su Babacar. Spinge il Frosinone che muove bene la palla da destra a sinistra ma stenta a trovare sbocchi in mezzo all’area. Al 13’ torna a cantare la Nord. La fase di studio si allunga, le due squadre prestano più attenzione ad evitare guai che ad offendere. Prova ad imbastire qualcosa il Sassuolo con Di Francesco, al 16’ palla dentro, colpo di testa di Babacar e palla alta. Sassuolo più deciso nelle ripartenze, Rogerio muove le pedine, Locatelli perde palla, si infila Duncan, palla alle stelle. Campbell è un po’ fumoso nell’area emiliana, in due tocchi il Sassuolo riparte, botta di Sensi e palla che esce non lontano dall’incrocio alla sinistra di Sportiello. Flash del Frosinone che al 23’ va vicino al vantaggio: Zampano si sciroppa la metà campo emiliana, cross al bacio per il colpo di testa di Ciofani, Consigli si distende a respinge a mezzo metro dalla base del palo alla sua sinistra. La partita va a folate, non decolla. Confusione sparsa in tutte le zolle di campo. La Nord spinge i giallazzurri.

Ma è il Sassuolo che ci prova, al 28’ da azione di calcio d’angolo, palla che esce al limite, botta di Berardi e rimpallo sul corpo di Maiello.

FROSINONE PIU’ DECISO, 1’ DI FUOCO E CONSIGLI SI SALVA POI LA BEFFA – Rialza il ritmo il Frosinone, al 32’ lavora un buon pallone Maiello a destra, chiama in causa Beghetto che crossa sul primo palo, Ferrari anticipa Ciofani in angolo. Tra il 34’ e il 35’ Frosinone vicino al vantaggio due volte: prima è Maiello che si infila in area a destra rubando il tempo ad un incerto Marlon, Consigli devia in angolo con un gran balzo; poi su azione da calcio d’angolo, Goldaniga non arriva di un soffio per chiudere con un tap-in a rete dopo la prima conclusione di Campbell. Si rifà sotto il Sassuolo al 41’, fallo di Beghetto su Berardi, punizione e parata comoda di Sportiello. Ribaltamento di fronte, Beghetto spara un tracciante, sponda di Campbell per Ciano che si sposta sul destro ma viene rimpallato al lomento del tiro da posizione centrale. Al 43’ Sassuolo in vantaggio: il Sassuolo manovra a destra, palla in area per Duncan che ruba il tempo a Capuano e cerca il cross basso, Ariaudo tocca la palla e la devie alle spalle di Sportiello. Nel minuto di recupero non accade nulla se non qualche fischio che scende sui canarini.

BERARDI CHIUDE I GIOCHI, FROSINONE ABDICA – Prima mossa di Longo al rientro in campo: dentro Cassata per Capuano, atteggiamento a specchio col Sassuolo. La partita si scalda: Sensi raggiunge Chibsah sul tabellino degli ammoniti. Punizione di Ciano al 4’, Goldaniga arriva di gran carriera dalla parte opposta, palla di poco fuori. Ma è sempre il Sassuolo a menare le danze nonostante le necessità di un Frosinone che all’8’ non sfrutta una ghiotta ripartenza sei contro tre vanificata dalla prima intenzione di Campbell, Di Francesco libera in scioltezza. Frosinone alle corde al 13’: Berardi senza marcatura si defila a destra, controllo a tiro che infila Sportiello alla sua destra. Piove la contestazione dei tifosi della Nord, completamente ammutolito il resto dello stadio. Berardi per la cronaca realizza il 50° gol in A, rete che tardava da 13 giornate. Mossa della disperazione nel Frosinone: dentro Soddimo per Campbell e Pinamonti per Chibsah al 18’. Si passa al 4-4-2 di facciata che a tutti gli effetti è un 4-2-4, con Soddimo e Ciano esterni, Pinamonti e Ciano avanti, Cassata e Maiello centrali. Ma è ancora il Sassuolo a sfiorare il gol con Ferrari che colpisce la traversa di testa sugli sviluppi di un angolo. Non c’è reazione tra i giallazzurri. Ci prova Zampano che trova uno spazio a destra ma non c’è la lucidità necessaria per dettare il passaggio. Cambio anche nel Sassuolo: fuori il moto perpetuo Sensi e dentro Bourabia alla mezz’ora. In campo è passerella del Sassuolo, il Frosinone è sparring partner non pagante. Nel buio più totale Pinamonti accende la scena a 9’ dal 90’, stop di petto poco oltre la metà campo e botta al volo, palla due metri alta. E’ ancora Pinamonti a cercare il gran gol, rasoiata da 25 metri, Consigli devia in angolo. Il finale è al cloroformio, i fischi con tantoi di contestazione per il Frosinone piovono tutti al triplice fischio finale.

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati