FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

FROSINONE FERMATO SUL PARI (1-1) DA CRAGNO, IL CAGLIARI SI PORTA UN PUNTO

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello (40’ st Ciano), Cassata (24’ st Crisetig), Beghetto; Campbell (24’ st Pinamonti), Ciofani.

A disposizione: Iacobucci, Ghiglione, Molinaro, Vloet, Soddimo, Perica, Brighenti, Salamon, Krajnc.

Allenatore: Longo.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Klavan, Padoin; Bradaric (16’ st Faragò), Ionita (36’ st Dessena), Barella; Joao Pedro; Sau (16’ st Farias), Pavoletti.

A disposizione: Rafael, Aresti, Pajac, Andreolli, Cigarini, Cerri, Farias, Pisacane, Faragò, Doratiotto, Romagna.

Allenatore: Maran.

Arbitro: sig. Marco Serra della sezione di Torino; assistenti sigg. Pasquale De Meo della sezione di Foggia e Gianluca Vuoto della sezione di Livorno; IV Uomo sig. Aleandro Di Paolo di Avezzano (Aq); VAR sig. Luca Banti di Livorno, Assistente VAR sig. Alberto Togoni di Milano.

Marcatore: 14’ Cassata, 31’ st Farias.

Note: spettatori: 12.377; abbonati 11.197 per una quota abbonati di euro 244.944,50 euro; biglietti venduti: 1.180 (di cui 276 ospiti) per un incasso di euro 22.500 euro; angoli: 5-1 per il Frosinone; ammoniti: 32’ pt Cassata, 34’ pt Ceppitelli, 36’ pt Bradaric, 40’ st Srna, 9’ e 40’ st Barella, 15’ st Pavoletti, 46’ st Farias; espulso: 40’ st Barella; recuperi: 1’ pt; 5’ st.

FROSINONE –  Il gran primo tempo e l’ottimo avvio di ripresa non è sufficiente al Frosinone per aver ragione del Cagliari. Canarini al riposo sul vantaggio di 1-0, gran gol di Cassata al 14’. Pari di Farias al 31’ della ripresa. In mezzo almeno 4 grandi parate di Cragno. Risultato che va stretto alla squadra di Longo ancora a secco di vittorie tra le mura amiche.

SCHIERAMENTI IN CAMPO – Nel 3-5-2 del Frosinone anti-Cagliari due novità assolute rispetto alla formazione che ha perso a San Siro con l’Inter. Longo recupera in mediana Maiello e Campbell che si posiziona nel ruolo di attaccante in coppia con Ciofani. Quindi difesa immutata con Sportiello tra i pali, Ariaudo, Goldaniga e Capuano nel pacchetto arretrato con il pescarese che quindi fuga i dubbi della settimana. In mezzo al campo c’è Zampano sull’out di destra, Beghetto omologo di sinistra, Chibsah e Cassata intermedi, Maiello regista centrale. In attacco il duo Campbell-Ciofani.

Maran dipana i dubbi e conferma il 4-3-1-2 cambiando qualcosa rispetto alla gara interna col Torino. Davanti a Cragno la coppia centrale è formata da Klavan e Ceppitelli con Srna e Padoin sulle corsie, rispettivamente di destra e sinistra. Ionita è il regista basso, Bradaric e Barella gli intermedi. Quindi Joao Pedro alle spalle di Sau e Pavoletti.

FROSINONE DECISO, CASSATA-GOL – Dopo una fase di studio, attacco deciso dell’out di destra da parte di Zampano al 4’, palla in angolo con la difesa dei sardi che libera. Il Frosinone pende ancora a destra, controllo e affondo di Zampano, palla dentro e colpo di testa di Ciofani con la palla che termina abbondantemente a lato. Belle intuizione di Campbell ancora sotto la Tribuna Est, taglio dentro con Beghetto che tarda a chiudere sul secondo palo. Il Cagliari si affaccia al 7’ nella metà campo giallazzurra, taglio centrale per Joao Pedro che affonda, bravo Goldaniga ad intervenire di giustezza tra le braccia di Sportiello. Che all’8’ temporeggia su un pallone di Bradaric ma subisce fallo. Cassata si prende la scena tra il 9’ e 13’, botta alta e destro respinto. Ma le buone intenzioni ci sono. Che si concretizzano al terzo tentativo, esattamente al 14’: apertura di Maiello per Zampano, assist per l’accorrente Cassata che appena dentro l’area di rigore batte di destro Cragno infilandolo nell’angolo opposto a quello di tiro.

CRAGNO PROTAGONISTA SALVA IL CAGLIARI – Il Cagliari colpito nel vivo si riversa nella metà campo giallazzurra. Al 20’ Pavoletti cerca e conquista un fallo al limite dell’area, palla alta di Joao Pedro salutato da una salve di fischi del ‘Benito Stirpe’. Il Frosinone sulle ripartenze rischia di far male ancora: se ne va Campbell a destra, tocco dentro per il solito Cassata libero da marcature, il destro stavolta è troppo aperto e la palla scorre due metri larga dal palo alla sinistra di Cragno. Nel giro di 3’ il Frosinone sfiora ancora per due volte il raddoppio. Prima una magia di Campbell al 24’, gran palla per Ciofani un po’ lunga. Ma l’ex Arsenal calamita il pallone, sul giropalla inventa un colpo sotto di esterno sinistro per il colpo di testa di Ciofani, Cragno con un colpo di reni devia in angolo. Ma sull’azione successiva Maiello ancora apre per Ariaudo, sponda di testa e tentativo in rovesciata di Capuano che innesca il colpo di testa da due metri di Ciofani, miracolo vero del portiere scuola-Brescia che toglie il pallone dall’angoletto basso alla sua destra. Il Frosinone dà spettacolo: al 32’ Ciofani recupera un pallone in area e veste i panni dell’assist-man, Campbell cerca il gol-spettacolo in rovesciata, palla fuori ma applausi a scena aperta. Al 34’ la manovra del Frosinone si sviluppa tutta di prima, Campbell protagonista nel ‘dai e vai’ con Chibsah e Ciofani ma l’arbitro interrompe l’azione per sanzionare col giallo il fallo di Ceppitelli. Ammonito Bradaric al 36’, sulla punizione lungolinea di Maiello per Beghetto che taglia per Ciofani anticipato in uscita bassa da Cragno. Nel finale di tempo Zampano sfiora il 2-0.

CRAGNO, CONTO APERTO. E SPORTIELLO TIENE – Avvio a razzo del Frosinone che nel giro di 1’ sfiora il raddoppio prima con un colpo di Campbell smorzato in angolo e poi con una botta di Beghetto sulla quale Cragno colleziona il terzo miracolo in 47’ di partita con una deviazione sotto l’incrocio. Al 5’ se ne va Campbell a destra, sul colpo di giustezza Cragno si allunga. Il Frosinone padrone del campo ma al 7’ rischia grosso su una ripartenza del Cagliari, Joao Pedro alza la mira con la porta spalancata da posizione centrale appena dentro l’area di rigore. Fioccano i cartellini gialli, il primo della ripresa cade addosso a Barella che abbatte letteralmente Campbell partito a destra. Il Frosinone si apre a fisarmonica, al 12’ Chibsah detta la ripartenza per Campbell che apre per Beghetto, doppia finta e gran tiro deviato in angolo. Doppio cambio per i sardi al 16’: Faragò per Bradaric e Farias per Sau, il 4-3-1-2 rimane invariato. E’ il momento della squadra di Maran che prende a tessere la propria tela e ci pensa Sportiello a parare in due tempi sul colpo di testa di Pavoletti. E sull’azione successiva il portiere giallazzurro si infortuna ma la posizione di partenza di Pavoletti è irregolare. Il Frosinone ha però un conto aperto con Cragno: al 23’ Cassata taglia bene il campo centralmente, apertura al millimetro per Chibsah, destro e grande deviazione dell’estremo difensore cagliaritano. Doppio cambio anche nel Frosinone al 24’: esce Cassata per Crisetig, esce Campbell per Pinamonti. L’ex interista al 32’ fa una grande giocata, stop di petto, si defila e taglia dentro per il colpo di testa di Chibsah due metri a lato.

LA BEFFA FARIAS – La beffa per il Frosinone è in agguato dopo le occasione sfumate: difesa giallazzurra alta, Joao Pedro da destra è troppo libero di pensare e calciare, sul tocco ad aggirare la retroguardia c’è Farias che si avventa alle spalle di Goldaniga e spinge in rete. Cagliari vicino al raddoppio al 35’, Sportiello ci mette il corpo e poi le mani. Nel finale la partita si scalda: secondo giallo per Barella che va sotto la doccia anzitempo. E Longo fa entrare Ciano al posto di Maiello. Nell’assalto finale a 1’ dal 90’ la palla-vittoria arriva sul piede destro di Pinamonti che la ‘telefona’ tra le braccia di Cragno. Che calamita anche il pallone della disperazione al 48’, con Ciofani che spara centralmente tra le braccia del portiere. Al 49’ palla lunga per Pinamonti, contatto-non contatto con Cragno ma per l’arbitro è tutto regolare. E’ il segnale del pareggio in una partita da vincere.

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati