FROSINONE SI ILLUDE DOPO 50″ MA L’UNDER 15 VA KO 3-1, AVANZA IL PERUGIA

 In Breaking News, MAGAZINE - SETTORE GIOVANILE, News, Settore Giovanile

FROSINONE (4-3-1-2): Palmisani; Rosati (20’ st D’Amore), Caravillani, Maura, Cialone; Navarra, D’Antoni, Cangianiello; Bianchi (8’ st Recchiuti); Selvini, Ferrieri (8’ st Ramieri).

A disposizione: Zizzania, Bono, Crimaldi, Orlandi, Manganiello.

Allenatore: Galluzzo.

PERUGIA (4-4-2): Del Bello; Pomerani, Sorci, Dottori, Grassi; Lazzoni (18’ st  Parolisi), Passaquieti, Paladino, Lorenzini; Buzzi (29’ st Governatori), Lolli.

A disposizione: Patata, Puglie, Volpi, Cicioni, Tempesta, Della Vedova,  Aronni.

Allenatore: Basilico.

Arbitro: sig. De Capua di Nola; assistente sigh. Gega di Frosinone e Martino di Cassino.

Marcatore: 50” Bianchi, 5’ pt Buzzi, 25’ pt Lorenzini, 10’ st Lolli (rig).

Note: spettatori 250 circa; angoli: 5-3 per il Frosinone; ammoniti: 9’ st Maura; recuperi: 3’ pt; 3’ st.

FERENTINO – Il Perugia under 15 batte 3-1 il Frosinone e si qualifica per il turno successivo della final eight della categoria Under 15 dove incontrerà la vincente di Palermo-Parma. Si chiude così nel giro di una settimana l’avventura delle minori giallazzurri nelle rispettive competizioni nazionali. Dopo l’under 16 è l’under 15 a lasciare le finali. Il Frosinone di Giorgio Galluzzo si avvicinava a questa gara unica forte della qualificazione ottenuta con il terzo posto nel girone B con 53 punti. Quanto al Perugia allenato da mister Basilico, si era piazzato al 5° posto, distaccato di 13 punti dai giallazzurrini. Passano i grifoni, a dimostrazione che i playoff sono una vera e propria lotteria a tutte le latitudini e in tutti i campionati. Per la squadra di Galluzzo la recriminazione di non essersi espressa al meglio nella gara più importante della stagione.

IN 5’ BOTTA E RISPOSTA – Parte bene il Frosinone che al 30” conquista un angolo, la difesa dei grifoni libera ma i canarini restano in zona d’attacco. E dopo altri 20” passano: fallo laterale dalla parte opposta alla battuta del corner, la sfera arriva a Bianchi che non ci pensa sopra, botta che piega le mani al portiere del Perugia, Del Bello. Palla che tocca la base del palo e si infila lentamente in rete. Frosinone avanti dopo meno di 1’ di gioco. Il Perugia non ci sta e agguanta il pari al 5’:  a destra è troppo libero di andare al cross Lorenzini, la difesa si schiaccia su Palmisani, la palla folta e Buzzi in agguato infila da tre metri. La partita è bella e aperta. I baby di Galluzzo si riversano ancora nell’area biancorossa, per due volte la difesa ospite se la cava. La formazione di Basilico al 12’ si presenta in superiorità numerica nell’area del Frosinone, ottima la chiusura di Caravillani che libera alla veccia maniera. Ribaltamento di fronte, se ne va Selvini sull’out di destra, ma è tempestivo l’intervento di Lazzoni che in ripiegamento difensivo sventa il pericolo. Al 15’ bravissimo Selvini ad infilarsi sul filo del fuorigioco tra le maglie della difesa umbra ma il bomber canarino a tu per tu con Del Bello spara fuori di destro con la porta spalancata. Non c’è un attimo di tregua in una partita che annuncia emozioni no-stop. Un errore in ripartenza da parte del Frosinone spiana la strada al Perugia ma Lolli è alle spalle dei difensori di casa ma c’è comunque l’ottima parata di Palmisani.

VANTAGGIO PERUGIA, DIFESA CANARINA RIVEDIBILE – Funziona bene la catena di destra del Perugia, Pomerani dialoga con Lolli che si infila bene ma è attento il solito Caravillani a chiudere in angolo. E proprio con un’azione da quella parte il Perugia passa: Pomerani salta Cialone con un gioco di gambe, palla tagliata dentro l’area piccola, Lorenzini in tuffo a porta vuota insacca il 2-1 ospite. Qualche problema in difesa per i canarini che subiscono due reti pressoché identiche dopo la partenza bruciante. Al 30’ Frosinone vicino al pari: corner, Selvini si infila bene alle spalle di Sirci ma non trova il tocco decisivo a due passi da Del Bello. Strappo di Navarra al 33’, il Perugia si salva in fallo laterale. Ma ottima la profondità e la pulizia della falcata del giallazzurrino. Nei 3’ di recupero non accade più nulla, il Perugia chiude nella metà campo del Frosinone che va al riposo sotto di una rete.

IL PERUGIA LA CHIUDE SU RIGORE – Partenza sprint del Frosinone, Cangianiello vede lo spazio per il tiro ma il destro è largo alla destra di Del Bello. E’ la formazione di Basilico che però riprende il comando delle operazioni, i ragazzi di Galluzzo vanno a folate, al 5’ Selvini insacca ma è in fuorigioco.  Il solito Pomerani è immarcabile sulla destra, la difesa del Frosinone si salva facendo muro sul taglio che chiama al tiro Buzzi. Doppio cambio nel Frosinone all’8’ (Bianchi e Ferrieri per Recchiuti e Ramieri) ma è ancora la retroguardia a destare qualche perplessità. All’11’ non si capiscono Maura e Palmisani, il numero 6 atterra Buzzi e per il signor De Capua è rigore. Dal dischetto va Lolli che insacca alla sinistra di Palmisani. Perugia in vantaggio 3-1 sul Frosinone. Grifoni padroni del campo forti del doppio vantaggio, canarini troppo contratti dopo un avvio positivo. Galluzzo toglie un difensore, Rosario, per D’Amore. La partita sembra non abbia più nulla da dire, al 23’ il Perugia sfiora il 4-1 con un tap-in di Lorenzini a due passi da Palmisani, la sfera si impenna sulla traversa e termina fuori. Ultimo sussulto del Frosinone che ci prova al 30’ con Cialone, Sorci risponde con una semirovesciata acrobatica sulla linea. Nei 3’ di recupero non ci sono scossoni: passa il Perugia, il Frosinone a testa alta dopo l’ottima regular season.

Giovanni Lanzi

 

Articoli Recenti