IL FROSINONE CHIUDE IL RITIRO AL TERMINILLO CON IL 3-0 AL RIETI

 In Banner Slider, Home, MAGAZINE - PRIMA SQUADRA

FROSINONE (4-3-1-2): Bardi (1’ st Iacobucci); Zampano (15’ st Verde), Brighenti, Ariaudo, Tribuzzi; Chibsah (15’ st Paganini), Maiello (15’ st Vitale), Gori (32’ st Errico); Ciano (15’ st Matarese); Citro (26’ st Obleac), Ciofani.

A disposizione: Trovato.

Allenatore: Nesta.

RIETI (4-3-3): Lazzari; Tiraferri, Granata (29’ st Parente), Gigli (1’ st Bellopede), Zanchi (1’ st Sette); Marchi (18’ st Fabiani), Tirelli (1’ st Arcaleni), De Sarlo (30’ pt Palma); Del Regno (9’ st Poddie), Marcheggiani (15’ st Principi), Bartolotta (29’ st Santini).

A disposizione: Addario, Borneti.

Allenatore: Mariani.

Arbitro: Forneau di Roma1; assistenti Cangiano e Capaldo di Napoli.

Marcatori: 9’ pt Ariaudo, 13’ pt Ciofani (rig), 19’ pt Lazzari (autogol).

Note: spettatori: 400 circa; angoli: 9-1 per il Frosinone; ammoniti: 44’ pt Marchi, 27’ st Principi.

TERMINILLO (RIETI) – Si chiude con un netto 3-0 a favore del Frosinone il test con il Rieti, grazie alle reti firmate da Ariaudo al 9’, Ciofani su rigore al 13’ e l’autorete di Lazzari al 19’. Primo tempo interessante, ripresa a ritmi naturalmente meno elevati anche in ragione dei tanti cambi. Nesta si può dire soddisfatto, adesso  un paio di giorni di riposo e quindi la partenza per la seconda parte del ritiro, a Ronzone in Trentino dove i giallazzurri giocheranno due test, col Lecce ed il Monza. Temperatura gradevolissima, tanti turisti nel centro del paesino e molti tifosi attorno al Campo d’Altura l’ultima partita della prima parte del ritiro precampionato. Presenti e ben riconoscibili grazie ad uno striscione, anche un gruppetto di tifosi arrivati da Anagni, ‘aficionados’ giallazzurri praticamente da sempre.

IN CAMPO – Nel Frosinone la defezione dell’ultimo istante è di Krajnc, a scopo precauzionale. Out per affaticamento Trotta, Beghetto, Volpe, Bessa, Bastianello e Capuano che si sono comunque allenati sia nella mattinata che nel prepartita. E out Dionisi che sta smaltendo il problema al polpaccio occorsogli in occasione della prima gara amichevole.

Il Rieti di mister Mariani si presenta con un 4-3-3 in via di assemblaggio. Tra i pali Lazzari, nella difesa a quattro i centrali sono Gigli e Granata, Tiraferri e Zanchi i terzini. In mezzo al campo il mediano è Tirelli, stantuffi laterali l’ex canarino Marchi e De Sarlo. In attacco Del Regno e Bartolotta gli attaccanti esterni, Marcheggiani la punta centrale.

UNO-DUE-TRE IN SCIOLTEZZA – La prima palla della partita è di Bardi, cross telefonato da destra da parte di Zanchi. Frosinone vicino al gol al 5′: Citro difende un bel pallone in attacco sui lancio di Ariaudo e disattenzione di Zanchi, palla ad uscire per Ciano che si vede rimpallare il tiro all’altezza del dischetto del rigore, poi Gori non concretizza. Il Rieti si fa notare all’8 con una interessante percussione di De Sarlo ma l’azione sfuma a fondo campo. Due angoli di fila per i giallazzurri, sulla seconda pennellata di Ciano, è Ariaudo a raccogliere di testa sul secondo palo, palla in fondo al sacco. Frosinone avanti. Pericolosa la squadra di Nesta all’11’, Gori bravo a braccare un avversario in mezzo al campo, palla per Citro che incrocia di prima intenzione per Chibsah, Gigli allunga quel tanto che serve per evitare il tap-in del ghanese e favorisce così l’intervento di Lazzari. Frosinone al raddoppio al 13’: Tribuzzi si scatena a sinistra, Tiraferri lo atterra. E’ rigore che Ciofani trasforma. I ragazzi di Nesta spingono l’acceleratore e arriva il 3-0: Ciano da sinistra infila un tiro-cross, indecisione del portiere Lazzari e palla in fondo al sacco.

POKER SFIORATO A RIPETIZIONE – E’ sempre la squadra di Nesta a dettare lo spartito, per naturale divario tecnico e per livelli di preparazione atletica. Anche se la manovra giallazzurra cerca con poca continuità la verticalizzazione e molto il dialogo per vie orizzontali. Al 30’ ottimo pallone da destra di Zampano, Ciofani in avvitamento arretrato colpisce di testa mala sfera termina fuori. Belli entrambi i gesti tecnici di giallazzurri. Terzo angolo per i canarini al 32’, tocco arretrato di Ciano per la palla a giro di Maiello alta di un metro. Frosinone vicino al 4-0 al 35’: cucchiaiata di Ciano da sinistra, Ariaudo raccoglie di testa, Marchi alza in angolo. Va Ciano dalla bandierina, Ciofani di testa detta per l’accorrente Gori, botta destinata in fondo al sacco ma Gigli ci mette in corpo e salva un gol fatto. La prima parata vera di Bardi cade al 41’, botta da destra di Marchi servito da Marcheggiani e deviazione in angolo dell’estremo difensore canarino. Tribuzzi ingrana le marce alte allo scadere, Marchi rimedia il primo giallo della gara. E dopo la battuta di Ciano deviata dalla difesa del Rieti arriva la fine del primo tempo.

GIRANDOLA DI CAMBI NELLA RIPRESA – Nel Frosinone dentro Iacobucci per Bardi, tre cambi nel Rieti al 1’ della ripresa dopo quello alla mezz’ora tra De Sarlo e Palma. La formazione di Mariani riparte con verve maggiore rispetto a quella della prima frazione di gioco. Dall’altra parte i giallazzurri privilegiano il palleggio e l’intesa dalla prima palla in uscita. Al 9’ difesa alta del Rieti, Citro si allunga bene alle spalle ma sull’uscita di Lazzari si fa deviare il tiro del possibile 4-0. Esce Del Regno tra i sabini, dentro Poddie. Ciano illumina la scena al 14’, raccoglie una sventagliata da destra di Chibsah e sinistro in drop sul quale Lazzari con qualche difficoltà tocca in angolo ma in origine c’è l’offside di Citro. Quattro i cambi nel Frosinone al 15’: Vitale per Maiello, Matarese per Ciano, Paganini per Chibsah, Matarese per Ciano e Verde per Zampano. Uno anche per Rieti sempre al 15’, con Principi che rileva l’attaccante Marcheggiani. Ancora un avvicendamento tra i sabini al 18’, con Fabiani al posto di Marchi. Si abbassa sensibilmente l’intensità della gara, al 22’ azione travolgente di Paganini che costringe al fallo la difesa del Rieti vicino l’area di rigore sul fronte sinistro dell’attacco del Frosinone. Vitale sul palla, parabola per il colpo di testa di Ciofani, Lazzari abbranca in presa. Spazio anche ad Obleac che al 26’ subentra a Citro. E a Parente per Granata al 29’. Due angoli consecutivi per il Frosinone, un po’ di confusione nella retroguardia del Rieti ma non c’è lo spazio per il 4-0 fino al triplice fischio del signor Forneau di Roma.

Giovanni Lanzi

Articoli Recenti