IL LICEO ‘LO PIANO’ DI CETRARO (COSENZA) AL ‘BENITO STIRPE’, IL PROF. AMEDEO: “REALTA’ STRAORDINARIA IN ITALIA”

 In MAGAZINE - ATTIVITA

Oltre 50 ragazzi del Liceo Scientifico ‘Silvio Lo Piano’ di Cetraro, in provincia di Cosenza, hanno visitato nella mattinata di oggi il ‘Benito Stirpe’ e successivamente si sono spostati all’Università di Cassino Lazio Meridionale. Artefice dell’incontro che rientra nel più ampio progetto Experience a cavallo tra Territorio e Scuola, il responsabile Marketing & Comunicazione-rapporti Istituzionali del club giallazzurro, Salvatore Gualtieri. 

Nella mattinata al ‘Benito Stirpe’ quando i ragazzi del Liceo cosentino hanno visitato lo stadio, ha parlato al Paolo Amedeo, giornalista sportivo a Sportitalia e Responsabile comunicazione del Liceo scientifico ‘Lo Piano’.

Professor Amedeo, ci spiega come è andato questo vostro tour nel Lazio?

«E’ iniziato qui allo Stirpe in una realtà straordinaria e in una Società altrettanto straordinaria che ha saputo guardare ed anticipare i tempi. Abbiamo voluto fortemente questa tappa grazie anche ai rapporti interpersonali con il Responsabile del Marketing & Comunicazione, il dottor Salvatore Gualtieri,  perché comunque crediamo che solo attraverso il confronto i ragazzi possano crescere e capire che non solo il calcio ma anche la Aziende sono progettualità che permettono di guardare al futuro con le dinamiche indirizzate verso i risultati che si devono ottenere. Il Frosinone è un esempio eccellente di come  si riesca a seguire i due binari, il risultato sportivo e il risultato economico. Quindi la massima serie, anche con una bella risposta sul campo dopo la vittoria di Ferrara ma soprattutto il risultato economico ottenuto non solo con lo Stadio ma anche con il Centro Sportivo». 

Come nasce interesse per il Frosinone calcio?

«Nasce dal fascino di questa Società che a piccoli passi e progettando riesce a scalare le categorie del calcio italiano, riesce a dotarsi di una struttura confortevole. Qui siamo davvero in un salotto del calcio. In Italia sono due i club precursori in questo campo, la Juve e l’Udinese. Poi c’è il Frosinone che meriterebbe solo per questo la Champions League».

Il vostro Liceo Scientifico e il rapporto con la Università di Cassino, ce ne parli.

«Credo che sia strettamente legato, le due realtà camminano di pari passo. Grazie alla presenza di Salvatore Gualtieri che ci ha illuminato rispetto a questa possibilità. I ragazzi studiamo per diventare Dottori, studiano per diventare giornalisti sportivi, studiano per diventare manager dello Sport e quale migliore occasione grazie a questa visita a Frosinone e quindi all’Università di Cassino? Andando quindi a toccare con mano quella che potrebbe rivelarsi per gli studenti una concreta possibilità dopo il quinquennio di decidere di spostarsi nell’Ateneo cassinate e diventare manager sportivi in una realtà che offre grandi garanzie sotto questo aspetto”.

Giovanni Lanzi

Articoli Recenti