LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER NESTA POST FROSINONE-ROMA

 In Breaking News, Prima squadra

FROSINONE – A fine gara la consueta conferenza stampa perfezionata dall’Ufficio Stampa del Frosinone in continuazione con il cliché dell’ultimo campionato ed in ottemperanza alle norme anti-Covid.

Mister Nesta, che giudizio può trarre da questo primo test? Il calendario oggi vi ha riservato nelle prime quattro giornate: Empoli, Venezia, Ascoli, Entella come lo commenta?

“L’inizio campionato lo commento in maniera molto semplice: va benissimo, anche perché sembra una frase fatta ma in realtà dobbiamo giocare contro tutte. Quanto alla partita, al di là del fatto che abbiamo preso qualche gol di troppo ma abbiamo fatto una buona gara. La Roma aveva qualcuno che ha giocato in Nazionale oltre ad aver disputato due test pre-campionato. Per noi era l’esordio assoluto, siamo ancora in ritiro. Sono soddisfatto per quello che abbiamo provato a fare, mi dispiace per i ragazzi quando si prendono troppi gol ma in queste circostanze è normale che le gambe non girino a perfezione. Loro hanno un motore sicuramente differente e superiore in questo momento”.

Un test d’esordio ma si sono visti giovani come Tribuzzi ed Errico che scalpitano per un posto da titolare.

“Li abbiamo tenuti con noi quest’anno. Le maglie sono… larghe, chi spinge di più avrà qualche occasione in più degli altri”.

Oltre al probabile arrivo di Kastanos cosa si aspetta da qui alla fine del mercato?

“Non lo so. Vediamo cosa si può fare. Abbiamo tanti giocatori e il mercato non è affatto facile”.

Cosa si è fatto Dionisi e come stanno Novakovich, Rohden e Tabanelli?

“Tabanelli domani torna con noi in gruppo, è un pochino indietro nella condizione. Novakovich si è fermato perché nelle ultime gare dei playoff aveva palesato qualche problema e ne ha risentito. Mentre Rohden ha una infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio, roba di poco conto, dovrebbe rientrare. Quanto a Dionisi, gli si è girata la caviglia e un avversario gli è finito sopra: domani vedremo di cosa si tratta”.

Positivo secondo lei giocare in casa tre delle prima quattro di campionato in avvio contro avversarie sulla carta più abbordabili, fatta eccezione per l’Empoli?

“Non lo so. Faccio l’esempio dell’anno scorso anno: abbiamo iniziato con amichevoli più facili, poi la Coppa Italia dove abbiamo fatto molto bene, poi in campionato abbiamo perso 3-0 contro una neopromossa. Quest’anno siamo partiti con formazioni di serie A per le amichevoli ma calcoli non se ne possono fare. Bisogna lavorare e farsi trovare pronti”.

 

Articoli Recenti