FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

L’EMOZIONE DEL CONSOLE DI SALVO E DEL PRESIDENTE DEL CLUB DI WINDSOR MALANDRUCCOLO

L’emozione dei ciociari di Windsor, durante la cena di gala offerta nell’esclusivo circolo della città canadese, è  racchiusa nelle parole del console italiano a Windsor Lorenzo Di Salvo e del presidente del Club Giulio Malandruccolo.

«C‘è tanto orgoglio, ci sono i più alti sentimenti di appartenenza per la presenza qui di tanti ciociari della zonaha dichiarato Di Salvo al Media Center del Frosinone venuti ad accogliere una squadra di serie A, la squadra della loro terra. E’ molto importante tutto questo per noi perché permette di mantenere un ponteper noi ciociari. Il legame con Italia, l’accoglienza, l’energia che c’è stata prima del vostro arrivo qui a Windsor è stata molto elevata ed ha permesso tutto questo che state vedendo».

«È veramente una grande emozione per noi ciociari qui a Windsor – gli ha fatto eco l’emozionatissimo Malandruccolo – veramente non ci aspettavamo una cosa del genere, che lasquadra Frosinone Calcio sarebbe voluta qui dipassaggio per gli Stati Uniti. Questo è un momento nel quale ci sentiamo come se fossimofratelli e sorelle. Da parte del direttivo del nostro Club colgo l’occasione per augurare le migliori fortune al Frosinone e a tutti i tifosi ciociari».

Nella serata di Windsor anche le dichiarazioni di Gualtieri e del tecnico Longo. Il dirigente intervistato dal Media Center  all’ingresso dell’immenso club che ha accolto il Frosinone per l’ultima serata di gala della tournée: «Non potevamo non venire qui a Windsor – ha detto Gualtieri –, è il circolo di una Comunità ciociarapiù grande al mondo, con 1800 iscritti tutti chiaramente ciociari. Potete immaginare l’accoglienza che abbiamo ricevuto.Semplicemente straordinaria anche qui, un bagno di emozioni indescrivibili. Ora in programma abbiamo l’ultima amichevole della tournèe a Detroit. Posso dire che per noi è stata veramente un’esperienza straordinaria è indimenticabile».

«Stiamo volgendo al termine di questa nostra avventura qui in Canada – ha dichiarato il trainer giallazzurro -, già precedentemente avevamo avuto modo di scoprire quanto calore, quanta passione e quanto senso d’appartenenza c‘era per la Ciociaria, per i colori del Frosinone e per questa società nelle persone che abbiamo incontrato. Siamo piacevolmente colpiti ancora una volta perché abbiamo ritrovato le stesse dimostrazioni di affetto viste e toccate con manoin questi 15 giorni. Abbiamo trovato persone che ci stanno dando disponibilità incredibile e grande accoglienza. Per tutto questo mi sento di ringraziare a nome mio, dello staff, di tutti i ragazzi della squadra perché questo soggiorno e questa preparazione se si è svolta fino a questo momento nel migliore dei modi anche grazie alla disponibilità che ci hanno dato dal primo giorno che siamo arrivati».

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati