L’EMPOLI NEL DESTINO DI MUZZI

 In Breaking News

Cessioni eccellenti e un mercato in entrata importante. Ma anche due allenatori già avvicendati sulla panchina dopo 13 giornate di campionato. L’estate dell’Empoli, metabolizzata la retrocessione praticamente in bilico fino al 95’ della partita rocambolesca di San Siro con l’Inter, aveva riannodato rapidamente il nastro. Barra a dritta da parte della Società, l’ingaggio del tecnico Bucchi (reduce dalla delusione della sconfitta nella semifinale playoff alla guida del Benevento), un terminal arrivi sempre in funzione e uscite a catena con pluslavenze corpose per le casse del Club. Via Krunic e Bennacer (Milan), Di Lorenzo (Napoli), Capezzi (Sampdoria), Dragowky alla Fiorentina per fine prestito, Traore (Sassuolo), Farias e Pajac (Cagliari) e Caputo (Sassuolo). Sono arrivati il portiere Brignoli e l’attaccante Moreo oltre ai giovani Cannavò e Pirello svincolati dal Palermo, Bandinelli e il nazionale under 21 Frattesi dal Sassuolo, Dezi, Stulac e Gazzola dal Parma, Laribi dal Verona, il bomber Mancuso dal Pescara, Bajrami dal Grassophers e il giovane attaccante Merola dall’Inter.

La partenza di stagione probabilmente non in linea con le aspettative della Società ha fatto pendere l’ago della bilancia per l’esonero di Bucchi, al quale ironia della sorte è risultata fatale la trasferta di Pescara dove l’ex attaccante aveva mosso i primi passi da allenatore. L’Empoli nelle ultime sei gare della gestione Bucchi aveva ottenuto appena 3 punti. La scelta è caduta su Roberto Muzzi, peraltro vice allenatore di Andreazzoli fino all’esonero al Genoa e già all’Empoli la scorsa stagione. La risoluzione contrattuale con il club ligure ha permesso all’ex attaccante di Roma e Lazio di sedere sulla panchina azzurra. C’è anche una curiosità che riguarda l’Empoli: nella stagione 2017-’18 gli azzurri al quinto posto in classifica e dopo un pareggio 1-1 avvicendarono Vivarini con Andreazzoli dopo 19 giornate ed ottennero la promozione in A diretta.

La partenza di Muzzi (squalificato per due turni e quindi anche a Frosinone) è coincisa con un pareggio interno nell’ultimo turno con il Venezia in casa. La settimana azzurra intanto è iniziata e prosegue con gli allenamenti a porte chiuse. Incerto l’impiego col Frosinone del difensore Simone Romagnoli (problema al polpaccio), per un problema al polpaccio che gli aveva impedito di giocare con il Venezia. Anche Antonelli non sta benissimo come Nikolau ma potrebbero essere a disposizione tra i convocati. Per Moreo fermo da un mese e mezzo recupero complicato. Out Gazzola, lungodegente. L’uomo in più in questa fase della stagione è il baby Samuele Ricci, un ragazzo abbastanza polivalente sotto il profilo tattico – gioca sia da play che da interno -, un 2001 che Muzzi conosceva già dalla stagione di serie A.

Articoli Recenti