FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

L’UNICAS ACCOGLIE I LICEALI COSENTINI E ANNUNCIA: “COL ‘LAUREATO GIALLAZZURRO’ CRESCONO LE MATRICOLE”.

CASSINO – All’Università di Cassino Lazio Meridionale nella tarda mattinata ad attendere i ragazzi  del Liceo di Cetraro c’erano il professor Luigi Di Santo, Coordinatore dei Servizi Giuridici per il Lavoro, Pubblica Amministrazione e Sport, la professoressa Enrica Iannucci in qualità di neo direttore del Dipartimento di Economia e Giurisprudenza e la dottoressa Marika Gimini, Delegata del Corso di Laurea-curriculum Sport.  

Gli studenti  hanno visitato l’Ateneo, la dottoressa Gimini ha fornito ampie spiegazioni sul percorso  formativo universitario e su quelli che potranno essere gli sbocchi professionali. I ragazzi del Liceo cosentino sono stati accolti nel cortile dell’Università. Hanno visitato le aule dove normalmente si svolgono le lezioni. Quindi il gruppo si è spostato nell’Aula Magna insieme al professor Di Santo, alla professoressa Enrica Iannucci ed alla dottoressa Marika Gimini. Qui, come detto, è stato illustrato con dovizia di particolari l’organizzazione del Corso e spiegato il rapporto che si è creato con il Frosinone Calcio, un rapporto di grande attenzione reciproca e si sinergia con obiettivi comuni,  volti in primo luogo alla crescita del territorio e ad un sempre maggiore incremento della base culturale.

Quindi il professor Di Santo è intervenuto al Media Center del Frosinone Calcio. 

Proprio in questo ambito un’altra importante iniziativa, accoglierete il Liceo Scientifico di Cetraro che segue un indirizzo comune al vostro Corso di Laurea. Come vede questa iniziativa?

“Non è la prima volta, abbiamo ospitato anche altri Istituti. L’ultimo in ordine di tempo è stato un Liceo di Grosseto che ha fatto esperienza, abbiamo presentato loro le caratteristiche del nostro Corso di Laurea. Faremo sostanzialmente la stessa cosa oggi con i ragazzi calabresi. Il nostro compito è quello di spiegare al meglio le possibilità e  le caratteristiche del Corso di Laurea in Servizi Giuridici ad indirizzo sportivo. Abbiamo già avuto la possibilità di interloquire con i loro colleghi e i risultati, debbo dire, sono stati sono stai positivi. E mi auguro che anche in questo caso ci sia ottima risposta. Ne sono convinto perché Cassino è unico in Italia o uno dei pochi che presenta questo Corso di laurea specifico. E’ attraente che dopo questi studi specifici si possa intraprendere il percorso di procuratore sportivo, quantomeno di esperto legale nello Sport. E quantomeno credo che sia una buona chance in una realtà dinamica come quella del calcio ma anche di altri sport per questi ragazzi che si avvicinano agli studi universitari”.

Questo rientra anche nel percorso di crescita del progetto Experience del Frosinone Calcio per la promozione del territorio. Come sta andando? Qual è il polso della situazione?

«Molto bene, pochi giorni fa abbiamo tenuto una conferenza congiunta. E’ stata la cosa più visibile nel rapporto che si è instaurato tra noi. Ma il nostro è comunque un rapporto che prosegue su linee meno visibili ma molto pratiche. Pochi giorni fa parlando con il responsabile Marketing & Comunicazione, Salvatore Gualtieri, di questa esperienza che il Frosinone affronterà in Cina, abbiamo convenuto che l’Università di Cassino vuole esserci. Signicherebbe per noi allargare al massimo la potenzialità di espansione del territorio. Credo che questa sinergia sia stata la cosa migliore che questo nostro Corso ha compiuto nel 2018. Siamo fiduciosi,  stiamo verificando gli iscritti che nascono dalla convenzione del ‘laureato giallazzurro’, vedremo quali saranno i risultati che ipotizzo già buoni e ci auguriamo di proseguire su questo sentiero. E tornare anche nelle Scuole dove il nostro compito è quello di parlare di regole dello Sport, regole della lealtà, regole comuni, fondamentalmente le regole civili del vivere insieme. Sono sicuro che andrà avanti molto bene questo percorso comune perché ho la possibilità di confrontarmi con persone capaci e interessate alla crescita del territorio».

E’ stata quindi la volta della professoressa Iannucci, nel suo intervento davanti ai ragazzi del Liceo cosentino nell’Aula Magna.

«Non siamo l’Ateneo più blasonato in Italia – ha esordito il neo Direttore del Dipartimento – ma siamo un Ateneo che sta molto attento ai suoi studenti. Noi abbiamo questo rapporto e continuiamo ad averlo anche dopo che si sono laureati. Un rapporto personale, umano, che ci coinvolge, che ci fa interagire non in maniera classica. Ci crediamo, i risultati ci stanno dando ragione. E ringrazio il Frosinone Calcio che ci sta dando visibilità, sta dando un supporto formativo importantissimo, soprattutto a voi ragazzi. E’ una sinergia vincente, che consente agli studenti che vorranno provare questa strada di avere davanti un percorso di sicuro successo».

«I numeri degli immatricolati – prosegue la professoressa Iannucci – è in crescita: ieri avevamo 98 immatricolati, oggi sono 103. Questo vuol dire che il messaggio che il professor Di Santo nella progettazione dell’offerta ha voluto dare ha funzionato. Due anni fa avevamo 30 immatricolati. Ringrazio ancora il professor Di Santo e il vostro dirigente scolastico – dice la Iannucci rivolta ai ragazzi di Cetraro -: avere una interazione con le Scuole Superiori non sempre è facile. E’ evidente che c’è un’attenzione da parte della vostra Scuola. Grazie da parte nostra».

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati