FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

MILIK, L’ARIETE CHE VUOLE BATTERE LA SFORTUNA

Nell’anno 2016 il Napoli, per sostituire il partente Higuain, acquista l’attaccante polacco classe 1994 Arkadiusz Milik superando le dirette concorrenti, visto che al termine dell’Europeo in Francia sul calciatore c’erano molte squadre europee: Barcellona, Tottenham, Leicester, Inter e Lazio in primissima fila. Dal punto di vista tecnico Arkadiusz possiede una struttura fisica importante, 186 centimetri per 78 chilogrammi, mancino di piede, duttile nel reparto offensivo perché può agire da prima punta e all’occorrenza giocare da seconda punta. Il polacco esordisce con la maglia partenopea nella sfida contro il Pescara sostituendo Manolo Gabbiadini, le prime marcature arrivano contro il Milan nella seconda giornata vinta per 4-2. Da quel momento tanta sfortuna e brutti infortuni non hanno permesso al polacco di esprimere tutte le sue potenzialità, infatti a seguito della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, rimediato durante una partita con la nazionale polacca, rientra in campo solamente nel febbraio del 2017 dopo 4 mesi di inattività. Al suo ritorno riesce a collezionare 23 presenze e 8 reti (uno ogni 109’ minuti). Nella stagione successiva durante un semplice contrasto di gioco nel match contro la Spal ancora un infortunio, anche questo particolarmente grave, rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro e al suo ritorno in campo sigla 6 marcature in 543’ minuti (un gol ogni 90 minuti). Nella stagione corrente la situazione sembra essersi stabilizzata tanto che mister Ancelotti ha impiegato l’attaccante in 12 gare, per un totale di 638 minuti giocati, ed in queste è riuscito a trovare la via del gol 5 volte. L’ultima con l’Atalanta, decisiva nel finale per la conquista dei tre punti. Un gran gol.

Ufficio Stampa

Frosinone Calcio

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati