FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

POCO FROSINONE, IL NAPOLI PASSEGGIA E DILAGA (4-0)

NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Luperto, Koulibaly, Ghoulam; Ounas (28’ st Younes), Allan, Hamsik (34’ st Diawara), Zielinski; Insigne (29’ st Rog), Milik. All. Ancelotti.

A disposizione: Ospina, Karnezis, Malcuit, Mario Rui, Callejon, Fabian Ruiz, Mertens, Maksimovic.

Allenatore: Ancelotti.

FROSINONE (3-4-1-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano; Zampano (26’ st Ghiglione), Chibsah, Maiello (29’ st Soddimo), Beghetto; Cassata, Campbell, Pinamonti (15’ st Ciano).

A disposizione: Bardi, Molinaro, Vloet, Ciofani, Perica, Sammarco, Brighenti, Salamon, Crisetig.

Allenatore: Longo.

Arbitro: sig. Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo (To); assistenti sigg. Lorenzo Gori della sezione di Arezzo e Alessio Tolfo della sezione di Pordenone; IV Uomo sig. Manuel Volpi di Arezzo; VAR sig. Luigi Nasca di Bari, Assistente VAR sig. Salvatore Longo di Paola.

Marcatore: 7’ pt Zielinski, 40’ pt Ounas, 23’ e 40’ st Milik.

Note: spettatori: 40.000 circa; angoli: 8-3 per il Napoli; ammoniti: 33’ pt Zielinski, 19’ st Cassata, 44’ st Campbell; recuperi: 1’ pt; 3’ st

NAPOLI – Partita a senso unico nel primo tempo, partita a senso unico nella ripresa. Il Napoli con due gol nei primi 45’ ed altrettenti nella ripresa batte 4-0 il Frosinone.  Gol di Zielinski al 7’ e raddoppio di Ounas al 40’, sigilli definitivo di Milik al 23’ e al 40’ della ripresa. Poco Frosinone nell’arco della gara, fatta eccezione per un tentativo dalla distanza di Maiello nella prima frazione di gioco.

GLI SCHIERAMENTI IN CAMPO – Ancelotti aveva annunciato diversi cambi nella settimana di avvicinamento alla sfida con i canarini, tutti confermati. Sono 5 le novità rispetto alla gara di Bergamo vinta nel finale. Nel 4-4-2 anti-Frosinone, in porta c’è l’ex udinese Meret che fa il suo esordio stagionale dopo l’infortunio, in difesa accanto a Koulibaly c’è Luperto, sulla corsia di destra Ghoulam, omologo a sinistra Hysay. In mezzo al campo Ounas e Zielinski sulle catene esterne, Allan e Hamisk al centro. In attacco la coppia Insigne, Milik.

Nel 3-4-1-2 del Frosinone c’è Maiello, ancora in panchina Ciano dove siede anche Ciofani. Per la prima volta nella stagione c’è Sammarco, rientrato in organico come annunciato da Longo in conferenza stampa. Tra i pali Sportiello, davanti a lui confermati Ariaudo, Goldaniga e Capuano. Zampano e Beghetto sulle corsie esterne, Chibsah al fianco di Maiello con Cassata che funge da elastico tra la trequarti con Campbell e la mediana, alle spalle di Pinamonti.

FROSINONE SUBITO IN SALITA – Pericolo dopo 1’ per il Frosinone ma la posizione di Milik sul lancio è irregolare. E’ il Napoli che inizia col suo possesso palla, il Frosinone per nulla timoroso almeno in questo avvio. Ma è giusto un attimo. Al 6’ da un errato rinvio di Sportiello si innesca un’azione offensiva del Napoli, salva la difesa giallazzurra. Che capitola sull’azione da calcio d’angolo: una serie di rimpalli appena dentro il limite dell’area, la sfera toccata da Insigne arriva a Zielinsky che con un diagonale infila nell’angolo basso opposto. Partita subito in salita, il contrario di quanto preparato durante la settimana. Il Napoli spinga molto sulla propria catena di sinistra, al 14’ bravo Ariaudo a chiudere un taglio pericoloso al centro. La prima sortita giallazzurra nell’area del Napoli cade al 16’, due volte Beghetto cerca un compagno, libera la difesa di Ancelotti. Pericolo fatto in casa per il Frosinone al 18’: Zielinski fa atterrare un pallone maligno all’altezza dell’area piccola, Sportiello si tuffa per bloccare ma Ariaudo lo anticipa e tocca a liberare. Napoli pericoloso anche a destra, con una sortita di Ounas deviata in angolo da Capuano. E dalla bandierina è ottima l’intuizione di Sportiello che stringe sul primo palo e va a togliere il pallone a giro di Ghoulam alla ricerca del gol ad effetto. Frosinone di contenimento, Napoli non eccessivamente di spinta.

MAIELLO SFIORA L’EUROGOL, OUNAS LO CENTRA – La squadra di Longo si affida a qualche sortita sporadica ma nella fase di possesso le distanze appaiono siderali. Ma all’improvviso il Frosinone ci prova: al 30’ Campbell tiene un gran pallone sulla trequarti spostato a sinistra, Maiello detta il passaggio, 5 metri e pallonetto da 40 metri che Meret prima respinge con qualche difficoltà e poi blocca davanti a sé. Al 33’ anche un giallo, il primo della gara: è Zielinski che tocca alle spalle Campbell, Manganiello è irremovibile. Un colpetto fortuito di Chibsah ad Ounas che da destra spesso si accentra per cercare l’imbicata ma per il direttore di gara è solo contatto di gioco. Al 40’ dall’ennesima accelerazione centrale di Ounas arriva il raddoppio: l’azzurro evita Maiello e spara di sinistro un missile che, complice anche una lieve deviazione di Ariaudo, si infila nell’angolo alla destra di Sportiello. Partita sotto ghiaccio o quasi dopo 40’. Napoli a trazione anteriore, il 3-0 lo evita Capuano al 45’ su Milik a 6 metri dalla porta. Il riposo dopo 1’ di recupero vede la squadra di Ancelotti saldamente in vantaggio nonostante abbia mostrato a tratti il proprio strapotere. E un Frosinone molto da rivedere in tutte le zzoine del campo.

IL NAPOLI A RAZZO, MILIK FA TRIS – Tra il 2’ e il 3’ Napoli dilagante e Frosinone anche disarmante: prima è Sportiello a deviare su Insigne mettendo quel tanto che basta fuori causa la scivolata di Milik, poi è Ghoulam ad alzare da tre metri un pallone invitante dal solito Ounas che aveva aggirato la difesa giallazzurra. Imprendibile Ounas, l’uomo-ovunque di Ancelotti: scatto imprendibile per Capuano, para Sportiello in due tempi. La squadra di Longo timidamente si affaccia nella metà campo del Napoli al 15’ ma la punizione di Maiello non sortisce effetti. Longo al 15’ della ripresa lancia nella mischia Ciano al posto di Pinamonti oscurato da Koulibaly. Un pallone perso da Chibsah al 21’ all’altezza dell’area azzurra, parte centralmente il Napoli, Ounas allarga per Insigne ma Sportiello allarga il compasso sul primo palo ed evita il peggio. Intanto Manganiello pareggia il conto dei gialli, ammonito Cassata dopo Zialinski. Al 23’ Ounas impegna Sportiello, deviazione a mani aperte in angolo. E Milik sulla traiettoria dalla bandierina anticipa Capuano, Maiello, Chibsah e Sportiello e infila di testa. Il migliore in campo, appunto Ounas, deve uscire per infortunio al 28’. Al suo posto Younes. Un minuto dopo dentro anche Rog per Insigne e Soddimo per Maiello. All’improvviso si alleggerisce la pressione azzurra, frittata tra Luperto e Meret e palla che esce di un metro. Ultimo cambio del Napoli, Diawara per Hamsik a 11’ dal 90’. Napoli senza soste, al 40’ Ghoulam lavora un buon pallone a destra, alza la testa e vede Milik sul secondo palo, il polacco fa poker e doppietta personale. Ed è ancora Milik che al 43’ due metri fallisce il 5-0 imbeccato da Younes che trova un’autostrada spianata dalla sua parte. Il fischio finale di Manganiello è una liberazione per il Frosinone, il Napoli torna a -8 dalla Juve.

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati