PREMIO ‘ANDREA FORTUNATO’, IL PRESIDENTE STIRPE: “UN ONORE RICORDARE UN GRANDE CAMPIONE. IL FROSINONE PRO PASSAPORTO EMATICO”

 In Banner Slider, Home, News, Prima squadra

ROMA – Premio ‘Etica a Sport’ assegnato al presidente del Frosinone Maurizio Stirpe. Oggi alle ore 12 presso la Sala Giunta del Coni si è svolta la X edizione del premio ‘Andrea Fortunato’. E la motivazione legata al primo premio assegnato al massimo dirigente è di grandissimo rilievo: “Al presidente Maurizio Stirpe per la fattiva, meritoria e generosa opera di sostegno al Centro ‘Benito Stirpe’ del Policlinico Gemelli e per il suo impegno quotidiano nel sociale”.

La bella e significativa manifestazione, organizzata dalla Fondazione ‘Fioravante Polito’ – deus ex machina il figlio dell’indimenticato Fioravante, Davide – è diventata in Italia un punto di riferimento per lo sport, il calcio e la Medicina ai massimi livelli. La Fondazione, lo ricordiamo, si pone come mission l’attività finalizzata all’introduzione del passaporto ematico e quindi allo screening totale del sangue per gli sportivi già in età giovanile.

Ci sono state le parole del padrone di casa, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, sensibile da anni a questo tipo di iniziative: «L’impegno del Coni è rivolto alla promozione delle attività della Fondazione, secondo un programma costante e progressivo che ne caratterizza l’importanza per il mondo dello Sport».

L’incontro-dibattito che ne è seguito è stato moderato dal giornalista di Telecolore, Roberto Guerriero. Il primo  ad essere premiato è stato Maurizio Stirpe. «Sono onorato di ricevere il premio intitolato ad ‘Andrea Fortunato’ – ha dichiarato il presidente del Frosinone che ha portato in dono la maglia autografata di Daniel Ciofani – un grande campione dello Sport che ha lasciato prematuramente. Per quanto riguarda il Frosinone, siamo favorevoli all’introduzione del passaporto ematico. Il nostro impegno nel mondo della Ricerca è costante.  A tal proposito organizzeremo un incontro a Frosinone (presumibilmente a gennaio, ndr) per la firma del protocollo di intesa con la Fondazione ‘Fioravante Polito’. E il 14 aprile (da calendario c’è Frosinone-Inter, ndr) in occasione della ‘Giornata mondiale per la tutela della salute nello Sport’ il Frosinone giocherà con la maglia celebrativa della Fondazione». 

Alle premiazioni infine non erano presenti l’attaccante del Genoa, Piatek e il tecnico della Salernitana, Colantuono, trattenuti nelle rispettive sedi. Tutti presenti gli altri premiati, che ricordiamo: per la Categoria Medicina il Professor Francesco Fedele e il Professor Fabio Pigozzi, per Categoria Carriera l’ex attaccante Bernardo Corradi, per la Categoria Giornalisti Ivan Zazzaroni e  Federico Ferri, per la Categoria Allenatori Stefano Pioli, per la 

Categoria Calciatori Federico Chiesa (attaccante della Fiorentina), per la Categoria Presidenti Urbano Cairo e per Categoria Manager Giuseppe Marotta. Infine riconoscimento speciale all’ex Consigliere della FIGC Salvatore Gagliano.

Giovanni Lanzi

Articoli Recenti