FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

PRIMAVERA, FROSINONE – BOLOGNA

CAMPIONATO PRIMAVERA TIM – 4° giornata

“Cittadella dello Sport” Ferentino – Sabato 1 ottobre 2016

FROSINONE – BOLOGNA  0 – 4

FROSINONE:  Palombo,  Cococcia,  Viti,  Calcagni,  Contucci,  Pedrazzini,  Origlia  (79° Gori),  Errico  (69° Mastrantonio),  Modesti  (73° Tribelli),  D’Aguanno,  Tribuzzi. A disposizione:  Galantini,  Centra,  Sanna,  Pugliese.  All. Sig. Galluzzo.

BOLOGNA:  Ravaglia,  Callegari  (73° Tazza),  Frabotta  (78° El Kaouakibi),  Cozzari,  Brignani,  Cestraro,  Pattarello,  Silvestro,  Okwnkwo  (69° Djibril),  Trovade,  Tabacchi. A disposizione:  Monari,  Ghini,  Gulinatti,  Bianconi,  Andronachi,  Castelletti.  All. Sig. Magnani.

ARBITRO:  Sig. Pashuku  (Albano Laziale).

ASSISTENTI:  Sig. Guglielmi e Sig. Colizzi  (Albano Laziale).

MARCATORI:  38° Okwnkwo  (BO), 47° Trovade  (BO), 65° Okwnkwo  (BO), 91° Djibril  (BO).

AMMONITI:  Pedrazzini, Trovade.

NOTE:  recuperi 2°pt e 3°st;  angoli 2 – 4.

 

FERENTINO – Cade in casa 0 – 4 sotto i colpi del Bologna la Primavera del Frosinone, piegata da un avversario dimostratosi superiore una volta sbloccata la partita al 38°. Una sconfitta chiara e netta da cui si dovrà ripartire, preoccupante per come è maturata specie nel secondo tempo. L’avvio non lascia presagire un esito tanto negativo, anzi ottimo il giro palla dei canarini con il grande dinamismo di Tribuzzi in evidenza a centrocampo nel 4 – 3 – 3 adottato. La mediana frusinate è completata da Calcagni davanti la difesa con Errico interno a sinistra, davanti il centravanti Modesti viene supportato ai fianchi dal lavoro di D’Aguanno e Origlia. Rispondono i rossoblù con ordine tattico nel modulo 4 – 2 – 3 – 1 scelto, ritmo gara sostenuto che risulterà nocivo ai gialloazzurri. Gli spazi sono inizialmente ben ostruiti su entrambi i fronti, si fanno notare i continui ribaltamenti nella ricerca dello spunto decisivo. Il sostanziale equilibrio viene interrotto soltanto al 15°, Pattarello sul lato corto di sinistra dal fondo offre l’assist arretrato a pelo d’erba per Trovade appostato al limite, mancino telecomandato di prima intenzione a scendere un palmo sopra la traversa. Seppur potenziale, un’occasione capita anche ai padroni di casa al 25°, apertura effettuata da Errico sulla corsa del compagno di reparto Tribuzzi ai trenta metri, coraggioso destro immediato nel tentativo di sorprendere il portiere Ravaglia avvistato fuori dai pali, coefficiente di difficoltà troppo elevato. Il dispendio di energie finisce per sottolineare le lacune della squadra di mister Galluzzo, così il Bologna cresce rendendosi pericoloso due volte su azione d’angolo intorno alla mezz’ora. Al 28° gli sviluppi dalla bandierina premiano al tiro dalla distanza Silvestro a sorvolare la trasversale, insidia autentica al 30° con il colpo di testa schiacciato nel mucchio da un giocatore ospite, reattivo a terra il numero uno Palombo. L’asse mediano fatica in fase di contenimento a protezione della retroguardia, l’attacco è tutt’altro che pungente e gli emiliani segnano al 38° un gol che suona da ko, il terzino Cococcia in proiezione offensiva cincischia sulla destra dando il via al contropiede micidiale, Pattarello rifinisce all’ingresso in area per bomber Okwnkwo che corona il suo instancabile movimento di destro in diagonale chirurgico radente nel sacco, 0 – 1. Il Frosinone perde lucidità e geometrie, Okwnkwo invece è scatenato al 41°, movenze che ammaliano ai sedici metri, destro ancora rasoterra imparabile sul palo. Un minuto dopo, il siluro di Silvestro da mattonella centrale sfiora il montante alla sinistra di Palombo proteso in tuffo. Neanche dalla sorte arriva un aiuto. Nel recupero accordato, al 47°, il Bologna capitalizza nuovamente, sempre Pattarello libero di creare le premesse con un filtrante sul filo del fuorigioco che Trovade spinge in rete a tu per tu con Palombo, 0 – 2. La punizione è severa all’intervallo, nel secondo tempo però il Frosinone manca totalmente di reazione non dando motivo di credere nella rimonta. Lo schieramento resta immutato ed esposto alle iniziative bolognesi, piazzato rapido al 56° che smarca al cross da destra Callegari, lungo per la sponda di testa da parte di Okwnkwo, a centro area incorna Brignani provocando l’intervento risolutore di Contucci a sventare il tutto sulla linea. In confusione Origlia regala lo 0 – 3 al 65°, passaggio orizzontale dall’out di destra ai cinquanta metri sbagliato, Tabacchi verticalizza lanciando Okwnkwo che in velocità supera Palombo depositando la doppietta personale. Inoltre, si registrano il mancino a giro di Frabotta al 70° che sorvola l’incrocio su palla inattiva dai diciotto metri, poi la soluzione balistica dalla trequarti trovata da Tabacchi in pallonetto a centrare in pieno il palo alla sinistra di Palombo. In ultimo, al 91°, il Bologna dilaga nel punteggio, Palombo all’altezza dei quaranta metri rinvia sulla pressione di Djibril che usufruisce del rimpallo per correre felice verso la porta ormai sguarnita, 0 – 4. Giornata storta per molteplici aspetti quindi, da analizzare in attesa di tornare in campo il 12 ottobre a Crotone in Tim Cup.

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2016

Share Now

Articoli correlati