FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

PRIMAVERA, FROSINONE – ROMA

CAMPIONATO PRIMAVERA TIM – 20° giornata
“Città dello Sport” Ferentino – Sabato 4 marzo 2017
FROSINONE – ROMA 2 – 3
FROSINONE: Palombo, Cococcia (41° Martino), Mamic, Centra, Mastrantonio, Contucci, Tribuzzi, Besea (77° D’Aguanno), Volpe, Errico (84° Origlia), Tribelli. A disposizione: Galantini, Viti, Lucciarini, Gori. All. Sig. Galluzzo.
ROMA: Crisanto, De Santis, Pellegrini, Nani, Marchizza, Bordin (69° Marcucci), Frattesi, Valeau, Tumminello, Coly (88° Meadows), Soleri. A disposizione: Greco, Ciofi, Kastrati, Grossi, Cappa, Franchi, Diallo, Omic, Visconti. All. Sig. De Rossi.
ARBITRO: Sig. Prontera (Bologna).
ASSISTENTI: Sig. De Palma e Sig. Pizzi (Termoli).
MARCATORI: 11° Errico (F), 13° aut. Contucci (R), 15° Volpe (F), 40° Tumminello (R), 66° Soleri (R).
AMMONITI: Errico, Martino, Nani.
NOTE: recuperi 2°pt e 4°st; angoli 6 – 8.

FERENTINO – Vince in rimonta 2 – 3 la Roma a Ferentino, sconfitta la Primavera giallazzurra raggiunta due volte sulla parità nel primo tempo dai ragazzi di mister De Rossi. È stato un Frosinone diverso, in grado di mettere in seria difficoltà la formazione giallorossa per poi scendere d’intensità nella ripresa. Mister Galluzzo vara un 4 – 3 – 1 – 2 che annovera tra le proprie fila il terzino sinistro Mamic, a centrocampo Besea, in attacco Volpe. Tutta la squadra ne giova, sensazione di solidità nei vari reparti, equilibrio sostanziale imposto al 4 – 3 – 3 romanista in avvio. Dopo un paio di break effettuati sull’asse mediano dai frusinati senza esito, 1 – 0 all’11° grazie ad una prodezza personale di Errico, il trequartista può finalmente incidere libero da compiti di copertura e lo fa accentrandosi dal vertice sinistro, destro a giro potente e preciso a far morire la traiettoria in gol sotto l’incrocio del palo lungo. L’esultanza dura un attimo, al 13° azione rocambolesca in area canarina culminata nell’autogol di Contucci che vale l’1 – 1. Non c’è tregua, iniziative su entrambi i fronti, 2 – 1 siglato da Volpe già al 15°, si distendono da destra a sinistra i padroni di casa al cross dal fondo con Mamic, perfetto per il colpo di testa nel sacco all’altezza dell’area piccola del centravanti. Ancora Volpe al limite sulla sinistra cerca una magia al 17°, intelligente conclusione bassa di destro a sfilare a lato di poco sul montante lontano. In questa fase si legittima il parziale, ad un passo dalla terza rete al 29°, dal fondo a destra Tribuzzi calibra teso sul secondo palo dove trattenuto Besea in tuffo di testa indirizza appena fuori. La Roma si riaffaccia in avanti al 37°, Frattesi imbuca nei sedici metri a sinistra a favore di Coly, tempestiva la chiusura di Cococcia. Così doppiamente beffardo il 2 – 2 al 40°, un cross profondo da destra innesca sotto porta Soleri in sospetto fuorigioco, l’attaccante ha modo di controllare per l’assist arretrato che Tumminello scaraventa in rete da sei – sette metri. Risultato stretto al Frosinone quando si torna negli spogliatoi, motivato e migliorato dagli innesti di giornata a garantirne una maggiore spinta. Tornati sul rettangolo verde gli ospiti cambiano assetto tattico, difesa a tre mal digerita dai ciociari che perdono il pallino del gioco non riuscendo ad essere più pericolosi. Capitolini vicini a ribaltarla al 55°, mancino deciso di Tumminello ai venti metri in posizione centrale e palo pieno alla destra del portiere Palombo. L’atteggiamento prudente non premia, Roma adesso aggressiva che vuole e ottiene il 2 – 3 al 66°, azione veloce verticale in bello stile che apre a sinistra verso Coly, cross d’esterno destro per il tocco a volo di Soleri in gol davanti Palombo. Il calo avvertito costringe mister Galluzzo ad inserire una punta di ruolo al 77°, esce Besea ed entra D’Aguanno per un tridente puro con Volpe e Tribelli a sinistra. Perdura l’assenza di chiare occasioni, anche a causa di un arbitraggio non proprio casalingo che blocca varie volte la possibilità di ripartire rapidamente in contropiede. La Roma quindi quasi la chiude all’82°, se ne va fino a ridosso del limite Marcucci che opta egoisticamente per il tiro rasoterra a sfiorare il palo alla destra di Palombo. Nel recupero, al 93°, Volpe nel tentativo sbagliato di rinviare un corner alza il pallone un palmo sopra la trasversale, ultimo sussulto di un match dai due volti che la Roma fa suo meritando il sorpasso nella seconda frazione. Al Frosinone resta la prestazione comunque positiva, importante in vista della trasferta di sabato prossimo contro il Cagliari.

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2017

Share Now

Articoli correlati