FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

PRIMAVERA, FROSINONE – SALERNITANA

CAMPIONATO PRIMAVERA TIM – 12° giornata

“Cittadella dello Sport” Ferentino – Sabato 17 dicembre 2016

FROSINONE – SALERNITANA  3 – 1

FROSINONE:  Faiella,  Contucci  (62° Cococcia),  Viti,  Calcagni,  Centra,  Pedrazzini,  Tribuzzi,  Gori  (92° Lucciarini),  Modesti  (85° Origlia),  Errico,  Tribelli. A disposizione:  Galantini,  Martino,  Cristofari,  Palmieri. All. Sig. Galluzzo.

SALERNITANA:  Iliadis,  Nardecchia,  Vignes  (55° Somma),  Amabile,  De Angelis,  Terrone,  Proto  (84° Cenaj),  Garofalo  (55° Gaeta),  Maione,  Paolella,  Carrafiello. A disposizione:  Scolavino,  Libertino, Perpignano,  Siciliano,  Chiusi.  All. Sig. Savini.

ARBITRO:  Sig. Strippoli  (Bari).

ASSISTENTI:  Sig. Spiniello  (Avellino), Sig. Lombardi  (Castellammare di Stabia).

MARCATORI:  6° Paolella  (S), 11° rig. Tribelli  (FR), 47° Tribelli  (FR), 75° Tribelli  (FR).

ESPULSI:  77° Amabile  (S), per condotta violenta, 83° Errico  (FR), per condotta violenta.

NOTE:  recuperi 0°pt e 3°st;  angoli 4 – 3. Al 71° Maione fallisce un calcio di rigore a favore della Salernitana.

 

FERENTINO – Rimonta, vince e conquista il primo successo casalingo della gestione Galluzzo la Primavera del Frosinone. Risultato di 3 – 1 ampiamente meritato imposto alla Salernitana, lasciata in coda alla classifica del Girone C e staccata a quota 7 punti alla vigilia delle vacanze natalizie. È accaduto praticamente di tutto nell’arco del match, compreso una superiorità manifesta dei frusinati raramente affiorata in stagione. Da dire che l’avvio non è stato dei migliori, al 6° vantaggio ospite propiziato sulla sinistra, concessa libertà al cross dai canarini altrettanto leggeri in copertura a centro area, sfila il pallone sotto porta dove sbuca Paolella di destro in gol. Ricchissima di spunti salienti, la gara ha visto come protagonista indiscusso Pietro Tribelli, esterno offensivo adattato per necessità al ruolo di seconda punta, calatosi totalmente nella parte fino a rifilare una splendida tripletta personale ai malcapitati avversari. Compito per lui non semplice all’11°, Errico attende un tempo di gioco inventando un lancio verticale perfetto in area sul centravanti gialloazzurro Modesti, Nardecchia scavalcato tocca di mano mandando Tribelli sul dischetto, 1 – 1 provvidenziale. La reazione del 4 – 3 – 1 – 2 di mister Galluzzo mette bene in mostra un pimpante terzino sinistro Viti, la sostanza della mezz’ala destra Tribuzzi, la qualità del rifinitore Errico, oltre il mattatore di giornata Tribelli favorito dalla prestazione corale. Preso d’assalto dopo il pareggio il 3 – 4 – 2 – 1 granata, corner sul secondo palo al 19° che di destro a volo il difensore Pedrazzini indirizza a colpire il montante più vicino. Buona anche la manovra il minuto seguente, da Gori profondità a sinistra verso Viti, cross teso di prima intenzione impattato alto di testa dal suo dirimpettaio di destra Contucci. Ispirato Errico disegna calcio al 24°, palla imbucata morbida sul movimento di Tribelli defilato nei sedici metri a destra, girata immediata in mezzo dove non c’è nessuno pronto a raccogliere. Pressione insistita, al 27° Errico sguscia via a sinistra penetrando in area, Tribelli nel prosieguo dell’azione batte di destro tra un nugolo di maglie da non più di sei – sette metri tra le braccia di Iliadis. La sofferenza campana viene alleviata al 37°, combinazione sulla destra Proto – Garofalo dentro forte dalla linea di fondo, quasi arriva la deviazione vincente ravvicinata di Maione. Al di là della rete regalata inizialmente, complessivamente positiva la prova del Frosinone in parità al riposo. Il predominio si concretizza così in apertura di ripresa al 47°, smista sulla destra Errico innescando Tribuzzi, rapidamente il centrocampista avanza a ridosso del limite sfornando l’assist filtrante per Tribelli, incrociato il destro finisce nel sacco, 2 – 1. Poi ancora Tribuzzi in evidenza, conclusione appena fuori area di destro ad uscire non distante dal bersaglio grosso al 49°. Pericolosa sul fronte opposto in contropiede la Salernitana al 53°, Maione riceve direttamente dal portiere Iliadis, passaggio su Paolella che trova il modo di imbeccare centralmente il mancino ciccato da Carrafiello nella ghiotta occasione. Si prosegue a ritmo di opportunità mancate, da un’iniziativa dell’infaticabile Tribuzzi giunto sul lato corto di destra il potenziale 3 – 1 al 57°, spiove in area piccola il suggerimento sulla testa di Modesti arginato. Nuovamente Modesti può chiuderla al 59°, aggirato in corsa Iliadis il suo destro finisce fuori davanti lo specchio. Ci sarebbe da recriminare per lo striminzito parziale, ad un soffio dalla terza segnatura al 68° quando Gori da trequarti campo vede e serve con una parabola precisa Tribelli al limite, volante il tentativo dell’attaccante va a sfiorare la traversa. Invece l’incontro rischia seriamente di riaprirsi al 71°, scatto perentorio di Somma all’ingresso in area strattonato da Centra, rigore eseguito da Maione che Faiella intercetta e para a terra battezzando l’angolo alla sua destra. Quindi Tribelli decide di fare giustizia da solo, eluso il fuorigioco ed in dribbling Iliadis uscito sul vertice destro, successivo tiro del 3 – 1 da fuori al 75°. Potrebbe bastare, in realtà nel finale c’è spazio per il nervosismo sia di Amabile che di Errico, entrambi espulsi per gioco violento rispettivamente al 77° ed all’83°, dieci contro dieci. Inoltre capitan Calcagni e Tribuzzi non infieriscono ad un passo dal poker, senza macchiare l’esito di una partita largamente condotta in porto dal Frosinone pur con le note difficoltà. Importante respiro in vista di Virtus Entella – Frosinone del prossimo 14 gennaio 2017.

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2016

Share Now

Articoli correlati