PRIMAVERA SCONFITTA IN CASA DAL LECCE (0-3) ALL’ESORDIO IN CAMPIONATO

 In Breaking News, Settore Giovanile

FROSINONE: Trovato, Potenziani (40’ st Di Palma), Coccia, Schiavella (34’ st Battisti), Vecchi, Nigro, Maugeri (34’ st Piacentini), Selvini (31’ st Maestrelli), Morelli, Vitalucci, Peres.

A disposizione: Vilardi, Pacetti, Mattarelli, D’Agostino, Jirillo.

Allenatore: Marsella.

LECCE: Viola, Pierno, Scialanga, Macrì, Gianfreda, Ciucci, Travaglini (35’ st Piazza), Schirone, Oltremarini, Ortisi (48’ st Semeraro), Mancarella (40’ st Lemmens Mats).

A disposizione: Cultrato, Pani, Medico, Bianco, Daka.

Allenatore: Grieco.

Arbitro: Grasso di Ariano Irpino (Av); assistenti Pizzoni di Frattamaggiore (Na) e Romano di Isernia.

Marcatori: 1’ pt Ortisi, 10’ pt Oltremarini, 48’ st Piazza.

Note: partita a porte chiuse; angoli: 5-4 per il Frosinone; ammoniti: 16’ pt Selvini, 35’ pt Macrì; recuperi: 0’ pt; 3’ st.

FERENTINO – Non riesce il bis alla Primavera del Frosinone nel giro di tre giorni. I ragazzi di Marsella pagano ancora una emergenza diffusa (out Santi, Santarpia, Giordani, Luciani, Orlandi, De Julis e De Blasio) oltre all’enorme sforzo psico-fisico della gara di Coppa Italia vinta 6-2 con la Salernitana e cedono 3-0 all’esordio ufficiale nel campionato Primavera2 dopo il rinvio della prima a La Spezia.

PRIMO TEMPO – Avvio in salita per i giallazzurri che dopo appena 40’’ prendono gol:  Potenziani e Vecchi non si intendono, si impadronisce del pallone Mancarella che serve Ortisi, controllo e botta di sinistro per l’1-0. Che sia una giornata storta se ne ha la riprova qualche minuto dopo, esattamente al 10’: difesa del Frosinone lenta sulla verticalizzazione di Macrì per Oltremarini che brucia Vecchi sullo scatto e batte Trovato in uscita disperata. Due a zero per il Lecce e montagna da scalare a mani nude.

Il Frosinone cerca di riorganizzarsi, i ragazzi di Marsella sembrano anche meglio disposti in mezzo al campo: al 30’ Peres ruba palla a Macrì, serve Morelli alle spalle della linea difensiva ospite, controllo, dribbling che brucia Gianfreda e appoggio per l’accorrente Vitalucci che avrebbe dovuto semplicemente appoggiare in porta ma Selvini lo anticipa e la grande occasione per riaprire la gara sfuma.

Ancora Frosinone però al 36’: veloce capovolgimento di fronte, con Peres che serve Vitalucci, palla a Morelli e ancora per Vitalucci ma il salentino Viola, ben protetto da Pierno, anticipa il giallazzurro e salva la porta del Lecce dalla capitolazione. Frosinone in difficoltà al 38’, con Coccia che sbaglia il controllo, Schirone trova un ottimo corridoio per il solito Travaglini, controllo e cross ma arriva a liberare provvidenzialmente Potenziani. Primo tempo complicato per i canarini che vanno al riposo sotto di due reti. Gol decisamente regalati, frutto di disattenzioni (giovanili) individuali.

IL SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con 6’ Coccia che perde palla, Ortisi riceve e va sul fondo, scarico per Schirone che, solissimo, dai 16 metri, manda la palla alle stelle. Il Lecce spinge e al  7’ Vecchi e Nigro perdono il duello con Oltremarini che va sul fondo, palla a Mancarella che si avvita e tira dai 5 metri, fantastico salvataggio di Trovato che manda in corner. Il Frosinone torna a farsi vedere al 9’ con Vitalucci che addomestica un pallone ai 18 metri, si gira e lascia partita un gran bordata ma il tiro finisce fuori. Due minuti dopo protagonista il portiere del Frosinone, Trovato, su Oltremarini lanciato dall’ottimo Schirone in azione stile-rugby

Dopo la girandola di cambi il Frosinone spinge il Lecce nella propria metà campo, collezionando una serie di angoli. Al 46’ corner di Peres, Nigro arriva sul pallone ma Viola respinge il gran tiro, quindi palla ancora a Nigro, staffilata ed ancora Viola ottimo nella respinta. Il pallone esce dall’area di rigore, Coccia prova a controllarla due volte, ma Ortisi e Piazza gliela rubano con un break in tandem, lo stesso Piazza si invola verso la porta di Trovato, nell’area canarina arriva Peres a contrastarlo e per l’arbitro è rigore che il numero 10 realizza con un ‘cucchiaio’.

Per il Frosinone un secondo tempo molto generoso, solo nel finale, però, si è vista qualche giocata di qualità. E una sconfitta che deve essere metabolizzata al più presto. Bene il Lecce, formazione che fa della fisicità generale e di qualche individualità di spicco il punto di forza. I salentini restano a punteggio pieno dopo due gare.

Nel prossimo turno il Frosinone sarà di scena a Pescara sabato 24 ottobre ma mercoledi prossimo i giallazzurri recupereranno la gara con la Spezia della 1.a di campionato.

 

Articoli Recenti