FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

SFIDA INEDITA PER LONGO E ANCELOTTI, QUEL SAPORE PARTICOLARE PER CIANO E MAIELLO

Frosinone e Napoli è una sfida nata praticamente nel terzo Millennio. Curiosamente il Napoli e il Frosinone si sono portate fortuna a vicenda due stagioni su tre: la prima promozione in B dei giallazzurri arrivò al culmine del campionato di serie C1 vinto dalla squadra allora allenata dea Edy Reja, la prima salvezza in B arrivò – l’anno successivo – quando gli azzurri vinsero il campionato nella stagione dei cadetti più irripetibile, con tante big ai nastri di partenza. Il bilancio chiaramente è favorevole agli azzurri anche se al San Paolo il Frosinone ha ottenuto due pareggi, uno in C1 (1-1) e l’altro in B (1-1). Nella stagione di serie A invece dominio partenopeo, 5-1 al Comunale e 4-0 al San Paolo con record finale di gol firmati da Higuain al termine di quel campionato, con 36 reti.

SAN PAOLO BUNKER –  Il Napoli è rimasta una delle 3 squadre della serie A ancora imbattute in casa, come Juventus e Cagliari. I partenopei fanno risultato al San Paolo da 15 gare di fila, con 11 partite vinte e 4 pareggiate. Ultimo pari con il Chievo (0-0). L’ultimo k.o. risale al 3 marzo 2018, vittoria della Roma 4-2 in campionato.

IL RECORD DI ZIELINSKI – Piotr Zielinski, se scenderà in campo, taglierà il traguardo delle 200 partite nel calcio italiano dove finora somma 168 gettoni in serie A, 9 in coppa Italia, 22 nelle coppe europee. Esordio il, le maglie indossate quelle di Udinese, Empoli e Napoli.

INSIGNE FONDAMENTALE – Il Napoli dipende molto dalle fortune di Lorenzo Insigne, capocannoniere di squadra in serie A (7 gol, come Mertens) e giocatore più decisivo dell’intero torneo, avendo portato con i suoi gol determinanti 15 dei 32 punti azzurri. Insigne non fa gol da un mese. Mai a segno con il Frosinone che però è stata vittima preferita nelle Giovanili, con 2 vittorie ed altrettanti gol con la Primavera.

IL QUARTO D’ORA PARTICOLARE – Il Napoli è la formazione della serie A che segna il maggior numero di gol nei primi 15’ di gara: 7. Il Frosinone nel primo quarto d’ora ha subìto 4 reti tutte decisive ai fini della sconfitta: con Atalanta, Sampdoria, Roma e Inter.

OCCHIO AI CAMBI AZZURRI –  Il Napoli è la prima squadra della Serie A 2018/19 per gol con subentranti: 8 le reti azzurre dalla panchina, firmate rispettivamente da Mertens, Milik e Ruiz (2 ciascuno), Insigne e Rog (1 a testa)

IL FROSINONE DA REGISTRARE – Dopo 14 turni della serie A 2018/19 Frosinone con l’attacco più anemico del torneo: 11 gol segnati, gli stessi del Chievo Verona. I giallazzurri subiscono il maggior numero di reti nei primi 15’ della ripresa (6 gol al passivo dal 46’ al 60’) e nei 15’ finali di partita (dal 76’ al 90’ inclusi recuperi, 9 reti subite).

GLI EX – Nel Frosinone ci sono Camillo Ciano e Raffaele Maiello. Ciano è di Marcianise, provincia di Caserta. Maiello è di Acerra, hinterland di Napoli. Cresciuti nel settore giovanile del Napoli, non hanno avuto grandi spazi in maglia azzurra. Il Frosinone punta anche sul loro desiderio di rivalsa.

I PRECEDENTI – Primo confronto tecnico in partite ufficiali tra i due allenatori Carlo Ancelotti e Moreno Longo. Ancelotti sfida per la prima volta in partite ufficiali, da allenatore, il Frosinone. Lo stesso vale per Longo con gli azzurri.

L’ARBITRO – Gianluca Manganiello è nato a  Pinerolo (To), esordio in A nel 2014.  Un solo precedente con il Napoli, la scorsa stagione (Napoli-Chievo 2-1). Nove i precedenti con il Frosinone che partono dalla Prima Divisione. Quattro le vittorie canarine (anche un derby a Latina), tre pareggi (due in questa stagione, entrambi 0-0, con Bologna e Parma) e due sconfitte con il direttore di gara piemontese.

Giovanni Lanzi

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2018

Share Now

Articoli correlati