FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

UNDER 17, FROSINONE – PERUGIA

CAMPIONATO UNDER 17 SERIE A e B – 15° giornata

“Cittadella dello Sport” Ferentino – Domenica 15 gennaio 2017

FROSINONE – PERUGIA  1 – 1

FROSINONE:  Marcianò,  Ghazoini,  Esposito,  Camilleri,  Marchizza  (44° Capodanno),  Petroni  (41° Altobello),  Simonelli,  Verde,  Alfonsetti  (70° Cancelli),  De Cicco,  Natalucci  (41° Menegat). A disposizione: Falzano,  Borgia,  D’Angeli.  All. Sig. Rosa.

PERUGIA:  Cucchiararo,  Fracassini  (63° Santini),  Chirilenco,  Subbicini,  De Paola  (51° Battistelli), Pietrangeli,  Barbarossa  (63° Duranti),  Bagnolo,  Orlandi,  Settimi,  Filoia. A disposizione:  Bocci,  Pretti, Martinelli,  Brilli.  All. Sig. Petrini.

ARBITRO:  Sig. Arena  (Torre Del Greco).

ASSISTENTI:  Sig. Bonavita  (Latina), Sig. Picini  (Roma2).

MARCATORI:  30° Filoia  (P), 43° aut. Chirilenco  (FR).

ESPULSI:  67° Esposito  (FR), per gioco falloso.

AMMONITI:  Esposito, Fracassini, Settimi.

NOTE:  recuperi 2°pt e 3°st;  angoli 5 – 6. Al 61° Filoia fallisce un calcio di rigore a favore del Perugia.

 

FERENTINO – Pareggio casalingo 1 – 1 per l’Under 17 del Frosinone contro il Perugia nella seconda giornata di ritorno del Girone C. Un punto che lascia interdetti visto l’andamento dell’incontro, lungamente equilibrato nel primo tempo fino al vantaggio ospite maturato alla mezz’ora, di difficile lettura nella ripresa dove i gialloazzurri trovano la parità in apertura grazie ad un autogol, per poi resistere in inferiorità numerica scampando anche ad un calcio di rigore fallito dagli umbri al 61°. In un clima freddo dalle temperature proibitive, è sembrata mancare alla squadra di mister Rosa la necessaria cattiveria agonistica per far suo il match, nonostante il Perugia abbia dimostrato di essere formazione ostica di centro classifica ben amalgamata e dalle buone individualità. Frosinone che cambia pelle inizialmente schierato 4 – 2 – 3 – 1 con il duo De Cicco – Verde a centrocampo, Natalucci è il raccordo avanzato sulla trequarti fiancheggiato da Simonelli a sinistra e Petroni a destra, Alfonsetti unica punta. Gli avversari propongono un 4 – 5 – 1, prolungata la fase di studio pericolosa al 10° la punizione a due dal vertice sinistro calciata da Simonelli con forza sull’esterno basso della rete. I padroni di casa provano a condurre il gioco maggiormente, Perugia che si limita ad agire di rimessa sorpreso al 14° da una discesa del terzino sinistro Esposito, scarico corto ai venti metri su Simonelli di destro a scendere alto di poco. Vicinissimi al gol i perugini invece al 16°, corner ad uscire impattato di testa da Pietrangeli che centra l’incrocio dei pali. Tra i frusinati si disimpegna egregiamente Camilleri in difesa, sulla linea mediana difficoltà a causa del folto assembramento umbro. Come detto, è una gran giocata a sbloccare la partita al 30°, Filoia riceve ai diciotto metri leggermente a destra accentrandosi rapidamente, finta e contro finta ai danni di Esposito per lasciar partire un mancino chirurgico che tocca terra e s’insacca sul primo palo, 0 – 1. I canarini sentono il colpo subito e sbandano due volte a cavallo del 33°, Pietrangeli ancora insidioso di testa su calcio d’angolo tra le mani di Marcianò, quindi Filoia a destra si incunea nei sedici metri offrendo l’assist a Bagnolo all’altezza dell’area piccola, mancino spedito fuori da posizione ottimale. La reazione si esaurisce al 37°, tiro a volo di destro dai venti metri tentato da De Cicco direttamente a lato alla sinistra del portiere Cucchiararo, 0 – 1 si torna negli spogliatoi. Dopo l’intervallo immediata doppia sostituzione tra le fila ciociare, rinforzato il reparto offensivo con l’inserimento di Altobello, si passa al 4 – 3 – 3 con Menegat in mezzo al campo. Rocambolescamente è parità al 43°, corner affilato di Simonelli a rientrare, maldestro Chirilenco indirizza nella sua porta l’1 – 1. Maggiore incertezza e vivacità, dalla bandierina insidioso il Perugia in risposta al 46°, sviluppi a carambolare nel cuore dell’area tra i piedi di Pietrangeli, girata a rete di sinistro che Marcianò para ben piazzato. Bellissimo sul fronte opposto lo spunto del Frosinone al 50°, verticalizzazione radente e profonda di De Cicco su Altobello al limite, sponda sulla quale Simonelli si esibisce in un dribbling stretto penetrando nei sedici metri, ribattuta in corner da Cucchiararo in uscita la sua conclusione ravvicinata. È sempre l’interessantissimo Filoia a fare e disfare al 61°, sul lato corto di destra punta Esposito che l’arbitro reputa falloso nell’intervento in area, dal dischetto si presenta lo stesso Filoia ipnotizzato da Marcianò che inchioda l’1 – 1. Successivamente, a seguito di un destro potente ma impreciso di Simonelli, al 67° appare eccessiva la decisione del direttore di gara che espelle con rosso diretto Esposito franato su Filoia in zona morta in prossimità delle panchine. Il match risulta addirittura più aperto e sicuramente acceso, il Perugia si scopre rischiando in un paio di circostanze non senza rammarico in contropiede, Marcianò miracoloso in tuffo alla sua sinistra sul tentativo sotto misura di Orlandi al 79°. Nel finale la palla da tre punti è del Frosinone, Altobello lanciato in area a destra da una scorribanda di Ghazoini decide egoisticamente, Simonelli solo davanti lo specchio vede il destro del compagno prolungato in corner da Cucchiararo a fil di palo. È l’ultimo sussulto, termina 1 – 1 tra due compagini che ad oggi si equivalgono, domenica prossima in trasferta sul campo del Palermo saranno i rosanero a testare il percorso di crescita del Frosinone.

Riproduzione riservata. Copyright Frosinone Calcio © 2017

Share Now

Articoli correlati