FrosinoneCalcio
Sito ufficiale

VINCE IL BETIS 3-1, IL FROSINONE DELLA RIPRESA NON SFIGURA

FROSINONE (3-5-2): Sportiello (1′ st Bardi, 33′ st Iacobucci); Goldaniga (1′ st Chibsah),Terranova (1′ st Salamon), Krajnc (1′ st Ariaudo); M. Ciofani (1′ st Brighenti, 34′ st Ghiglione),Sammarco (1′ st Soddimo), Maiello, Hallfredsson(1′ st Crisetig), Molinaro (1′ st Beghetto); Perica(1′ st Ciano), Dionisi (1′ st Matarese, 34′ stBesea).

A disposizione: Verde, Errico, Esposito.

Allenatore: Longo.

BETIS SIVIGLIA (352): Robles; Feddal (1′ stSidnei), Bartra (1′ st J. Garcia), Mandi (1′ stFrancis); Junior (14′ st Tosca), Guardado (1′ stSergio Leon), Canales (1′ st Kaptoum), Carvalho(1′ st Darko), Barragan; Moron (1’st Boudebouz), Inui (1′ st Sanabria).

A disposizione: Dani Rebollo, Edgar.

Allenatore: Setien.

Arbitri: sig. Marco Guida di Torre Annunziata; assistenti: sigg. Alfonso Marrazzo di Frosinone e Valentino Fiorito di Salerno.

Marcatore: 44′ pt Moron, 4′ st Sanabria, 23stCiano, 35′ st Sergio Leon.

Note: spettatori: circa 5.000; angoli: 63 per il Betis; espulsi: 44′ pt Maiello e Barragan; recuperi:

FROSINONE Al ‘Benito Stitrpel’amichevole di lusso col Betis Siviglia, formazione della Liga spagnola qualificata alla prossima edizione della Europa League, se l’aggiudicano gli ospiti con il punteggio di 3-1. Il Frosinone per la prima volta in questo precampionato si presenta davanti ai propri tifosi non sfigura soprattutto nella ripresa di fronte al blasone degli avversari. Primo tempo al piccolo trotto, meglio per entrambe le squadre la ripresa.

IN CAMPOLongo si presenta con un 3-5-2 con Sportiello tra i pali, Terranova al centro della difesa con Goldaniga e Krajnc ‘bracci corti’ del pacchetto arretrato. In mezzo al campo Maiello è il metronomo, Hallfredsson e Sammarco gli interni, Molinari e Matteo Ciofani ‘quinti’ di centrocampo. In attacco il duo Perica-Dionisi. Cinque dei 9 acquisti in campo dal 1′, gloi altri in panchina compreso l’ultimo arrivato Salamon. Sul fronte degli spagnoli, il tecnico Setien si schiera a specchio, con una formazione che modifica in continuazione davanti al portiere Robles.

BETIS PIU’ RAGIONATORE, FROSINONE A FOLATEPronti e via e al 1′ occasione per gli spagnoli, Barragan ruba palla a Molinaro e detta al centro ma nessuno dei tre attaccanti del Betis si fanno trovare pronti all’impatto con la palla. E’ ancora il Betis a farsi pericoloso al 6′, la squadra di Setien parte a ventaglio, palla larga per Juniorche va ad occupare nella fase di possesso la posizione di attaccante aggiunto, tocco in mezzo per Morin e respinta di piede da parte di Sportiello. Risponde il Frosinone con una bella azione di Dionisi che parte da posizione centrale, chiama al movimento Perica e lo serve appena dentro l’area di rigore ma sull’ex dell’Udinese fa buona guardia Bartra. Il Betis che predilige la manovra in ampiezza crea ancora un’azione pericolosa: palla morbida di Carvalho per lo scatto di Inui, bravo Goldaniga e Sportiello a contenere il tocco in angolo. La partita sonnecchia, i ritmi sono da precampionato ma quando il Frosinone accelera punta tutto su Dionisi, come al minuto 25 quando l’attaccante reatino parte ancora una volta all’altezza del cerchio di centrocampo, profondità per 30-40palla al piede e scarico su Molinaro bravo ad accentrarsi ma fermato al momento del tiro dentro l’area di rigore. Nello stretto la squadra di spagnola crea ancora una ghiotta occasione ma Sportiello legge bene l’attimo dell’ultimo passaggio di Inui e anticipa in uscita Moron. Un po’ di confusione nell’area giallazzurra poco dopo la mezz’ora ma il tocco di un avanti spagnolo esce di poco. Poco prima del 40′ si lancia in velocità Perica sul tocco di Dionisi, stop al limite dell’area a destro che va un paio di metri alla sinistra di Robles.

FINALE DI TEMPO BOLLENTEA 1′ dal fischio succede di tutto: prima il Betis passa per una indecisione in difesa tra Sportiello e M. Ciofani che non valutano il rimbalzo di un pallone ‘morto’, con Moron che ne approfitta insaccando in mezza rovesciata. Poi alla ripresa uno scontro di gioco, Maiello prende un colpo in pieno volto da Barragan, per il direttore di gara sotto la doccia anzitempo entrambi.

RADDOPPIO BETIS, MAGIA DI CIANO, SERGIO LEON SIGILLA Frosinone e Betisrivoluzionati al rientro in campo. I due allenatori fanno partire la girandola di cambi per dare spazio a tutti. E spagnoli al raddoppio al 4′, taglio per Sanabria che si infila a destra nell’area giallazzurra e batte Bardi con un diagonale. La partita ristagna anche per il gran caldo cheabbraccia come una cappa asfissiante il ‘Benito Stirpe’. Ma all’improvviso si accende. Ed è anche un Frosinone più sciolto della prima frazione di gioco. Da un’azione di calcio d’angolo un pericolo lo crea la squadra di Longo, Soddimo sfiora il palo con una traiettoria maligna. E poi ancora da angolo, la palla di Ciano sulla quale si avventa Ariaudo in ‘estirada‘ volante sfiora il palo opposto all’angolo di tiro. Il gol per i giallazzurri però è nell’aria. E lo realizza Ciano servito nello spazio da Matarese, un fendente dai 25 metri scagliato mentre si accentra da destra non lascia scampo a Robles sotto la Nord. Gran gol. Il fantasista napoletano riparte così dalla fine, dal 2-0 dell’apoteosi al Palermo la sera del 16 giugno scorso. Poco dopo la mezz’ora entrano Ghiglione, Besea e Iacobucci per Brighenti, Matarese e Bardi ma per il neo portiere canarino nemmeno il tempo di posizionarsi tra i pali che Sergio Leon servito da Sanabria aggira Salamon e infila il 3-1 dalla stessa posizione del gol precedente. Ed è ancora Sergio Leon a materializzarsi alle spalle della difesa canarina ma sul tiro a botta sicura è bravo Iacobucci a deviare in angolo ed a strappare i primi applausi dal suo nuovo pubblico. Nel finale ancora Iacobucci due volte in evidenza a salvare il possibile 1-4 entrambe le volte su Sergio Leon, nel mezzo un colpo di testa di Ghiglione a botta sicura deviato in angolo da un difensore spagnolo. Il triplice fischio finalevede il risultato sul 3-1 e gli applausi del pubblico per i giallazzurri e per il portiere Iacobucci.

Giovanni Lanzi

Share Now

Articoli correlati