UNDER 16, FROSINONE – ROMA

CAMPIONATO UNDER 16 SERIE A e B – 18° giornata

“Città dello Sport” Ferentino – Domenica 12 febbraio 2017

FROSINONE – ROMA  2 – 5

FROSINONE:  Liberatori,  Antonellis Luca,  Ventura,  Ortenzi  (53° Nascimben),  Esposito,  Pescosolido, Merola,  Candelaresi  (45° Beu),  Bonifazi  (74° De Carolis),  Antonellis Davide,  Veneruso. A disposizione: Branca,  Murataj,  Orchi,  De Florio.  All. Sig. Marsella.

ROMA:  Anatrella,  Parodi,  Semeraro  (53° Antenori),  Proietto  (82° Tomassini),  Santese,  Laurenzi  (41° Cataldi),  Cangiano  (82° Marini),  Greco,  Barbarossa  (53° Meo),  Simonetti  (61° Silipo),  Bamba  (61° Molinari). A disposizione:  Giuliani.  All. Sig. Rubinacci.

ARBITRO:  Sig. Nana  (Aprilia).

ASSISTENTI:  Sig. Savoi e Sig. Fiorini  (Frosinone).

MARCATORI:  3° Merola  (F), 6° Simonetti  (R), 18° Simonetti  (R), 22° rig. Cangiano  (R), 36° Bamba  (R), 70° Merola  (F), 83° Silipo  (R).

AMMONITI:  Semeraro.

NOTE:  recuperi 1°pt e 4°st;  angoli 4 – 10.

 

FERENTINO – L’Under 16 del Frosinone non riesce a mettere in difficoltà la capolista Roma che si impone in trasferta 2 – 5. La squadra di mister Marsella scivola così al quinto posto del Girone C, in un torneo sempre più complicato in ottica qualificazione play off. Era questa una partita tabù già sulla carta, certamente però i gialloazzurri non hanno saputo approfittare dei ritmi blandi della gara che ha visto prevalere agevolmente la Roma. Lo scacchiere tattico frusinate varia soprattutto in avanti, scelto un 4 – 3 – 3 con tridente pesante che prevede i continui ripiegamenti di Merola a destra, a sinistra agisce Veneruso, centravanti Bonifazi. Si va in vantaggio subito al 3°, verticalizzazione alta di Veneruso per Candelarersi in posizione defilata a sinistra nei sedici metri ospiti, girata immediata del giocatore forte in mezzo col mancino, sul secondo palo sbuca Merola che scaraventa in rete, 1 – 0. Poco tempo per gioire, al 6° Simonetti si ritrova indisturbato all’interno della lunetta a ridosso del limite, rasoiata non irresistibile dell’1 – 1. Ordinata la formazione romanista nel 4 – 1 – 4 – 1 proposto, Frosinone invece svagato ancora al 17°, retropassaggio azzardato di Ventura sul quale l’arbitro fischia punizione indiretta sotto porta per la presa con le mani del portiere Liberatori, pallone toccato a Bamba ed intercettato provvidenzialmente in barriera da Merola. Risultato ribaltato un minuto dopo, Simonetti puntualmente smarcato all’interno della lunetta analogamente al suo primo gol, pregevole questa volta il suo destro a spiovere nel “sette”, 1 – 2 e doppietta personale. Così la Roma prende definitivamente la scena al 22°, grande aiuto le fornisce Luca Antonellis con un intervento sbagliato nella propria area alle gambe di Parodi, rigore netto trasformato da Cangiano nel momentaneo 1 – 3. Diversivo sulla trama, dall’out di destra al 31° a rientrare di sinistro Ortenzi da fermo disegna sulla testa di Pescosolido all’altezza del palo lungo, incorna a lato il difensore. Poi il poker giallorosso al 36°, dai venti metri scavalca la barriera Bamba indovinando l’angolino basso alla sinistra di un incerto Liberatori, 1 – 4. Al di là delle segnature spettacolo non entusiasmante, largamente senza affanni conduce la Roma al riposo. Nella ripresa i capitolini non rinunciano ad attaccare in apertura, tuttavia l’incontro prosegue lento esprimendo poco oltre il palleggio in sicurezza di Bamba e compagni. Il Frosinone è insidioso finalmente su azione d’angolo al 67°, la traiettoria di Veneruso genera una mischia ed Esposito in semirovesciata impegna il numero uno Anatrella uscito precedentemente a vuoto. Il rilassamento della Roma ha effetti benefici per Merola al 70°, scappato rapidamente in area a destra lanciato sulla corsa da Veneruso per il 2 – 4 diagonale che gli vale la doppietta. Abbastanza clamorosamente dalla bandierina i canarini rischiano di riaprirla al 75°, sbuca di testa Luca Antonellis indirizzando un soffio sul fondo. Sul fronte opposto, dal vertice sinistro al 77°, Cangiano di destro sfiora il montante a giro. Nel recupero, all’83°, cinquina Roma firmata Silipo che dal limite pesca Liberatori fuori dai pali, 2 – 5 finale. Sfida mai realmente in discussione, anticipo del match ben più importante per la classifica dei frusinati domenica prossima sul campo del Pescara.

CONDIVIDI

Articoli correlati

blog-grid

ALLENAMENTO 27 MAGGIO

blog-grid

CARPI – FROSINONE