CONFERENZA STAMPA DI MISTER GROSSO PRE MONZA-FROSINONE

 In Banner Post, Banner Slider, Prima squadra

FROSINONE – Sulla traiettoria di avvicinamento alla gara di Monza, mister Grosso ha risposto alle domande dei cronisti.

Mister Grosso, si è scritto molto in questi giorni dei tanti pareggi della sua squadra. Lei come se lo spiega? Pensa che sia un problema per la classifica attuale e futura?

“Ogni partita ha una storia a sé, è vero il fatto che ci sono stati tanti pareggi ma è anche vero che sono stati ottenuti in maniera diversa. Tante volte la squadra ha dimostrato di avere carattere, di saper reagire alle difficoltà e questo è un aspetto molto positivo. In altre partite avremmo potuto ammazzare le gare e non ci siamo riusciti. Però penso che alla lunga il merito viene sempre fuori, quello che sei in grado di saperti conquistare sul campo è ciò che realmente hai nelle corde e quindi ci teniamo i punti che abbiamo, cercando di continuare a lavorare per ottenerne degli altri”.

Monza e Frosinone arrivano da 9 risultati utili consecutivi ed entrambe hanno numeri praticamente identici come reti realizzate e subite. Quali aspetti dovrà mettere in campo il Frosinone per avere la meglio sull’avversario? In casa il Monza si è dimostrato imbattibile con sei vittorie e un pareggio. Cosa dovrà fare il suo Frosinone per provare a infliggere il primo stop interno alla squadra di Stroppa?

“Affrontiamo una squadra forte, lo diciamo sempre fino a diventare ripetitivi. Conosciamo benissimo il loro valore, però a me non piace incensare gli altri perché sarebbe come scaricare indirettamente le responsabilità. Conosciamo la gara che ci aspetta. Loro sono organizzati, hanno un tecnico molto bravo che stimo. E’ il momento migliore della loro stagione. Detto questo, c’è bisogno di fare una grandissima partita, così da mettere in campo le armi per creare loro difficoltà. Con una partita a metà andremmo ad esaltare le loro qualità e troveremo vita molto dura. Ho fiducia nei miei ragazzi, sappiamo di esserci allenati per bene per questa sfida”.

Nelle ultime settimane ha schierato Garritano a centrocampo invece che nei tre in attacco. Sicuramente giocatore molto duttile, ma lei dove lo preferisce? O meglio, in quale zona di campo crede che possa dare l’apporto migliore alla squadra?

“Luca è un ragazzo molto intelligente che sa occupare tante zone del campo. Abbiamo impiegato in diverse posizioni. I ruoli poi sono relativi, come si sa. Perché in base alle caratteristiche dei giocatori che occupano certi ruoli vengono sviluppati certi movimenti. Di partita in partita proviamo a capire quelle che possono essere le soluzioni migliori, faremo altrettanto per la gara con il Monza nella quale avremo fuori Brighenti, Rohden, lo squalificato Gatti ai quali si è aggiunto Canotto che ha avuto un problemino (il giocatore non è nella lista dei convocati diramata in mattinata, ndr). Le caratteristiche dei giocatori sono comunque all’altezza per poter fare la grande partita che vogliamo disputare”.

La squalifica di Gatti evidenzia come la rosa a disposizione per il reparto difensivo, visto il mancato inserimento dei giovani nelle rotazioni, sia un po’ corta. Ha chiesto alla società di intervenire nella prossima finestra di mercato?

“La Società sa quello che deve fare, lo ha fatto benissimo ad inizio stagione, ha continuato a farlo e lo farà nel futuro. Io sono l’allenatore di questa squadra e sono contento delle caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione e sono convinto che andremo in campo con una formazione che ha le potenzialità per poter disputare una partita all’altezza. Come sempre sarà il campo che ti dira la verità su quanto sei stato in grado di fare”.

Firmerebbe per un pari a Monza e una vittoria in casa poi con la Spal?

“Sì”.

E’ già successo che a gara in corsa in questa stagione il Frosinone è passato al 4-4-2. Si può ipotizzare che a Monza il Frosinone si presenti in partenza con il 4-4-2?

“Lo abbiamo fatto diverse volte, ma di volta in volta noi cambiamo volto alla squadra durante una partita giocando con tre difensori magari. Il campo va occupato sempre in un modo tale da permetterti di essere pericoloso in fase offensiva ma anche di saper recuperare subito il pallone. E’ una modalità che abbiamo usato, non so ancora come inizieremo questa partita”.

Il Frosinone tra le prime 12 squadre della classifica della serie B è quella con meno vittorie e più pareggi, ma è anche quella che ha subito una sola sconfitta. Tranne Charpentier il resto degli attaccanti sono deficitari. Come pensa di ovviare a questa situazione, magari già a Monza?

“Abbiamo avuto diverse occasioni, ci mancano quei gol che ci avrebbero permesso di spostare l’andamento di certe partite. Ma io sono contento del lavoro che stiamo facendo e delle caratteristiche dei ragazzi offensivi che abbiamo. Dobbiamo continuare a lavorare così perché sono convinto che solo così potremmo prenderci quelle soddisfazioni che meritiamo”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

Articoli Recenti