IL RADUNO DEI GIALLAZZURRI ALL’HOTEL FONTANA OLENTE

 In Breaking News, MAGAZINE - PRIMA SQUADRA

Arrivo alla spicciolata, lento ma costante. Con lo sbarramento fissato per le ore 19 di un caldissimo venerdi di inizio luglio che, ad un certo punto, ha regalato anche 5’ precisi di pioggia. Giusto il tempo per una sorta di ‘benedizione’, quello che basta sul raduno del Frosinone all’Hotel Fontana Olente.

I primi ad arrivare sono stati il preparatore atletico professor Vaccariello e il responsabile dello scouting Gianluca Longo. Gli ultimi, alle 18.59, il tecnico Grosso ed il resto dello staff. Ampiamente scusati, però: erano a visionare il campo di allenamento del Centro Sportivo di Ferentino dove sabato mattina si svolgerà il primo assaggio della stagione 2022-’23, con i soliti test atletici. Prima della partenza per il ritiro di Fiuggi, prevista dopo il pranzo di sabato.

Come detto, alla spicciolata, si sono presentati vecchi e nuovi, tutti in grande spolvero. Sorridenti, una buona dose di allegria di belle speranze. Nell’ordine il portiere Vettorel, di rientro dal prestito alla Carrarese, ha aperto gli arrivi dei calciatori con l’attaccante polacco Parzyszek. E poi la coppia proveniente dal Lecce composta da Lucioni e Monterisi e a ‘ruota’ l’altro pugliese Manzari. Quindi Tribuzzi e il neo responsabile dell’Area medica, il dottor D’Alessandro. Uno alla volta Ciano, Selvini, Garritano, Lulic e Szyminski in coppia, Canotto e l’altra coppia Boloca-Haoudi. Nel gran finale – poco pima delle ore 19 – tutti gli altri, da Kalaj a Minelli e Cotali da Palmisani a tutto il resto del gruppo di giocatori e fisioterapisti. Qualcuno dei big ha preferito passare da un ingresso secondario, evitando i flash. Ma al suonare del gong c’erano tutti al gran completo.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

Articoli Recenti