LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER NESTA POST-PESCARA

 In Banner Post, Banner Slider, Prima squadra

PESCARA – Nell’immediato dopogara, la consueta conferenza stampa con mister Nesta confezionata dal Media Center del club giallazzurro nel rispetto delle normative anti-Covid.

Partita dai due volti: primo tempo meglio loro, secondo meglio il Frosinone. Cosa è cambiato?  E soprattutto perché non partiamo sempre così in maniera poco aggressiva?

“Soprattutto l’atteggiamento, nel primo tempo arrivavamo sempre secondi sulla palla. Nel secondo tempo ci siamo alzati meglio, abbiamo recuperato più palloni, abbiamo gestito meglio anche le fasi di gioco. Nel finale di partita pensavo di vincerla ma in questo momento i finali di ogni gara sono un rebus: ci metti cuore e tutto il resto ma nei giocatori si fa sentire la stanchezza”.

Anche oggi l’approccio alla gara non è stato dei migliori, come si spiega questa cosa?

“Contro la Juve Stabia abbiamo preso subito gol, con Empoli e Spezia siamo partiti molto bene. Oggi abbiamo cambiato tanto e magari diversi giocatori prima di trovare le misure c’hanno messo più tempo”

Gli ingressi di Paganini e Novakovich hanno ribaltato l’inerzia del match. La scelta di non giocare inizialmente con la formazione del secondo tempo era studiata?

“No, affatto. Dobbiamo dire che Novakovich aveva giocato sempre e dava segnali di stanchezza, Paganini aveva giocato già nell’ultima, avevamo dei giocatori più riposati da mettere subito in campo da quinti ma poi la partita non si era messa sul binario giusto ed abbiamo cambiato”.

Che valore ha questo pari?

“Abbiamo mosso la classifica ed è importante. Dobbiamo recuperare tanti giocatori, oggi ne avevamo fuori diversi. Ho fatto entrare Maiello ma non stava bene e lo abbiamo rischiato ugualmente, Gori è fuori, Citro non è al top, avevamo a casa tanti ragazzi, lo stesso Capuano è rientrato ma non era al 100%. Diciamo che la partita tra una settimana ci fa soltanto bene”.

 

Articoli Recenti