L’ACADEMY FROSINONE TORNA AD ABBRACCIARE IL MONDO

 In Breaking News, News

FROSINONE – Riprende in maniera decisa e spedita il progetto dell’Academy Frosinone. A spiegare lo ‘stato di avanzamento’ dei lavori il direttore dell’area Marketing & Comunicazione-Rapporti Istituzionali, Salvatore Gualtieri e il presidente dell’Academy stessa, Luigi Lunghi.

“L’Academy è ormai parte integrante del Frosinone Calcio – ha esordito Gualtieri – , con il nuovo contratto si è avvicinata ulteriormente al Settore Giovanile del Club ed è entrata a pieno titolo nella famiglia giallazzurra. E’ doveroso ricordare che l’Academy lavora sul territorio da 15 anni, abbiamo quasi 20 società affiliate a noi. C’è stato un piccolo ed obbligato stop per il Covid ma ora ripartiamo decisamente con il progetto estero. A tal proposito, arriveranno a giorni i primi 9 atleti delle nostre squadre canadesi che faranno con noi uno stage di formazione con la nostra Academy”.

Direttore, dove si svilupperà questo progetto? Può avere la naturale interazione con i concetti espressi dal presidente Stirpe, ovvero lo sviluppo all’interno del progetto relativo al Centro Sportivo di Fiuggi?

“Assolutamente sì. L’Academy è uno degli strumenti più importanti per la promozione del brand del Frosinone Calcio e del territorio ciociaro. In questa ottica entra a pieno titolo nel progetto ‘Identità Ciociara’ promosso dal presidente Maurizio Stirpe. Senz’altro l’Academy si trasferirà a Fiuggi, o meglio una parte di essa verrà spostata nella città termale dove si svilupperanno le Scuole Calcio della parte Nord della provincia e, come detto dal presidente, rimarrà una sede a Ripi (dov’è tuttora, ndr)”.

E’ quindi la volta di Luigi Lunghi, presidente dell’Academy.

Cosa c’è stato di interessante nello sviluppo dell’Academy in questi mesi che abbiamo messo alle spalle? E soprattutto, cosa avverrà nello specifico con l’arrivo di questi 9 ragazzi canadesi che saranno ospiti, come annunciato dal direttore Gualtieri, della nostra Academy?

“Stavamo aspettando con ansia la fine della pandemia, anche se non ne siamo completamente fuori. Ci siamo comunque organizzati, un australiano del 2010 e un giapponese dl 2005 sono già stati qui da noi. Il ragazzo australiano è stato 3 mesi con le squadre della Scuola Calcio, il giapponese 2 mesi si è allenato con le Under nazionali. Ora arriveranno altri 9 ragazzi direttamente da un’altra Società che collabora con noi da diversi anni, rimarranno un mese e vivranno con i nostri ragazzi nel convitto della Abbazia di Casamari. Vivranno quindi la realtà giovanile del Frosinone per tutto questo tempo, dagli allenamenti agli aspetti extracalcistici. Stiamo cercando di portare avanti quello che ci eravamo prefissati già 3 anni fa, prima della pandemia, riprogrammando i progetti per svilupparli al momento opportuno”.

Direttore Gualtieri, il presidente Lunghi ha parlato di ragazzi che sono stati qui da noi e di canadesi che sono in arrivo. In ottica a medio-lungo termine cosa rappresenta tutto ciò?

“Questo esalta senza dubbio l’aspetto sociale dell’Academy. Lo scambio interculturale, incontri con i giovani di tutti i Paesi del mondo, il nostro obiettivo principale”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

 

Articoli Recenti