PRIMAVERA 1, FROSINONE INDOMABILE ‘RIBALTA’ L’ATALANTA (1-2)

 In Breaking News, Settore Giovanile

ATALANTA (4-3-3): Bertini, Del Lungo, De Nipoti, Riccio (41’ st Roaldsoy), Ghezzi, Palestra, Vorlicky, Colombo (30’ st Vavassori), Regonesi (1’ st Muhameti), Tornaghi, Falleni (26’ st Stabile).

A disposizione: Maglieri, Pardel, Bernasconi, Saleh, Hecko, Fisic, Perez, Tavanti, Bevilacqua, Mendicino, Cellerino.

Allenatore: Fioretto.

FROSINONE: (3-5-2); Di Chiara, Bracaglia, Maestrelli, Pahic, Rosati (16’ st Ferrieri), Milazzo, Cangianiello, Mulattieri jr. (31’ st Pera), Afi (37’ st Voncina), Selvini, Condello (37’ st Pozzi).

A disposizione: Stellato, Jirillo, Stefanelli, Zettera, Gomes Tesolini, Macej, Stazi, Maura.

Allenatore: Gorgone.

Arbitro: sig. Andrea Bordin; assistenti sigg. Marco Matteo Barberis e El Filali Ayoub.

Marcatori: 7’ st De Nipoti (A), 25’ st Mulattieri jr. (F), 27’ st Pahic (F)

Note: spettatori: 100 circa; angoli: 10-4 per il Frosinone; ammoniti: 30’ pt Pahic (F), 33’ pt De Lungo (A), 42’ pt Riccio (A), 42’ st Stabile (A); recuperi: 1’ pt; 5’ st.

ZINGONIA (BG) – La vittoria della perseveranza, del coraggio, della volontà di non mollare mai. Il Frosinone ribalta l’Atalanta nel giro di 2’ della ripresa e grazie ad un gol mondiale di Mulattieri jr. al 25’ e al colpo di testa di Pahic al 27’ aggancia la Juventus a 25 punti in classifica al quarto posto, a -4 dal primo posto.

Giallazzurri in campo con il 3-5-2, risponde l’Atalanta con il 4-3-3. Gorgone deve rinunciare ai centrocampisti Perez e Bruno (squalificati), Maura (squalificato), Benacquista (infortunato) e Palmisani (squalificato) oltre ai lungodegenti De Min, Crecco e Quadraccia.

L’ATALANTA SPINGE IN AVVIO, POI SOLO FROSINONE MA BERTINI E’ SUPER – Subito una sortita per la squadra di Gorgone sull’asse Rosati-Afi, poi è Bracaglia che va alla conclusione alta. Ma la frittata rischia di saltare in padella 30” dopo, Di Chiara cincischia con il pallone toccatogli all’indietro e allora Pahic per evitare guai libera in angolo. Dalla bandierina pericolo per la porta giallazzurra, Vorlicky va al tiro, il pallone sfila un metro alla sinistra del palo della porta del Frosinone. Il Frosinone perde palla al 6’ con Mulattieri nella metà campo degli orobici, brava la difesa giallazzurra a scalare e  a chiudersi attorno al tentativo di De Nipoti. Al 7’ cerca la conclusione dai 20 metri Riccio, Di Chiara non rischia e devia in angolo. Meglio la formazione di casa in questo avvio di gara, i giallazzurri non hanno la solita brillantezza. Al 10’ si accende la squadra di Gorgone dopo un’azione di Condello a sinistra, la conclusione di Milazzo dalla distanza è fuori misura. Qualche problema nel Frosinone nelle ripartenze dal basso, con Di Chiara non proprio impeccabile. La partita non regala ritmi vertiginosi, al 14’ è attento Bertini su una verticalizzazione di Cangianiello per Selvini, dall’altra parte Falleni si catapulta su un pallone lanciato dalle retrovie ma la traiettoria è lunga. Occasione nitida per i giallazzurri al 17’, Afi arriva come un treno su un pallone infilato sul secondo palo da Bracaglia, Ghezzi devia provvidenzialmente in angolo. Si mette in proprio Condello al 20’, si accentra e va alla conclusione dai 25 metri ma la barriera atalantina al limite dell’area respinge. Ed è ancora Mulattieri che rompe l’azione dei padroni di casa e serve di prima intenzione Selvini leggermente spostato sulla destra del fronte offensivo, controllo e tiro destinato sotto l’incrocio, Bertini compie il miracolo e va a deviare in angolo. Sale di tono la formazione giallazzurra che dà l’impressione di aver superato l’impaccio iniziale. E’ il Frosinone che nel giro di 1’ va vicino al vantaggio due volte: prima è Bertini che compie il miracolo su Selvini che sfiora di giustezza ma non di potenza il pallone infilato in area da Rosati, poi è Cangianiello che non arriva in tempo su un cross di Selvini da destra che taglia fuori tutta la difesa dei padroni di casa. L’Atalanta si riaffaccia nell’area del Frosinone con Falleni al 31’ ma l’attaccante commette fallo prima che De Lungo infili la sfera alle spalle di Di Chiara, gol annullato. Risale sull’onda la squadra di casa che con lo stesso Falleni va a conquistare una punizione dal limite, il tiro di Riccio va a cozzare sulla barriera giallazzurra. Il Frosinone quando spinge occupa sempre l’area di rigore dell’Atalanta ma la precisione in fase conclusiva pecca. Nel finale Pahic nel giro di 20” prima rischia qualcosa in appoggio, poi è bravissimo con una finta a costringere al fallaccio Riccio, giallo anche per l’atalantino che si aggiunge allo stesso Pahic e a Del Lungo. Finale tutto di marca giallazzurra ma la grande mole di gioco non trova un finalizzatore. Nel minuto di recupero è la squadra di casa che tenta il colpo della domenica, la difesa del Frosinone tiene e poi Di Chiara abbranca in presa e mette tutti d’accordo prima del riposo.

SOLITO FROSINONE, L’ATALANTA PASSA E POI IL SOLITO BERTINI-SUPER – Si riparte con un cambio nella squadra di casa, dentro Muhameti per Regonesi. E il Frosinone riparte da dove aveva concluso: Condello arriva in quinta marcia nell’area dell’Atalanta, pallone ghiotto dentro l’area piccola ma non c’è nessuno per il tocco a botta sicura. Ci riprova al 4’ Cangianiello, la difesa salva. La ragnatela giallazzurra al 6’ provoca un brivido, l’ennesimo, nella schiena degli atalantini: dopo una sgroppata di Rosati, Afi serve l’accorrente Milazzo che sfiora l’eurogol con una conclusione di sinistro. Nel momento migliore dei giallazzurri, l’Atalanta passa: Ghezzi conquista il fondo campo, pallone sul quale la difesa del Frosinone è incerta nella respinta, si avventa sulla sfera De Nipoti che infila in vantaggio sotto gli occhi di Bracaglia. Il Frosinone si catapulta in area neroazzurra, prima chiede un calcio di rigore e poi Condello mira l’angolo basso alla sinistra di Bertini che è maestoso nella deviazione in angolo con l’aiuto del palo. Arbitro poco attento al 10’, fallo da dietro di De Nipoti su Cangianiello ma per il direttore di gara è tutto nella norma. E’ ancora il Frosinone a dettare lo spartito, la prestazione nel gioco c’è ma l’Atalanta è avanti.

‘GOLLONSO’ DI MULATTIERI, PAHIC FA 1-2 NEL GIRO DI 2’ – Gorgone cambia qualcosa sulle fasce, dentro Ferrieri per Rosati al 16’. Assalto giallazzurro all’area dell’Atalanta ma il muro dei padroni di casa tiene, Selvini in posizione favorevole non trova lo spiraglio, quindi Condello cerca il sombrero ma il diretto avversario fa buona guardia. Milazzo reclama un rigore ma arrivano 5 angoli di fila. E con i lombardi arroccati sulla spinta devastante del Frosinone, arriva il meritatissimo ‘gollonso’ di Mulattieri sulla ribattuta della difesa infila sotto l’incrocio alla destra di Bertini un missile terra-aria. Due giri di lancette, al nono angolo per il Frosinone, pallone sulla testa di Pahic e vantaggio del Frosinone che ribalta il parziale nel giro di 2’. L’Atalanta getta nella mischia Stabile e Vavassori per una evidentissima trazione anteriore, il Frosinone deve rinunciare a Mulattieri, al suo posto entra Pera. Che lamenta subito un problema ma stringe i denti. Ma è Selvini che allunga la falcata, la botta è parata a terra da Bertini al 34’. C’è spazio per un errore di Bertini, Afi non riesce ad approfittarne. E ancora da calcio d’angolo il Frosinone va vicino al 3-1 con il neo entrato Voncina.

L’Atalanta ancora in partita e si soffre. Lotta senza quartiere in campo, il Frosinone non arretra il baricentro e va alla ricerca del gol della sicurezza. Ma i padroni di casa non mollano e così è Maestrelli che deve sbarrare la strada a Roaldsoy appena entrato. Sono 5’ di recupero al ‘Bortolotti’, partita sempre bella ed emozionante. La difesa giallazzurra tiene sulla spinta finale dei lombardi e al triplice fischio finale il tripudio meritato è di un Frosinone indomabile che si riprende di fatto la zona playoff.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

 

Articoli Recenti