PRIMAVERA 1, IL FROSINONE NON SI FERMA PIU’: BATTUTA 1-0 LA VIOLA

 In Breaking News, Settore Giovanile

FROSINONE (4-3-3): Palmisani; Bracaglia, Maura, Maestrelli, Rosati (44’ st Ferrieri); Cangianiello (44’ st Voncina), Bruno (33’ st Pera), Peres; Milazzo, Selvini, Condello (33’ st Pahic).

A disposizione: Di Chiara, Stefanelli, Zettera, Gomes, Crecco, Benacquista, Gozzo, Mulattieri N.,

Allenatore: Gorgone.

FIORENTINA (4-3-3): Tognetti, Lucchesi, Biagietti, Capasso (42’ st Barnoncelli), Amatucci (29’ st Gori), Di Stefano, Berti, Falconi (15’ st Vitolo), Favasuli, Toci (15’ st Sene), Kayode.

A disposizione: Leonardelli, Vannucchi, Messini, Denes, Saltalamacchia, Bigozzi, Vigiani, Nardi, Ievoli, Atzeni, Comuzzo.

Allenatore: Aquilani.

Arbitro: signor Antonio Di Reda di Molfetta, assistenti Emanuele Bocca di Caserta e Fabio Mattia Festa di Avellino.

Marcatore: 43’ pt Bracaglia (Fr).

Note: spettatori: 300 circa; angoli: 1-1; ammoniti: 11’ pt Capasso (Fi), 14’ pt Condello (Fr), 8’ st Maestrelli (Fr), 33’ st Selvini (F), 36’ st Peres (Fr), 40’ st Favasuli (Fi), 49’ st Gori (Fi); recuperi: 1’ pt; 4’ st.

FERENTINO (FR) – Quarta vittoria di fila, un’altra blasonata – la Fiorentina di Aquilani – sconfitta, secondo posto assoluto con 16 punti, alle spalle della Juventus (17) che ha battuto 3-1 la Sampdoria. Tocca al difensore-goleador Bracaglia decidere la sfida con un gran colpo di testa al 43’ del primo tempo. I viola – che in avvio di gara avevano spinto subito alla ricerca del gol – si afflosciano letteralmente e nella ripresa restano invischiati nella ragnatela intessuta dai ragazzi di Gorgone.

IN CAMPO – Frosinone in campo con il solito 4-3-3 che in corsa diventerà 4-2-3-1. Out Macej e Afi che si vanno ad aggiungere alle defezioni di De Min e Jirillo. Davanti al portiere Palmisani la linea a quattro è formata da Bracaglia, Mestrelli, Maura e Rosati. In mezzo al campo Bruno è il metronomo, Cangianiello e Peres gli intermedi. In attacco tocca a Selvini fare la punta centrale con Milazzo e Condello che agiscono sull’esterno.

BRACAGLIA, PERLA ALLO SCADERE DEI 45’ – Subito il Frosinone alla ricerca della profondità e subito duelli chiari in mezzo al campo, con Selvini che va mettere pressione su Lucchesi. Ritmo ancora blando tra due squadre che vogliono studiarsi ma al 5’ è la Fiorentina che va sul fondo, cross per Toci che di testa spedisce fuori. Dall’altra parte pressing asfissiante di Milazzo che però commette fallo al limite dell’area della Viola. La formazione di Aquilani fa break all’altezza del cerchio del centrocampo, pallone dentro l’area giallazzurra che Maura e Maestrelli che gestiscono bene la situazione. Pericolo per il Frosinone dalla bandierina, pallone maligno sul quale Palmisani non è impeccabile nella presa, pallone che gli sfugge e Di Stefano fallisce di testa a porta vuota a un metro dalla linea bianca. Un rinvio di Palmisani mette in difficoltà Bracaglia che concede la rimessa alla Fiorentina, pallone subito per Toci ma è bravo Maestrelli ad accompagnare l’attaccante viola oltre il fondo campo. Il primo contatto è di Capasso che colpisce con una manata dietro la testa di Bruno, solo cartellino giallo per l’ex della Paganese ma il rosso ci stava tutto. Brutto gesto dell’eclettico giocatore della Fiorentina. Un altro giallo, stavolta per Condello che nel tentativo di anticipo su Lucchesi commette fallo. La partita stenta a decollare anche perché molto tattica, tanto lavoro a centrocampo delle due squadre che cercano di prevalere proprio a metà campo per trovare gli spazi verso le porte avversarie. Al 17’ il Frosinone in due tocchi va vicino al vantaggio: break di Bruno in mezzo al campo e subito verticalizzazione per Selvini, controllo di sinistro e tiro sul destro, tiro parato a terra da Tognetti. Al 20’ Cangianiello dopo un ottimo lavoro sull’out di destra chiede troppo, riparte Favasuli e Bruno deve spendere un fallo oltre la propria metà campo per fermare il centrocampista dei toscani. Grande lavoro di tessitura all’altezza del vertice alto di destra della difesa viola da parte di Bruno, veronica a tiro che Tognetti para a terra. Secondo squillo del Frosinone. Dall’altra parte è Palmisani che abbranca bene in presa alta un pallone di Berti. Pericolo ancora per la porta della Fiorentina, punizione di Peres da sinistra, Maestrelli a due metri non riesce ad indirizzarla in porta, libera la difesa ospite ma c’è anche un fallo di Milazzo. La Fiorentina cerca Capasso a destra, bravissimo Bracaglia a tenerlo ed accompagnare con tanto mestiere anche l’esterno della Fiorentina oltre la linea di fondo campo. La Fiorentina va sul palleggio, al 32’ pallone di Toci per Di Stefano, botta alta da posizione favorevole. La risposta del Frosinone non si fa attendere, rasoiata di Bruno dai 7 metri dopo una palla scippata ad Amatucci in uscita, Biagetti devia in angolo. Coast-to-coast di Peres al 35’ ma l’interno giallazzurro non cerca il compagno e sbatte sul muro della difesa ospite. La partita adesso è bella, aperta e mette in mostra anche ottime individualità. Si lotta senza quartiere su ogni pallone, bel duetto a destra del Frosinone ma Peres si allunga il pallone al momento dell’ingresso in area avversaria. Punizione per il Frosinone al 42’, la squadra di Gorgone ha messo praticamente le tende nella metà campo della Fiorentina da diversi minuti e trova i frutti: pennellata di Condello, stacco di Bracaglia e pallone imparabile alle spalle di Tognetti. Dopo 1’ di recupero, Frosinone al riposa in vantaggio di una rete con grande merito.

Si parte e il direttore di gara dopo 30” concede un rigore alla Fiorentina per un presunto tocco di mano di Bracaglia in area del Frosinone ma il suo assistente lo rettifica, è punizione dal vertice alto dell’area grande, che la difesa giallazzurra neutralizza. Brivido ma anche grande attenzione dell’assistente del signor Reda di Molfetta. In questo avvio di riprese la partita è abbastanza speculare con l’inizio della prima frazione di gioco: Fiorentina molto sulle sue nonostante lo svantaggio, Frosinone attentissimo nelle coperture su tutte le zone del campo. Le panchine fanno scaldare una dozzina di giocatori.

IL FROSINONE GESTISCE E SFIORA DUE VOLTE IL RADDOPPIO – Palmisani fa buona guardia su Toci, la gara si scalda un po’ ed è anche normale. All’8’ il solito Condello si incarica di una punizione, deve arrivarci Lucchesi per evitare il 2-0. La partita non è bellissima ma a sfiorare il gol è il Frosinone con Peres che si catapulta su un pallone vacante al limite dell’area e sfiora l’incrocio alla destra di Tognetti. Ci prova Lucchesi, Palmisani c’è con calma imperiale. Ed è sempre il Frosinone a sfiorare il 2-0, Condello direttamente da punizione ma Tognetti c’è e spedisce in angolo. La Fiorentina in bambola e a 7’ dal 90’ la squadra di Gorgone accarezza il 2-0: Bracaglia non ci arriva ma c’è Maestrelli che però non aggancia di un soffio . Nella girandola di cambi finale il Frosinone a testa alta – dopo 4’ di recupero di assoluto controllo, verso la quarta vittoria di fila che porta i canarini a 16 punti, a -1 dalla Juve.

Prossimo turno a Cesena per i giallazzurri, dove si rinnova la sfida che vide le due squadre protagoniste nel girone B della Primavera 2 la scorsa stagione. Infine in Coppa Italia il Frosinone è stato sorteggiato per la gara casalinga al Pisa (32esimi), si gioca mercoledi 19 ottobre alle ore 15 al Comunale di Ferentino.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

 

Articoli Recenti