PRIMAVERA 1, MILAZZO AL 90′ FA SALTARE IL BUNKER DEL NAPOLI (1-0)

 In Breaking News, Settore Giovanile

FROSINONE (4-3-3): Palmisani; Maestrelli, Macej (43’ st Pozzi), Maura, Bracaglia; Peres, Bruno (21’ st Gozzo), Cangianiello (43’ st Voncina); De Min (3’ per Milazzo), Selvini, Afi (21’ st Condello).

A disposizione: Di Chiara, Rosati, Pahic, Stefanelli, Ferrieri, Benacquista,  Pera

Allenatore: Gorgone.

NAPOLI (3-4-1-2): Boffelli; Barba, D’Avino, Obaretin; Gningue (37’ st Lettera), Iaccarino, Gioielli, Giannini (1’ st Acampa); Spavone (37’ st Mazzone), De Pasquale (16’ st Boni); Pesce (31’ st Sahli).

A disposizione: Turi, Pontillo, Lorusso, Russo, Nosegbe-Susko.

Allenatore: Frustalupi.

Arbitro: sig. Valerio Vogliacco; assistenti sigg. Nicola Tinello e Davide Conti.

Marcatore: 45’ pt Milazzo (F)

Note: spettatori: 400 circa; ammoniti: 17’ pt Bracaglia (F), 41’ pt De Pasquale (N), 44’ pt Gioielli (N), 46’ st Milazzo (F); angoli: 15-1 per il Frosinone; recuperi: 2’ pt; 3’ st; infortunio al ginocchio sinistro al 3’ del primo tempo a De Min (F).

FERENTINO (FR) – Non finisce mai, sì proprio così. Un Frosinone bello, arrembante, sfortunato e forse anche poco preciso agguanta al 90’ la vittoria battendo il Napoli grazie ad un’azione finalizzata da un gran colpo di testa di Milazzo servito da una magia di Selvini sull’out di sinistra. Protagonista assoluto nel Napoli il portiere Boffelli. Festa macchiata nel Frosinone dall’infortunio di De Min al 3’.

GLI ASSETTI – Frosinone in campo con il 4-3-3 che vede l’assenza dell’attaccante Jirillo, infortunatosi alla caviglia sinistra a Cormons nel turno infrasettimanale. Davanti a Palmisani cambia la coppia centrale con il ritorno di Maura e Macej, Bracaglia e Maestrelli sono i terzini. Rientra Bruno nel ruolo di play dopo il turno di riposo con l’Udinese, gli interni sono Peres e Cangianiello. Quindi Selvini al centro dell’attacco con Afi – autore della doppietta ai friulani – e De Min che spaziano sul fronte offensivo.

Nel Napoli non c’è l’esterno Marchisano, anche lui vittima di una distorsione alla caviglia nella gara col Sassuolo.

TEGOLA-DE MIN, INFORTUNATO AL 3’ – Un minuto e il Frosinone va subito in buca d’angolo dopo un dialogo veloce sull’asse Cangianiello-Bracaglia, sul tiro dalla bandierina si avvita Afi, pallone che spiove oltre la traversa. Tre minuti e tegola per il Frosinone, De Min mette male la gamba destra sotto la tribuna su un tentativo di contrato sull’esterno Gningue e si fa male al ginocchio sinistro. Costretto ad uscire in barella, applausi tra le lacrime del ragazzo. Entra Gozzo al suo posto. Si riparte con i giallazzurri che prendono possesso delle operazioni e vanno due volte di fila dalla bandierina, all’8’ bello stacco di Macej e pallone un metro fuori. Al 10’ Bruno sfiora un eurogol, il play va in pressione sulla trequarti, rimpallo e pallone che termina tra le mani di Boffelli posizionato un po’ avanti me nalla posizione giusta al momento giusto. Al 12’ Napoli vicino al vantaggio, la difesa giallazzurra segue il pallone tra i piedi di Iaccarino, scarico su Gningue che ha il corridoio libero davanti a Palmisani, tiro fuori. Sale il ritmo delle giocate anche della squadra campana. Il Frosinone deve riposizionarsi dopo l’ottimo avvio e soprattutto deve cercare di assorbire il colpo dell’infortunio occorso a De Min. Nel frattempo va al tiro Iaccarino al 15’ dopo una respinta corta della difesa giallazzurra, pallone che taglia l’area ed esce dalla parte opposta. Giallazzurri ad un passo anche loro dal vantaggio, Afi a destra è una spada nel fianco degli azzurri, botta di sinistro e Boffelli devia in angolo sul proprio palo. Il Napoli quando si affida a al centrocampista Iaccarino è imprevedibile, al 19’ va a conquistare una punizione per fallo di Maura, lo stesso giocatore azzurro va al tiro, pallone alto non di molto.

IL NAPOLI SI SALVA A RIPETIZIONE, NEL FINALE SPAVONE… SPAVENTA – Partita sempre bella e viva, al 22’ il Frosinone va al tiro con Bruno ma il sinistro è telefonato tra le braccia di Boffelli. Che si salva 1’, Milazzo semina il panico a sinistra, pallone al centro dell’area ghiotto per Selvini che lo svirgola lontano dalla porta da posizione favorevolissima. La squadra di Gorgone brava ad aprirsi varchi per il tiro con un giropalla paziente e mirato ma finora poco precisa alla stoccata. Il Frosinone adesso spinge e stringe il Napoli nella propria area, la difesa azzurra si salva facendo muro su Milazzo che dribbla tutti prima di trovarsi il pallone rimpallato a 2 metri da Boffelli. E al 28’ giallazzurri vicino al vantaggio, Boffelli salvato dalla deviazione di un compagno di squadra sul gran tiro di Bruno destinato a spolverare le ragnatele all’incrocio dei pali. Deviazione che arriva anche un attimo dopo, ancora provvidenziale, su un tiro a botta sicura di Selvini. E quindi è lo stesso Selvini che dal vertice alto dell’area di rigore va a meno di un metro dall’incrocio. Spinge senza soluzione di continuità la formazione di Gorgone che merita il vantaggio. Nono angolo a zero per i canarini al 36’, dimostrazione di indubbia supremazia territoriale. Ma il Napoli non è affatto da sottovalutare. Spinge e crea la squadra di Gorgone, Napoli in evidente affanno ma alla squadra di casa manca la soluzione davanti a Boffelli. Al 40’ si accendono gli animi, De Pasquale spinge con foga Peres, giallo per il giocatore del Napoli. Duetto Afi-Selvini a 3’ dal 45’ ma nessuno legge le intenzioni a Boffelli para. A 1’ dal 45’ fallo su Gioielli su Milazzo, punizione che fa circolare il pallone nell’area azzurra per 30 secondi ma il Napoli si salva anche stavolta. Al 1’ dei 2’ di recupero uscita avventata di Palmisani al limite su Spavone, il pallone sembra un coniglio impazzito tra le mani del portiere e i piedi dei giocatori, l’azzurro vede l’angolo ma alza per fortuna la traiettoria. Sarebbe stata una beffa atroce per il Frosinone che al riposo sullo 0-0 che gli va strettissimo.

MIRACOLO DI BOFFELLI, AFI ALZA IL PALLONE DEL VANTAGGIO, L’ARBITRO SORVOLA SU UN RIGORE – Napoli in campo con Acampa al 1’ al posto di Giannini. Si riparte con un maggiore equilibrio in campo. Pesce al 5’ parte in evidentissima posizione di fuorigioco, arbitro e assistente non intervengono e nel dubbio Palmisani esce tempestivamente a ripulire. Al 7’ da un rilancio millimetrico di Palmisani ne scaturisce un’occasione per il Frosinone, il tiro di Selvini dal limite contrastato in angolo, il decimo della serie. La squadra di Frustalupi prova ad alzare il baricentro ma al 12’ è Boffelli che deve sfoderare un miracolo su Selvini che si era liberato con una bella progressione a sinistra. Azione tambureggiante del Frosinone tra Cangianiello e Peres che vede libero Afi, rigore corto e pallone alto con Boffelli già a terra. La gestione della partita torna tutta nelle mani dei canarini, impeccabili fino ai 16 metri. Il Frosinone reclama per un rigore, Iaccarino entra con la spalla e pure l’anca sulla traiettoria verso la porta di Maestrelli in area ma evidentemente i giallazzurri non hanno feeling con i direttori di gara. Napoli arroccato nella propria metà campo. Nel Frosinone dentro Condello e Gozzo, giallazzurri a trazione anteriore.

ASSEDIO FROSINONE, BOFFELLI PROTAGONISTA MA ANCHE TRAVERSA-NAPOLI. AL 90’? MILAZZO-GOL – Dopo 30’ di assedio si fa rivedere nella metà campo giallazzurra il Napoli, ma è fuoco di paglia. Occasionissima per il Frosinone al 34’, Condello si ritrova davanti a Boffelli che compie un altro miracolo e devia in angolo. Un minuto dopo la difesa del Napoli si salva come può, poi Boffelli arriva su un tocco all’indietro di Boli e salva. Si affaccia in area giallazzurra il Napoli, il tiro di Acampa deviato in angolo. Adesso mette la testa fuori la squadra di Frustalupi alla ricerca del colpo gobbo. E da una punizione sulla sinistra del fronte d’attacco, il pallone impazzito sbatte sulla testa di D’Avino e poi sulla traversa a 5’ dal 90’. A 3’ dal 90’ Gozzo si mette in solitario ma guadagna solo un angolo. Dentro Pozzi e Voncina al 2’ dal 90’. E il Frosinone passa, magia di Selvini e gran colpo di testa di Milazzo che abbatte il muro alzato da Boffelli. Al culmine dei 3’ di recupero è festa grande per i ragazzi terribili di mister Gorgone, il Frosinone sale a quota 7 in classifica e pensa alla prossima sfida col Bologna il 12 settembre (ore 14).

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

 

 

 

 

Articoli Recenti