PRIMAVERA, IL FROSINONE CEDE ALL’ENTELLA IN CASA (1-4)

 In Breaking News, MAGAZINE - SETTORE GIOVANILE

FROSINONE (3-5-2): Palmisani; Nigro, Santarpia, Bracaglia; Maugeri, Selvini (1’ st Morelli), Bruno, Peres, Coccia; Vitalucci, Orlandi (39’ st Piacentini).

A disposizione: Vilardi, Pacetti, Maestrelli, Potenziani, Battisti, Schiavella, Jirillo.

Allenatore: Marsella.

VIRTUS ENTELLA (4-4-2): Balducci, Bruno, Basani, Mogos (26’ st Fall), Reali, Garbarino, De Simone (34’ st Mazzotta), Scaldarella, Olivieri (17’ st Tosi), Meazzi (26’ st Frateschi), Muller Cecchini (17’ st Macca).

A disposizione: Poverini, Maresca, Grosso, Alessio, Garbarino II, Prosdocimi, Antonioni.

Allenatore: Volpe (squalificato, in panchina Bongiorni).

Arbitro: sig. Andrea Ancora della sezione di Roma1; assistenti Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata e Fabio Mattia Festa di Avellino.

Marcatori: 46’ pt Meazzi; 10’ st Olivieri; 16’ Vitalucci, 25’ st Tosi, 46’ st Scaldarella (rig).

Note: partita a porte chiuse; angoli: 5-3 per il Frosinone; ammoniti: 34’ pt Mogos, 43’ st Tosi, 43’ st Maugeri ; recuperi: 1’ pt; 3’ st.

FERENTINO (FR) – La Virtus Entella vince 4-1 sul campo del Frosinone che rinvia ancora l’appuntamento con la vittoria. I giallazzurri di mister Marsella colpiti nel finale di tempo e in avvio di ripresa, poi Vitalucci riaccende la speranza ma le chances si spengono prima su due occasioni per il pari vanificate e poi sull’1-3 che ha tagliato definitivamente le gambe a Santarpia & soci che a tempo scaduto, con il baricentro tutto spostato nella metà campo ligure hanno concesso il rigore dell’1-4.

Il Frosinone si presenta in campo con il marchio di fabbrica del 3-5-2. Marsella conta ancora diverse assenze, quelle annunciate alla vigilia (Di Palma, Mattarelli, Santi, Schiavella, Vecchi e il portiere Trovato, quest’ultimo aggregato con la prima squadra) e quella del difensore Giordani, anche lui ad Empoli con la prima squadra. Tra i pali va Palmisani, Santarpia è il centrale della difesa a tre con Nigro e Bracaglia ai lati. Maugeri e Coccia sono i quinti, Bruno il regista, Selvini e Peres gli interni. Quindi Vitalucci e Orlandi di punta. L’Entella in campo con il 4-4-2 che rispetto alla gara di recupero pareggiata in casa dello Spezia presenta qualche novità, con l’esterno-goleador Bruno inamovibile.

PRIMO TEMPO – Gara abbastanza equilibrata per la prima mezz’ora, nella quale le due squadre si sono equivalse. Fino alla mezz’ora non si registrano situazioni particolari nelle due aree di rigore. Al 28′ Entella in avanti, gran tiro di Basano, Palmisani attento a deviare in corner. Al 32′ il duello si ripete, botta di Basano e Palmisani di erge a protagonista e respinge. Il Frosinone si va notare nell’area dei liguri solo al 34’: mischia furibonda in area ospite dopo calcio di punizione di Orlandi ma il la mezz’ala Selvini, a un metro dalla porta, non riesce a concludere e la ghiottissima palla-gol sfuma. Nel 1′ di recupero la doccia fredda: Marazzi riceve palla sulla trequarti, avanza e calcia dai 25 metri, la palla si insacca a fil di palo alla destra di Palmisani.

SECONDO TEMPO – La ripresa, dopo qualche schermaglia, porta al 10′ al raddoppio della squadra ligure: palla lunga dalle retrovie e lettura errata della difesa del Frosinone, Olivieri supera Nigro e segna il 2-0. Al 16′ Bruno recupera palla appena fuori area, Vitalucci calcia di forza e precisione per il gol del 2-1 che risolleva le speranze della formazione di Marsella.

E’ il momento in cui il Frosinone esercita il massimo sforzo, con due occasioni nette: prima al 18’, avvitamento e tiro e Vitalucci con palla che termina alta e poi con Morelli che a tu per tu con il portiere gli calcia addosso. I canarini spingono ad aprono la strada al tris dell’Entella. Al 25′ gol in fotocopia con il raddoppio ligure: dormita difensiva su lancio a scavalcare la linea e Tosi firma la rete del 3-1. E’ generoso il forcing del Frosinone alla ricerca della rete che può riaccendere la fiammella della speranza ma i canarini sono troppo imprecisi nelle conclusioni e, nel recupero, c’è il fallo di Nigro su Tosi, dal dischetto va Scaldarella che firma il definitivo 4-1. Un passivo sicuramente eccessivo per un Frosinone che ha pagato ancora una volta sia la coperta corta che qualche indecisione di troppo.

Gio.Lan.

Articoli Recenti