RITIRO A FIUGGI: TUTTO IL FROSINONE MINUTO PER MINUTO CON ‘ROOM 1928’ E ‘Be CLUB’

 In Breaking News, News

FROSINONE – E’ il giorno della conferenza stampa di presentazione della seconda parte del ritiro della squadra di Fabio Grosso. Il direttore Salvatore Gualtieri, ha spiegato e dettagliato nei minimi particolari il lavoro dell’Area Marketing & Comunicazione.

“E’ importantissimo ritrovarci dopo il lungo stop – esordisce Gualtieri – sono felice di rivedervi per tornare a quel rapporto con la stampa che per l’Area Marketing & Comunicazione è fondamentale. L’incontro di oggi  serve per spiegare quello che sarà il nostro lavoro nel ritiro di Fiuggi e presentare il progetto ad esso correlato. Spiegarne le motivazioni e le attività che faremo in ritiro con la squadra. Va fatta anche una premessa che analizzeremo in una fase successiva: abbiamo scelto Fiuggi perché volevamo tornare in Ciociaria, più vicino possibile a Frosinone, ma anche per un motivo evidenziato dal Presidente in maniera molto netta e marcata che è quello cercare di ricreare attorno al Frosinone quell’entusiasmo con la stampa, i tifosi e gli sponsor fondamentali per un Club di calcio. Ritorno in Ciociaria per dare la possibilità a tutte queste realtà di vivere quei 13 giorni vicino ai ragazzi ed entrare in contatto con quello che abbiamo interrotto a causa del Covid ma che avevamo ampiamente avviato prima della pandemia. Saremo vicino alla squadra come location ma anche per seguire passo dopo passo tutte le attività”.

“Dobbiamo dire che la squadra ha tre fasi di ritiro, dal 4 al 19 luglio a Ferentino, dal 19 al 31 luglio a Fiuggi, poi sicuramente ci saranno un paio di giorni di riposo dopodiché ci sarà la terza fase di ritiro a Ferentino. La sede del ritiro a Fiuggi – prosegue Gualtieri – è l’Albergo Italia, il luogo di allenamento sarà il Centro Sportivo Capo I Prati. Quanto al programma amichevoli, giocheremo il 21 luglio a Trevi nel Lazio al campo Comunale contro la squadra locale, successivamente il 24 luglio a Fiuggi contro una formazione da definire. Poi ci sarà un’altra amichevole il 28 luglio fuori casa con un club di serie C da definire e quindi l’ultima di questo step l’uscita ufficiale, di sera, il 31 luglio, con una squadra di serie B al ‘Benito Stirpe’”.

“Il marchio di questa seconda parte del ritiro è della Media Sport Event, l’agenzia di Roma che ha avuto l’incarico di occuparsi del ritiro. Come ha detto il presidente nella sua conferenza stampa, la Media Sport Event ci ha fornito un elenco di location ideali e noi abbiamo scelto Fiuggi. L’agenzia, va detto, cura anche i ritiri di tanti club di A e B, per quanto ci riguarda si occuperanno anche delle amichevoli. L’amichevole del 31 luglio la organizza proprio la Media Sport Event e probabilmente sarà sotto la loro organizzazione anche un’altra amichevole nei primi giorni di agosto”.

“Passo ora a dettagliarvi – continua nel suo intervento Gualtieri  – cosa faremo come Area Marketing & Comunicazione a Fiuggi. Abbiamo il nostro bel progetto Casa-Frosinone, l’incontro del Frosinone Calcio con addetti, sponsor e stampa. All’interno di questo progetto abbiamo dislocato due location: Room 1928 all’interno dell’Hotel Italia, dove avremo una stanza dedicata al marketing e comunicazione durante il ritiro e quindi avremo la Be Club che rappresenta l’incontro di questo Club virtuale allargato nel quale troviamo sponsor, tifosi, member (i tifosi che hanno la Lion Card, ndr), la stampa e le Istituzioni. Tutto avranno uno spazio presso il Centro Sportivo Capo I Prati. Sarà una presenza molto forte di Casa-Frosinone, con due spazi: uno sul campo di allenamento e uno in Hotel. E’ evidente che dalla Room 1928 faremo giornalmente dei collegamenti, che saranno di due tipi: il primo con calciatori e dirigenti dell’area Tecnica attraverso una rubrica ad hoc e nel secondo avremo un’altra rubrica alla quale parteciperanno gli sponsor e tifosi member. Nel Be Club, oltre a quello che allestiremo attraverso i collegamenti con stampa e sponsor, ci sarà la possibilità di incontrare 3 calciatori che dialogheranno, faranno foto e autografi. L’idea è quella di creare questi due punti nel cuore del ritiro, ed anche in questo caso uno presso il Centro Sportivo e l’altro in albergo”.

Tutti i giorni ci sarà un report dell’allenamento, dal Be Club. Abbiamo programmato 13 incontri ma potranno essere di più. Sempre da Be Club verranno indette almeno 3 conferenze stampa, in coincidenza con le amichevoli o all’atto della presentazione di un nuovo calciatore. Quindi avremo ulteriori 3 appuntamenti dalla Room 1928, una rubrica denominata ‘Un Caffè con…’ con i protagonisti del ritiro, calciatori, con l’Area Tecnica e con i dirigenti. Quindi un’altra rubrica, la Business Club, che vedrà impegnati gli sponsor. La novità, rispetto ad un ritiro lontano dal territorio, è che in questo caso tutte le nostre forze possono convergere sul luogo del ritiro stesso in modo da permettere di toccare con mano le attività giornaliere. Vi confermo – conclude la sua relazione il direttore Salvatore Gualtieri – come Area Marketing e Comunicazione quanto già ampiamente sviluppato dal presidente. Non faremo abbonamenti. Con un bacino di 11.500 abbonati e soli 3.800 biglietti disponibili è impossibile pensare di fare degli abbonamenti. Quindi solo ticketing, ancora non abbiamo messo a punto il sistema a fronte, appunto, dei 3.800 posti che verranno distribuiti in tutti i settori. Si capisce facilmente che nelle curve avremo la possibilità di far entrare 800 tifosi in ognuna. Tutto questo sulla base del 25% della capienza degli stadi italiani. Ma sul discorso del ticketing ci sarà un’altra conferenza stampa”.

Si è passati poi alle domande dei cronisti presenti.

Per quanto riguarda le amichevoli, saranno a pagamento e quanta gente può partecipare?

“L’ingresso non sarà gratuito, la Media Sport Event gestirà le amichevoli. E’ chiaro che noi daremo le indicazioni. La capienza sarà sempre del 25%”.

Chi gestirà il lavoro nella Room 1928 e nella Be Club?

“Saranno impegnate 4 persone dell’Area Marketing e Comunicazione sul posto”.

Una considerazione sul progetto, è rivoluzionario. Ma mi permetto di dire che una squadra si ama se si ha la possibilità di osservarla, noi non possiamo assistere nemmeno ad un allenamento. Detto questo, ci sono anche tre conferenze stampa e tre incontri, di che tipi di contatti si tratta nello specifico?

“Sono momenti che serviranno a stare insieme, momenti dai quali si potranno trarre anche utili indicazioni per la stampa”.

A Fiuggi può entrare chiunque ogni giorno?

“Sulla presenza alle sedute di allenamento non posso rispondere, dipende dall’organizzazione del lavoro del tecnico. Quello che evidenzio è che è cambiato il lavoro dell’Area Marketing & Comunicazione su questo progetto. Poi se all’interno di questo discorso il mister decide o meno di far assistere agli allenamenti, ma rimane che il Be Club e Room 1928 saranno le Case della stampa, sponsor e tifosi. La cosa bella è vedere anche l’umore del calciatore, del tesserato che passa tutti i giorni davanti a noi”.

A proposito di Be Club ci saranno delle restrizioni?

“Le possono imporre solo il protocollo imposto dal Governo. Per quello che ci riguarda dobbiamo prestare attenzione anche alla massa critica di persone che si possono presentare”.

Una anticipazione sulle maglie?

“Ormai abbiamo un rapporto consolidato con Zeus, anche quest’anno le nuove maglie ci saranno per la prima di campionato. Pensiamo di presentarle dopo il 15 agosto. Le maglie saranno sempre tre: bianca, gialla e blu scuro. Grazie al rapporto consolidato con Zeus avremo, questo posso anticiparlo, delle maglie ‘minimal’ per la gialla e la blu, un disegno semplice su un ad altissimo livello. La maglia bianca sarà invece una sorpresa”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

Articoli Recenti