IL FROSINONE PROMOSSO IN PRIMAVERA 1, IL PARMA SI INCHINA ALLO STRAPOTERE CIOCIARO

 In Banner Post, Breaking News, Settore Giovanile

FROSINONE (4-3-1-2): Palmisani; Rosati (24’ st Benacquista), Maestrelli (43’ st Pahic), Bracaglia, Giordani; Peres, Bruno (37’ st Jirillo), Cangianiello; Favale; Stampete, Selvini.

A disposizione: Vilardi, Barzanti, Pahic, Battisti, Bianchi, Milazzo, Recchiuti, Di Palma, Pittaccio, Scognamiglio.

Allenatore: Gorgone.

PARMA (4-2-3-1): Rossi; Vona (45’ st Ribaudo), Ankrah, Sahitaj, Vaglica; Mallamo (43’ st Tannor), De Rinaldis; Basili (17’ st Costanza), Lusha, Haj (17’ st Russo); Marconi,

A disposizione: Piga, Maliszewski, Aissaoui, Bertolotti, Agostinelli, Mir Garcia, Lorenzani, Cavalca.

Allenatore: Beggi.

Arbitro: sig. Adalberto Fiero della sezione di Pistoia; assistenti: sigg. Maicol Ferrari della sezione di Rovereto e Stefano Camilli della sezione di Foligno.

Marcatori: 3’ pt Haj (P), 27’ pt Giordani (F), 42’ st Stampete (F).

Note: spettatori 700 circa; angoli: 11-1 per il Frosinone; ammoniti: 30’ pt Mallamo (F), 18’ st Lusha (P), 34’ st De Rinaldis (P), 38’ st Maestrelli (F); espulso: 19’ st Lusha (P), 49′ st Sahitaj recuperi: 1’ pt; 5’ st.

FERENTINO (FR) – Avete presente Davide contro Golia? E poi avete presente 11 leoni affamati? Sono entrambe la rappresentazione plastica, l’estrema sintesi del Frosinone di Giorgio Gorgone che al termine di una stagione esaltante batte il Parma (2-1 in rimonta) nella finalissima giocata al Comunale di Ferentino ed è promosso in Primavera 1 al cospetto delle big. Una immensa soddisfazione per il presidente Maurizio Stirpe, per il direttore dell’Area Tecnica, Guido Angelozzi, il direttore sportivo della Primavera Alessandro Frara, il tecnico Giorgio Gorgone e il suo staff. Un’immensa soddisfazione per tutto l’ambiente giallazzurro.

Gara a senso unico, decisa a 3’ dal 90’ dal gol di Stampete. Il primo tempo si era chiuso sull’1-1 strettissimo per i giallazzurri ciociari. Frosinone sotto dopo 3’ per effetto del gol firmato a porta vuota da Haj dopo una deviazione della difesa canarina, poi sale in cattedra la squadra di Gorgone che macina gioco, spettacolo ed occasioni. Il pari di Giordani è il premio alla determinazione, ma il parziale di 1-1 non premiava del tutto i giallazzurri. Il soliloquio riprendeva nella ripresa, gioco e occasioni. E col Parma in 10, i ciociari passano con l’ex attaccante dell’Arezzo.

IN CAMPO – Il Frosinone si presenta con il consueto 4-3-1-2 e nella formazione-tipo. Palmisani tra i pali, Maestrelli e Bracaglia centrali, Rosati e Giordani sugli out bassi. In mezzo al campo Bruno è il play, Cangianiello e Peres intermedi, quindi Favale alle spalle di Stampete e Selvini. Out il terzino Evan, ormai lungodegente dopo l’infortunio al ginocchio.

Nel Parma non c’è Circati, già protagonista nell’ultima stagione di B. Nel 4-2-3-1 di mister Beggi, tra i pali Rossi, davanti a lui i centrali Ankrah e Sahitaj. Doppio play per i crociati con Mallamo e De Rinaldis, davanti a loro la batteria di trequartisti composta da Basili, Lusha e Haj con Marconi punta di riferimento.

PARMA AVANTI AL 3’ POI SOLO FROSINONE – Avvio da partita a scacchi su entrambe le sponde, grande silenzio anche sugli spalti ed è un segno premonitore perché al 3’ il Parma passa: Marconi riceve sul filo del fuorigioco all’altezza del vertice alto dell’area grande, tiro cross sporcato che mette fuoricausa l’intervento di Palmisani, si avventa sulla sfera Haj che insacca a porta sguarnita. Il Frosinone incassa il colpo e cerca la risposta immediata 1’ dopo con Favale che prende alle spalle la difesa dei crociati ma il cross per Stampete appostato a due passi dalla line bianca è da dimenticare. I percoli per il Parma arrivano ancora da destra, pallone ad uscire per Bruno ma la staffilata destinata ad impensierire Rossi è deviata in angolo. Buona la risposta dei ragazzi di Gorgone dalla cintola in su, un di ‘impasse’ quando si tratta di gestire le uscite dalla propria metà campo. Al 9’ da un rinvio sbagliato di Rossi si innesca un’ottima azione del Frosinone, con Peres che con un tocco di classe serve Bruno in area ma il tocco al centro per Stampete è fuori dalle disponibilità dell’attaccante ex Arezzo. Il Parma non è impenetrabile anche a sinistra dove si infila Cangianiello, la difesa emiliana salva in angolo. Poi Rossi devia in angolo un colpo di testa di Selvini che poteva essere sfruttato meglio, quindi 1’ dopo è ancora Rosso che chiude la prospettiva di tiro  a Selvini che gli si era parato davanti. Frosinone a spron battuto, Parma premiato per ora dall’unico tentativo dei primi 15’. Al quarto d’ora esatto è Stampete che si mette in solitario ma il tiro di sinistra dal limite dell’area termina fuori. Al 17’ i ragazzi di Gorgone escono bene con Peres, tocco a destra per Favale che fa tutto bene tranne l’ultimo passaggio per Stampete in agguato all’altezza del dischetto del rigore. I canarini quando attaccano creano sempre qualcosa di interessante, Bruno dalla bandierina al 21’ sorpassa l’assembramento davanti a Rossi ma dalla parte opposta Stampete è preso controtempo. Dominio territoriale dei canarini al sesto calcio d’angolo a zero dopo 23’ ma Parma avanti. Una gestione non perfetta di un tiro dalla bandierina da parte del Frosinone spiana la corsia mancina al contropiede del Parma ma è tempestiva la chiusura di Maestrelli su Haj.

GIORDANI-PARI, IL PARMA TREMA A RIPETIZIONE – Stampete al 26’ elude con due finte la marcatura del diretto avversario, pallone docile per un potenziali colpo di testa a porta vuota ma non c’è nessun giocatore in maglia gialla a raccogliere. Un minuto dopo si accende l’asse Stampete-Favale ma il pallone schizza fuori. La pressione del Frosinone è costante e il pari arriva al 27′: angolo pennellato di Bruno, stacco imperioso di Giordani, pallone chirurgico prima sul palo, poi oltre la linea bianca e quindi  deviato fuori dal portiere. Nessuna esitazione da parte del direttore di gara che indica il cerchio del centrocampo. La tribuna del Comunale di Ferentino è una ‘santabarbara’, il gol è la miccia del tifo. Il Parma si riaffaccia in area, tiro di Lusha che Palmisani addomestica in due tempi ma prima ancora c’era una gomitata su Peres dello stesso Lusha non rilevata dall’arbitro. Ma è la squadra di Gorgone che cerca il raddoppio, pallone morbido per Selvini che, solo soletto davanti a Rossi, mette fuori di testa con la porta spalancata al 37’. Il Parma cerca di abbassare i toni indiavolati dei giallazzurri che vanno vicino al raddoppio al 39’, con Ankrah che per poco non batte Rossi, poi pallone ancora per Favale che non  trova la traccia giusta per Selvini appostato al limite dell’area piccola. Frosinone a tutto gas, al 40’ Favale ancora in rea pescato da Bruno, conquista il fondo del campo ma la traiettoria rasoterra è bloccata da Rossi. Uno-due da fuoriclasse in area tra Stampete e Bruno che davanti a Rossi con lo specchio spalancato e il portiere già vittima sacrificale, spara fuori. Il finale di tempo è una raffica di occasioni per il Frosinone, la difesa del Parma traballa, poi è Rossi che con un’uscita bassa evita la capitolazione. Nel minuto di recupero emiliani in evidente difficoltà ma si va al riposo sul risultato di parità (1-1) strettissimo alla squadra di Gorgone.

ROSSI-MIRACOLO, PARMA IN 10 – Il Parma parte con la stessa decisione degli scampoli iniziali della prima frazione di gioco, Frosinone più sornione e attendista anche per gestire il gran caldo. Ma quando cerca l’affondo in velocità i giallazzurri fanno scattare gli allarmi dalle parti di Rossi come al 4’ quando Selvini prima e Peres dopo non trovano lo spazio giusto per arrivare al tiro. Al tiro ci va Peres al 7’ servito in area da Bruno ma la botta di sinistro a 7-8 metri da Rossi termina fuori incredibilmente. Al 9’ il primo tiro dalla bandierina per il Parma, pallone a scavalcare la difesa da parte di Mallamo, Marconi non ci arriva. All’improvviso si accende la squadra di Gorgone. Al 10’ Selvini a sinistra, pallone per Stampete e Rossi salva sulla linea un gol fatto. Poi è Bruno che si libera in area, sinistro mentre cade e pallone fuori di poco. Frosinone dominante ma non chirurgico. Un errore di gestione del pallone da parte di Palmisani al 13’ apre la strada a Marconi che entra in area da destra, staffilata e pallone di poco fuori. Partita correttissima ma al 18’ ci pensa Lusha a macchiarla con un fallaccio suMaestrelli in vantaggio sul pallone, per il direttore di gara è solo giallo. Che diventa doppio 1’ dopo quando l’attaccante albanese affonda Bruno a centrocampo. Parma in 10. Crampi per Rosati, al suo posto entra Banacquista che conquista subito un angolo. Parma chiuso in area, la squadra di Beggi si affida alle ripartenze ma la difesa del Frosinone non molla niente. Crampi anche per Maestrelli, Gorgone manda a scaldare Pahic ma in campo resta a furor  di popolo il centrale romano.

DOMINIO E LA GIOIA FINALE – Al 34’ Maestrelli imperioso in chiusura, poi De Rinaldis deve aggrapparsi alla maglia di Favale per fermarlo sulla ripartenza destinata a far male ai ducali. Un minuto dopo colpo di testa di Selvini in agguato sul secondo palo, pallone sul legno e poi fuori. Percussione di Maestrelli al 35’, Stampete non sfonda. Entra Jirillo per Bruno al 37’. Giallo per Maestrelli al 39’, bisogna tenere i nervi saldi. Il Frosinone al 42’ passa: Favale a destra incarta mezza difesa del Parka, tocco ad uscire per Stampete che batte Rossi. Cinque minuto di recupero, il Parma avanti con la energie residue e la forza dellka disperazione, il Frosinone vuole gestire il vantaggio. La tensione si taglia con il coltello. E giallazzurri per la 11.a volta dalla bandierina ma la difesa del Parma di salva. Al 49’ sulla profondità di Peres, fallo di Sahitaj che rimedia il rosso. Parma in nove, punizione per il Frosinone dal limite ma non c’è tempo per fare il terzo: basta così, il Frosinone di Giorgio Gorgone e Alessandro Frara è promosso in Primavera 1 . In campo si piange di gioia. E’ giusto così.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

 

 

 

 

Articoli Recenti