FROSINONE-REGGINA 1-1, IL TABELLINO

 In Banner Post, Banner Slider, Prima squadra

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo (1’ st Kastanos), Szyminski; Salvi, Rohden, Carraro (36’ st Tabanelli), Maiello (16’ st Boloca), Zampano; Novakovich, Parzyszek (1’ st Tribuzzi).

A disposizione: Iacobucci, Marcianò, Curado, Capuano, Gori, Beghetto, D’Elia, Vitale.

Allenatore: Nesta.

REGGINA (4-2-3-1): Nicolas (1’ st Plizzari); Lakicevic, Loiacono, Cionek, Di Chiara; Crisetig (33’ st Faty), Bianchi; Situm, Folorunsho, Micovski (33’ st Liotti), Menez.

A disposizione: Guarna, Stravropoulos, Rossi, Bellomo, Rechichi, Domanico, Denis, Delprato, Dalle Mura.

Allenatore: Baroni.

Arbitro: Signor Marco Serra della sezione di Torino; assistenti sigg. Francesco Fiore della sezione di Barletta e Robert Avalos della sezione di Legnano (Mi); Quarto Uomo Signor Daniele Paterna della sezione di Teramo.

Marcatore: 29’ pt Folorunsho, 40’ st Tabanelli (rigore).

Note: partita a porte chiuse; angoli: 8-4 per il Frosinone;  ammoniti: 16’ pt Szyminski, 33’ pt Crisetig, 12’ st Rohden, 14’ st Menez, 20’ st Zampano, 26’ st Di Chiara, 39’ st Lakicevic; recuperi: 1’ pt; 5’ st.

FROSINONE – C’è voluto un ‘cucchiaio’ su rigore di Tabanelli a 5’ dal 90’ ad evitare la sconfitta al Frosinone. Primo tempo inguardabile dei giallazzurri, messi male in campo e a corto di idee: la Reggina era passata a condurre grazie ad una rete di Folorunsho e solo tre interventi di Bardi avevano evitato un passivo più pesante. Nella ripresa la rivoluzione di Nesta con i primi 3 cambi che hanno fatto riprendere il colore ai giallazzurri e il quarto, quello di Tabanelli, servito ad apporre il sigillo minimo ad una partita che, alla vigilia, era da vincere.

 

Articoli Recenti