LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER GROSSO POST COSENZA-FROSINONE

 In Breaking News, Prima squadra

COSENZA – Rammarico. E pure arrabbiatura. Che vuole si trasmetta alla squadra. E’ su questo canovaccio che si snoda l’intervista post-gara di mister Grosso dopo il pari di Cosenza.

Mister che cosa vi ha dato fastidio del gioco del Cosenza? Il secondo tempo è stato molto meglio del primo. È d’accordo?

“Siamo d’accordo. E’ un peccato mortale uscire da questa gara con un punto, è stata una partita stradominata. Nel primo tempo siamo andati ad appiattirci sul ritmo loro e noi in quel caso non siamo bravi. Abbiamo preso gol su rigore ma ci sono state anche tre occasioni per noi (una sullo 0-0, di Garritano, ndr). E poi nella seconda parte del match abbiamo creato tantissimo ma non siamo riusciti a vincere e questa non è una cosa positiva. Dobbiamo essere in grado di migliorare questo aspetto”.

Dopo questa partita ed i cambi decisivi in attacco, ha un’altra convinzione di come potrà essere schierato il reparto offensivo in futuro?

“Noi abbiamo tante soluzioni e quando le cose vanno meno bene si pensa alle soluzioni da bocciare o a quelle da promuovere. Abbiamo tanti ragazzi, in base alle loro caratteristiche ho voluto mettere due attaccanti di ruolo per sfruttare il dominio del gioco ed anche perché in mezzo al campo avevamo più ritmo e benzina. Nel secondo tempo sono contentissimo di quello che abbiamo proposto, sono arrabbiatissimo per quello che non abbiamo preso perché in classifica ci sono meno punti di quelli che avremmo meritato fino ad ora e questa non è sfortuna. Noi dobbiamo essere in grado di raccogliere quanto meritiamo”.

Oggi è più un punto guadagnato o due punti persi vista la mole di gioco prodotta specie nella seconda frazione?

“Queste partite nascondono sempre il tranello ma questa è una gara che non ha avuto storie. Non ho visto i dati ancora ma siano andati in sofferenza su mezza azione loro ed abbiamo preso gol su rigore. Ed abbiamo creato tante, troppe azioni da gol nelle quali avremmo dovuto e potuto fare meglio. Vediamo il bicchiere mezzo pieno ma anche quello mezzo vuoto”.

Non bene la prestazione Ricci e Maiello, cosa non è andata bene oggi secondo lei?

“Come ho detto nel primo tempo ci siamo adeguati al ritmo loro. A ritmi bassi non riusciamo ad esaltare le nostre qualità. Dovevamo alzare i giri. Nel secondo tempo lo abbiamo fatto, mettendo in grandissime difficoltà il Cosenza. Peccato”.

Non è la prima volta in questa stagione che la squadra regala un tempo agli avversari. Come mai?

“Abbiamo solo concesso mezza occasione da gol. Non è stato il nostro miglior primo tempo, però nell’arco della partita abbiamo dimostrato altro ma non siamo riusciti a vincere. E questo ci deve far arrabbiare”.

Il Frosinone ha rischiato di perdere contro una squadra che, a conti fatti, ha avuto pochissime occasioni. Voi soprattutto nella ripresa ne avete avute tante. Rischia di diventare un grosso problema la mancanza di lucidità lì davanti.

“Dobbiamo fare meglio, quando crei dieci occasioni e ne subisci mezza su rigore con la squadra schierata sei chiamato a fare meglio appunto. Rimane un grande rammarico”.

Quattro partite senza vittorie e prestazione sufficiente solo nella ripresa. Cosa non sta funzionando?

“Penso di aver fatto fin qui un’analisi molto lucida ed esauriente anche per questa domanda”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

Articoli Recenti