LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER GROSSO PRE COSENZA-FROSINONE

 In Banner Post, Banner Slider, Prima squadra

FROSINONE – Alla vigilia della partenza per Cosenza, le parole in conferenza stampa del tecnico giallazzurro Fabio Grosso.

Mister Grosso, vista la classifica e gli ultimi risultati la trasferta di Cosenza può sembrare tra le più abbordabili, è d’accordo però nel considerarla una delle più difficili, specialmente in trasferta?

“Sarebbe l’errore più che grande che si può commettere. E’ una partita complicatissima, le difficoltà noi le conosciamo molto bene. Ci siamo preparati in maniera adeguata per giocare una partita solida, coraggiosa e aggressiva come siamo abituati a fare. Troveremo un avversario che viene da un risultato brutto, sappiamo che quando i momenti non sono facili si va alla ricerca di energie ulteriori. Che anche noi dobbiamo cercare nonostante arriviamo da un risultato positivo”.

Quali sono le caratteristiche della prossima avversaria dal punto di vista tecnico-tattico?

“E’ una squadra che ha cambiato tanto, al di là dei moduli che presenta è una formazione riconoscibile. E’ preparata bene, avuto qualche difficoltà ma ha fatto anche dei buoni risultati in casa. Ha messo in difficoltà molte avversarie. Sarà un ambiente complicato per noi ma sono tutte cose che sappiamo. E proprio perché le conosciamo, debbono essere un vantaggio per noi”.

Queste due partite che arrivano, col Cosenza e Perugia, sono due sfide cruciali secondo lei per capire le ambizioni di alta classifica? Fare sei punti potrebbe significare molto. E’ d’accordo? Teme un possibile rilassamento dei sui ragazzi?

“Siamo fermamente concentrati su questa partita, da giocare molto bene. In passato qualche punticino di troppo lo abbiamo lasciato, adesso dovremo essere bravi invece a mettere in campo tanta determinazione. Se non lo fai, l’avversario te ne fa accorgere subito”.

Si aspettava questo impatto di Borrelli? Eventualmente è pronto a giocare dal primo minuto?

“Lo dico ai ragazzi, tutti possono giocare. Poi ci sono i momenti da valutare. Tutti sono pronti e su tutti posso fare affidamento. E di volta in volta ho il compito di fare delle scelte, su chi inizia e chi entra che spesso determina le partite”.

Quali sono le condizioni di Sampirisi? In caso di indisponibilità pensa di ripetere la scelta riguardante Monterisi?

“Mario è tornato oggi con noi, sarà nel gruppo. Vediamo che tipo di condizione avrà, se sarà il caso di farlo partire da titolare o lasciarlo comunque a disposizione. Non ci sarà solo Oyono”.

Quando è arrivato a Frosinone aveva affermato che la sua squadra ideale “deve avere energia, coraggio ed entusiasmo”. A distanza di un anno e mezzo che bilancio fa della sua esperienza in Ciociaria? Al di là dei risultati che sono sotto gli occhi di tutti, quanto è soddisfatto del processo di crescita della squadra e dell’entusiasmo ricreato anche nella piazza?

“Era uno dei primi obiettivi che c’eravamo posti. Mettere energia e ricreare entusiasmo, ci stiamo riuscendo. La bravura deve essere quella di capire che l’entusiasmo va alimentato, abbiamo la responsabilità di sapere che abbiamo fatto delle buone partite e che possiamo ancora farne. Per continuare dobbiamo stimolarci e pretendere sempre di più. Sappiamo anche che non sempre ci saranno gioie. Ma il modo di affrontare le partite non vogliamo sbagliarlo, è qualcosa che possiamo decidere noi”.

La bontà del suo lavoro è certificata dai risultati e dai riconoscimenti che arrivano da più parti, Società compresa. Con il club sta parlando di rinnovo del contratto?

“Ma io mi sono trovato e mi trovo benissimo. Mi piace tanto affrontare il presente perché il passato aiuta ad affrontare le situazioni che si presentano di volta in volta. Il futuro arriverà, non ci pensiamo. Mi piace giorno dopo giorno dare il massimo per il club col quale lavoro, sono orgoglioso di farlo per una società serissima con a capo un Presidente che ha grandissime qualità. Non penso a quello che porrà accadere. C’è grande stima tra di noi, vogliamo continuare a portare avanti un progetto difficile ma tanto stimolante. Lo facciamo quotidianamente con tanta passione, provando a metterci le nostre competenze e cercando di trasferire energie ai ragazzi che a loro volta debbono essere bravi a tradurle sul campo. Per il momento ci stiamo riuscendo, è una bella responsabilità per noi. Dobbiamo sapere che staccando il piede dall’acceleratore si rallenta e invece noi dobbiamo continuare ad accelerare”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

Articoli Recenti