LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER NESTA POST LECCE-FROSINONE

 In Breaking News, Prima squadra

LECCE – Il Frosinone pareggia una partita che se avesse vinto non avrebbe fatto gridare allo scandalo. Ma Nesta vince la sua personale sfida a scacchi con il collega Corini. Un Frosinone indomito, che nonostante qualche pausa, ci ha creduto fino al 94’ di una gara bellissima.

Mister Nesta, un pari che vale come una vittoria per come la squadra ha saputo soffrire e lottare fino alle fine?

“E’ stata una prestazione importante, siamo andati in vantaggio e poi siamo stati anche più pericolosi di loro. Il Lecce ha tirato poco in porta rispetto a noi. Sono stracontento ed anche se malauguratamente avessimo perso, la mia opinione sulla prestazione non sarebbe cambiata. Per me oggi su un campo così difficile abbiamo disputato una grande partita”.

Dopo il Chievo prestazione notevole anche con il forte Lecce. Un Frosinone che a questo deve convincersi di poter fare la corsa alle prime due posizioni.

“Non dobbiamo fissarci degli obiettivi ma sappiamo che abbiamo delle responsabilità e l’obbligo di fare un campionato importante senza però assegnarci una posizione precisa in classifica. La squadra sta crescendo, oggi ho visto un ulteriore passo in avanti. Bisogna andare dritti davanti a noi”.

Punto pesante su un campo difficile. Per le prossime gare pensa di riuscire a risolvere l’emergenza di uomini in attacco?

“Abbiamo gli uomini giusti. Tribuzzi ad esempio è un giocatore offensivo che a volte può fare anche la seconda punta. A volte giochiamo con una sola punta e un trequartista, oggi abbiamo giocato in fase difensiva con un centrocampo a tre e quando attaccavamo alzavamo anche le due mezze ali che diventavano trequartisti a tutti gli effetti. Io non mi lamento mai sul numero di giocatori a disposizione”.

Quanto c’è di suo dentro a questa crescita esponenziale di Novakovich?

“Novakovich è un giocatore che ha bisogno di giocare ed anche di sbagliare perché con gli errori si migliora. Ha delle potenzialità importanti, può fare ancora molto di più. Siamo contenti di lui”.

Nel primo tempo, dopo il vantaggio del Frosinone, il Lecce è parso in confusione e ci sono state diverse occasioni per raddoppiare. Nel secondo il Lecce va in vantaggio ma è stato bravo il Frosinone a credere nel pareggio.

“E’ stata una partita strana, siamo andati in vantaggio meritatamente giocando anche meglio di loro nel complesso ed anche nel numero di occasioni capitate. Abbiamo concesso due gol un po’ particolari, che comunque possono anche starci. Ma nel complesso il risultato è giusto”.

Questo pari può essere considerato come una grande dimostrazione di sacrificio e maturità della sua squadra?

“Queste partite il Frosinone difficilmente le sbaglia, poi può anche perderle. Noi dobbiamo lavorare sulla continuità, serve fare sempre meglio sotto il punto di vista dell’approccio alla partita”.

L’ingresso di Tribuzzi ha contribuito a vivacizzare e a dare fluidità alla manovra d’attacco. Pensa che nelle prossime partite possa trovare un minutaggio maggiore?

“Tribuzzi è un elemento che ci dà tante soluzioni ed a volte quando entra soprattutto ci dà quella freschezza di gamba che nel finale di una gara fa sempre la differenza”.

Considerando quanto si è visto in campo, quanti rimpianti ci sono per non aver potuto giocare al completo o con maggiori alternative?

“Zero, perché chi ha giocato ha fatto bene. Mai pensato se c’era questo o quello. Sono contento, tutti debbono avere la convinzione di poter giocare. Questo significa coinvolgere le persone e far sentire tutti importanti”.

Come sta Ciano? Sarà pronto per la sfida di Reggio Emilia?

“Camillo lo abbiamo portato qui a Lecce ma dobbiamo valutarlo con attenzione”.

 

Articoli Recenti