PRIMAVERA 1, FROSINONE IN ZONA PLAYOFF: BATTUTO IL BOLOGNA 3-0

 In Breaking News, Settore Giovanile

FROSINONE (4-3-3): Palmisani; Maestrelli, Macej, Maura, Bracaglia; Milazzo (36’ st Pozzi), Bruno (22’ st Pera), Peres; Afi (22’ st Condello), Selvini (45’ st Voncina), Cangianiello (45’ st Rosati).

Allenatore: Gorgone.

A disposizione: Di Chiara, Stefanelli, Zettera, Ferrieri, Benacquista,  Gozzo, Mulattieri N..

BOLOGNA (3-5-2): Bagnolini, Wallius, Amey, Pytthia, Raimondo (33’ st Mmaee), Karlsson (11’ st Anatriello), Bynoe (27’ st Mazia), Stivanello, Paananen, Motolese, Urbansky (27’ st Rosetti).

Allenatore: Vigiani.

A disposizione: Raffaelli, Gasperini, Mercier, Maltoni, Corazza, Diop, Corsi, Schiavoni

Arbitro: sig. Alfredo Iannello; assistenti sigg. Antonio Piedipalumbo e Andrea Nasti.

Marcatori: 22’ pt Selvini (F), 44’ st Pera (F), 49’ st Voncina (F)

Note: spettatori 200 circa; angoli: 2-1 per il Bologna; ammoniti: 17’ pt Wallius (B), 32’ pt Amey (B), 11’ st Maestrelli (F), 33’ st Palmisani (F), 37’ st Pera (F), 47’ st Anatriello (B); recuperi: 3’ pt; 5’+1’ st; il Frosinone con il lutto al braccio per la scomparsa del preparatore dei portieri Domenico Costantini; prima della gara un minuto di raccoglimento in suo ricordo.

FERENTINO (FR) – Un Frosinone spettacolare batte 3-0 il Bologna ed entra in zona playoff nel pomeriggio delle lacrime e della commozione di tutti in casa giallazzurra per la scomparsa del preparatore dei portieri Domenico Costantini. Partita dominata per larghi tratti dalla squadra di Gorgone, brava a piazzare il vantaggio con Selvini nel primo tempo e poi, dopo aver ammortizzato la sfuriata del Bologna, colpire gli avversari con il gol di Pera al 90’ e il 3-0 su rigore di Voncina. In classifica quinto posto a braccetto con lo stesso Bologna, Roma e Lecce e a -3 dalla capolista Torino.

IN CAMPO – Il Frosinone senza Jirillo e De Min, infortunati di lungo corso, si schiera con il 4-3-3 che vede davanti a Palmisani la conferma della linea difensiva formata da Maestrelli, Maura, Macej e Bracaglia. Bruno è il regista basso, Peres e Milazzo le mezze ali, Cangianiello sale nel tridente d’attacco completato da Afi e Selvini.

SELVINI SBLOCCA IL PRIMO TEMPO – Tre giri di lancette, pallone alle spalle della difesa felsinea, Selvini alza la mira. La formazione di Vigiani si affaccia nell’area giallazzurra ma la ripartenza del Frosinone è rapidissima, Selvini però controlla in maniera non perfetta il pallone invitante e Amey chiude gli spazi davanti a Bagnolini. Il Bologna rischia costantemente una costruzione ortodossa dal basso per aprirsi un varco in superiorità, il Frosinone la alterna con rilanci lunghi di Palmisani e l’uscita su Bracaglia. E’ una partita a scacchi che vive a sprazzi di qualche accelerazione nel cuore delle difese ma senza pericoli per i due portieri. Al 18’ l’azione degli emiliani si snoda dai piedi di Karlsson, pallone per Paananen che svirgola. Un minuto dopo Macej non si accorge di Palmisani salito al limite, pallone all’indietro che sta per scavalcare l’estremo difensore che allarga il compasso e riesce a sventare il pericolo. Da azione d’angolo pericolo per la porta di Palmisani, il pallone atterra un metro dalla porta, alla fine Maura spazza ed evita guai. Il Bologna cerca con insistenza la catena di sinistra dove si muove Karlsson. Al 22’ il Frosinone con due tocchi passa: Peres ruba un pallone sulla trequarti, alza la testa e vede il movimento a dettare di Selvini, palla nello spazio in area, destro repentino che non dà scampo a Bagnolini. Esultanza e commozione per i baby giallazzurri nel ricordo di Domenico Costantini. Il Bologna si riversa al limite dell’area del Frosinone ma la ripartenza giallazzurra è devastante, ci vuole un intervento fuori le righe di Amey per fermare uno scatenato Cangianiello. Per il direttore di gara è solo rimessa laterale per il Frosinone. Al 31’ bravissimo Palmisani a leggere il pericolo ed uscire a valanga su Karlsson, pallone in angolo. La squadra di Gorgone sulle ripartenze a razzo crea sembra pericoli, Amey deve spendere un giallo per fermare Cangianiello. Brividi freddi percorrono la schiena di Bagnolini al 34’, rasoiata di Milazzo e pallone che sfiora la base del palo alla destra del portiere. Dall’altra parte è Palmisani che viene scavalcato dal pallone, bravo a non perdere gli appoggi e agguantare la palla in modo da evitare l’angolo. A 7’ dal 45’ Cangianiello prende il tempo a Karlsson in ripiegamento, si accentra ma Selvini non legge il movimento. Occasionissima per il Bologna al 39’, Paananen allarga per Raimondo che aggira Macej ma il destro dell’attaccante esce di centimetri alla destra di Palmisani. Nel finale di tempo il Frosinone accarezza il 2-0: Cangianiello aggancia sulla trequarti, pallone per Afi che entra in area e spara di destro, pallone un po’ ciabattato che esce di poco. Nei 3’ di recupero il Frosinone controlla i tentativi del Bologna e va al riposo sul meritato vantaggio.

DOPPIO SIGILLO NEL FINALE – Si riparte con una collisione fortuita sotto la tribuna tra Maura e Motolese, solo ammaccature. La partita sembra sonnecchiare, bisogna arrivare al 10’ per rilevare un gran colpo di testa di Maura e la grande risposta di Bagnolini. La partita di apre, al 12’ Raimondo sparacchia alto, al 13’ Cangianiello fallisce un tap-in a botta sicura davanti a Bagnolini con palla in movimento. Il Frosinone spreca qualcosa dalle parti di Bagnolini, al 19’ Paananen alza la mira anche se il pallone viene comunque deviato in angolo da Macej. Nel Frosinone dentro Condello per Afi e Pera per Bruno al 22’, la risposta del Bologna è Mazia e Rosetti per  Bynoe e Urbanski al 27’. Le due squadre non creano più pericoli, sale il livello di agonismo ma all’improvviso c’è un lampo del Bologna e ci vuole una grande parata di Palmisani per evitare il pareggio su un colpo di testa di Mazia lasciato libro a tre metri dal palo. Entra Mmaee nel Bologna e subito si confeziona una palla gol, grande risposta di Palmisani sulla botta da tre metri. Giallo anche Pera, Gorgone avvicenda Milazzo con Pozzi. Il Bologna attacca a testa bassa, il Frosinone spreca a 6’ dal 90’ con Pozzi che spara sulle gambe di un difensore. Palmisani nel traffico davanti a lui abbranca un pallone pericoloso che Mmaae non riesce a toccare. Il Frosinone la chiude al 44’ con una staffilata di Pera che non lascia scampo a Bagnolini. E il centrocampista, abbracciato dai compagni in lacrime, va a raccogliere gli applausi sotto la tribuna. Gorgone dà spazio a Voncina e Rosati al 1’ dei 5’ di recupero. Al 49’ Amey commette fallo sullo stesso Voncina lanciato a rete, rigore senza appello che il neo entrato realizza per il 3-0 dei giallazzurri. Che a fine gara sfogano tutte le lacrime residue abbracciati a centrocampo sulle parole di mister Gorgone.

Giovanni Lanzi

 

 

 

 

Articoli Recenti