PRIMAVERA 1, IL 2-2 A CASA-INTER VA STRETTO AD UN GRANDE FROSINONE

 In Breaking News, Settore Giovanile

INTER (3-4-1-2): Botis; Fontanarosa (dal 25’ st Perin), Guercio, Di Pentima; Zanotti, Grygar (dal 13’ st Martini), Bonavita, Pelamatti (dal 1’ st Andersen); Iliev; V. Carboni (dal 40’ stl Kamate), Esposito (dal 13’ st Curatolo)

A disposizione: Basti, Delvecchio, Stankovic A., Stabile, Di Maggio, Biral, Stante, Owusu, Zefi.

Allenatore: Chivu.

FROSINONE: Palmisani; Rosati (dal 40’ st Ferrieri); Pahic, Maestrelli (dal 1’ st Maura), Bracaglia; Peres (dal 25’ st Pera), Bruno (dal 35’ st Afi), Milazzo; Condello (dal 35’ st Voncina), Selvini, Cangianiello.

A disposizione: Stellato, Di Chiara, Stefanelli, Miller, Benacquista, Macej, Gozzo, Mulattieri.

Allenatore: Gorgone.

Arbitro: sig. Claudio Panettella, assistenti: sigg. Andrea Torresan e Alessandro Munerati

Marcatori: 16’ pt Condello (F), 9’ st Andersen (I), 12’ st Selvini (F), 34’ st Iliev (I).

Note: spettatori: 400 circa; angoli: 3-1; ammoniti: 17’ pt Bracaglia (F), 18’ pt Maestrelli (F), 23’ e 46’ pt Bonavita (I), 20’ st Peres (F), 32’ st Pera (F), 40’ st Chivu (I); espulso: 46’ pt Bonavita (I) recuperi: 1’ pt e 4’ st.

MILANO – Alla fine di 95’ bellissimi e combattuti a recriminare è il Frosinone che sfiora il colpo gobbo in casa dell’Inter campione d’Italia rimasta in 10 dalla fine del primo tempo. Giallazzurri due volte in vantaggio e due volte ripresi, la seconda grazie al sesto gol in sette giorni del fantasista Iliev. Ma a rubare la scena del Konami Center è la formazione di Gorgone che soprattutto nella prima frazione di gioco domina e si vede negare il 2-0 dalle parate di Botis e dalla traversa. I gol: apre Condello al 16’ con una magia su punizione, pareggia Andersen al 9’ della ripresa, Selvini fa 2-1 dopo aver ipnotizzato mezza retroguardia neroazzurra, quindi il pareggio del bulgaro Iliev.

IN CAMPO – Inter in campo con il 3-4-1-2, il modulo che ha permesso di sbancare Firenze per la prima vittoria stagione. Tra i pali Botis, in mezzo alla difesa c’è Guercio, Fontarosa e Di Pentima i ‘braccetti’. A centrocampo Zanotti e Pelamatti sono gli esterni, Grygar e Bonavita i centrali. Alle spalle della coppia composta da Carboni ed Esposito c’è Iliev.

Il Frosinone in campo con il 4-3-3 nel quale il tecnico Gorgone recupera rispetto alla gara con l’Empoli il centrale di difesa Maestrelli e la mezzala Peres. Quindi davanti a Palmisani, i terzini sono Rosati e Bracaglia, al fianco di Maestrelli la conferma di Pahic. In mezzo al campo le chiavi in mano al play Bruno, Peres e Milazzo sono le mezze ali. In attacco ancora Selvini come punto di riferimento centrale, Condello e Cangianiello sono gli attaccanti esterni.

DOMINIO GIALLAZZURRO, CONDELLO-GOL COME ‘PINTURICCHIO’ E PAHIC COLPISCE LA TRAVERSA – Pronti e via, Selvini impegna in due tempi il portiere Botis che prima salva sul diagonale con il braccio a terra e poi blocca la sfera. Subito arrembante la squadra di Gorgone che cerca e trova in tre tocchi la profondità. Dialoga con buona fluidità il Frosinone nella metà campo dell’Inter e va a conquistare una punizione per un fallo su Bruno commesso da Fontanarosa sulla trequarti. Palla dentro da parte di Bruno, respinge la difesa dell’Inter, al volo dal limite Condello, Botis para al centro della porta. Al 6’ la prima sortita dei neroazzurri nella metà campo del Frosinone che chiude tutti i boccaporti dopo una ingenuità di Rosati sul bomber Iliev. Ci prova la formazione di Chivu, pallone di Carboni sull’arrivo di Bonavita, destro a girare di Bonavita che va alto sulla traversa. Ma il Frosinone gioca sempre a testa alta, ottima la visione di gioco di Palmisani che sceglie il rinvio mirato per uscire dal pressing della squadra di casa. Frosinone ad un passo dal vantaggio al 10’. E sull’azione grava come un macigno un presunto rigore per spinta di Zanotti su Cangianiello pronto a colpire di testa a due passi da Botis, il pallone sfila via ma per il direttore di gara è tutto regolare. Le ‘cavallette’ di Gorgone non danno punti di riferimento, al 15’, Cangianiello si porta tutti a spasso e conquista una punizione al limite per fallo di Zanotti. Va sul pallone Condello che veste i panni di ‘Pinturicchio’ e disegna una parabola imprendibile che si infila imparabilmente sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di Botis. L’Inter schiuma rabbia con il direttore di gara, il Frosinone nel frattempo rimedia due gialli pesanti per Bracaglia e Maestrelli nel giro di 1’. La partita è sempre più vivace. L’Inter cerca di far valere il tasso tecnico, il Frosinone se la gioca con grande libertà di testa e quando la squadra di Gorgone dispiega le vele la difesa dell’Inter va in affanno. Giallo anche per il neroazzurro Bonavita, poi il Frosinone da azione d’angolo colpisce la traversa con un gran colpo di testa di Pahic che con tempismo va ad impattare il pallone servitogli da Bruno. Non è finita la paura per la formazione di Chivu perché Bruno porta a spasso mezza difesa dell’Inter, entra nel cuore dell’area dei neroazzurri, il pallone schizza al limite per il gran destro di Milazzo, Botis-miracolo a deviare un pallone destinato sotto l’incrocio.

INTER IN 10 UOMINI – Grande calcio intorno al 35’, continui ribaltamenti di fronte ma è ancora il Frosinone dopo aver chiuso gli spazi a Iliev a vanificare con Condello un’ottima occasione nell’area dell’Inter. La squadra di Chivu fa perno sulle giocate di Carboni e Iliev, il Frosinone ringhia su ogni zolla di campo. Al 39’ l’Inter con Iliev perviene al pareggio ma il bulgaro è in netta posizione di fuorigioco sulla punizione battuta da Bonavita per fallo di Bruno sullo stesso Iliev. Nel finale di tempo spinge l’Inter, la retroguardia canarina si chiude bene a riccio davanti a Palmisani. Il tempo si chiude al 50” di recupero con la presa ferrea in elevazione di Palmisani e 10” dopo sul doppio giallo sulle spalle del neroazzurro Bonavita per fallaccio su Cangianello.

PAREGGIO DELL’INTER E NUOVO VANTAGGIO FROSINONE CON MAGIA DI SELVINI – Comincia la seconda frazione, un cambio per parte: per i giallazzurri dentro Maura per l’ammonito Maestrelli, per l’Inter invece fuori Pelamatti per Andersen. Pareggio dell’Inter sugli sviluppi di un’azione offensiva che si sviluppa sulla sinistra, con Iliev che dal fondo mette in mezzo un pallone rasoterra a pescare il subentrato Andersen che deve solo aprire il piattone e spingere in rete. 1-1. Un po’ di ingenuità però sull’azione a fondo campo da parte dei giallazzurri.

Il pareggio dura pochi minuti perché il Frosinone torna subito in fase offensiva e passa nuovamente in vantaggio con una magia di Selvini. Bruno verticalizza per il numero 10 giallazzurro che stoppa, protegge palla al limite dell’area, dribbla Grygar al limite dell’area e in caduta calcia con il mancino battendo Botis.

L’INTER TROVA IL PAREGGIO E PROVA A COMPLETARE LA RIMONTA –  All’improvviso, con la partita in mano, brivido per i giallazzurri, Palmisani su un retropassaggio pasticcia perché manca lo stop, fortunatamente la traiettoria è fuori dallo specchio della porta per 2-3 centimetri e termina sul fondo. Scampato pericolo.

Al 33’ minuto l’Inter ci prova con una conclusione da lontano di V. Carboni, sulla traiettoria c’è Maura che si immola e con tutto il corpo, in maniera regolare devia in angolo. La squadra di Chivu all’assalto, il Frosinone anche in superiorità numerica paga qualcosa. Un minuto dopo i padroni di casa trovano il gol del pareggio: Iliev parte palla al piede dalla sinistra, si accentra e conclude puntando il primo palo, Palmisani si distende alla propria destra ma non riesce ad arrivare sul pallone. Un tiro probabilmente non irresistibile. Ancora in fase offensiva l’Inter, Iliev appoggia per V. Carboni che prende palla, dribbla mezza retroguardia canarina e, arrivato all’altezza del vertice dell’area di rigore, calcia ma Palmisani stavolta è ben posizionato e smanaccia. Fase finale molto confusa e stanca, le due compagini sembrano accontentarsi del risultato tanto da non affondare seriamente il colpo. Per i giallazzurri ottimo pari che allunga la striscia positiva e che permette di rimanere nella scia della Juve (ora a +2) nuova capolista solitaria, in attesa della gara della Roma prossima avversaria dei canarini a Ferentino.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

Articoli Recenti