ZERBIN: “L’ESORDIO, UN’EMOZIONE BELLISSIMA. AL FROSINONE NON POTEVO DIRE NO”

 In Breaking News, Prima squadra

FERRARA – Esordio ufficiale per il neo giallazzurro Alessio Zerbin e prime dichiarazioni ufficiali per l’attaccante esterno che il Frosinone ha prelevato dal Napoli. Per lui poco più di un’ora di gioco al posto dell’altro neo acquisto Canotto.

Zerbin, che cosa ti ha spinto ad accettare l’offerta del Frosinone?

“Quando ho avuto la chiamata da parte del direttore Angelozzi mi ha subito convinto del progetto societario e quindi non potevo assolutamente rifiutare questa offerta del Frosinone anche perché per me si tratta di un salto di categoria. Spero di essere pronto per questa nuova avventura, di mettermi a disposizione e di dare una mano a squadra e allenatore quando verrò chiamato in causa. Sono qui per questo, spero di essere all’altezza”.

Prima partita ufficiale della stagione e debutto con la maglia del Frosinone: se lo aspettava?

“E’ stata una bellissima emozione, il mister ha cercato subito di inserirmi nel meccanismo, di spiegarmi quello che lui vuole da me e cosa debbo dare alla squadra. Mi sentivo pronto per iniziare e credo che tutto sommato la partita sia andata bene anche se non è arrivata la vittoria che ci avrebbe dato la qualificazione. Ma credo ci siano dei buonissimi spunti dai quali partire”.

La sua propensione ad accentrarsi renderà fondamentale l’intesa con Ciano e Novakovich?

“Quella è una delle mie caratteristiche, poi vedremo con l’allenatore cosa sarà opportuno fare durante la partita. Sto cercando di capire bene come si muovono i miei compagni, da Ciano a Novakovich ma anche a Zampano sulla fascia. Quindi mettere tutti insieme quei meccanismi che possono tornare utili durante la gara”.

C’è un giocatore al quale si ispira?

“Non uno in particolare ma ho sempre ammirato fin da piccolo Kakà e poi ho avuto la fortuna di allenarmi e fare qualche ritiro con Insigne, capire la sua posizione che lui è in grado di occupare in maniera incredibile. Ho cercato di imparare qualcosina anche allenandomi con lui”.

Come sei stato accolto nel Frosinone, come ti stai integrando e come ti stai trovando?

“Benissimo, ho trovato grande affetto. Che speriamo di ritrovare anche allo stadio. Mi sono trovato bene, Frosinone è un posto tranquillo. Speriamo di iniziare col piede giusto da venerdi (esordio con il Parma in casa, ndr) e vedremo cosa potrà venire di bello fuori nella stagione che sta per aprirsi”.

Ufficio Stampa

Frosinone Calcio

Articoli Recenti