UNDER 15, PALERMO – FROSINONE

CAMPIONATO UNDER 15 SERIE A e B – 17° giornata

“Pietro Pisani” Palermo – Domenica 5 febbraio 2017

PALERMO – FROSINONE  2 – 4

PALERMO:  Ruggiero,  Di Dio  (48° Gueli),  Schiavo  (43° Busalacchi),  Bisconti,  Naka,  Piscopo,  Mustacciolo, Biondo  (36° Lipari),  Buttigè,  Piazza  (43° Giglio),  Da Graca. A disposizione:  Gagliardotto,  Bardonaro, Seidita,  Sinatra,  Mazzola.  All. Sig. Tumminia.

FROSINONE:  Renzi,  Perlingeri,  Nigro,  Apredda,  De Bernardis,  Mattei,  Coccia  (45° Vitale),  Selvini, Cifarelli  (66° Ricci),  Luciani  (56° Di Bono),  Vergaro  (53° Simone). A disposizione:  Liberatori,  Bianchi, Rimedio.  All. Sig. Carinci.

ARBITRO:  Sig. Hawkson  (Palermo).

MARCATORI:  5° Vergaro  (F), 40° Cifarelli  (F), 46° Cifarelli  (F), 61° Bisconti  (P), 64° Buttigè  (P), 72° Selvini  (F).

 

PALERMO – Grande impresa compiuta dall’Under 15 del Frosinone in trasferta a Palermo, torna alla vittoria che mancava in campionato dallo scorso 20 novembre imponendosi 2 – 4 la squadra di mister Carinci. Successo che vale il sorpasso ai danni dei rosanero ed il terzo posto in classifica in piena zona play off, importante perché ottenuto con merito mostrando carattere e qualità tecniche superiori all’avversario in condizioni non certo agevoli dato il lungo viaggio. Partono forte i gialloazzurri in vantaggio al 5°, punizione potente scagliata dai trenta metri da Cifarelli, 0 – 1 siglato da Vergaro lesto ad avventarsi sulla respinta del portiere Ruggiero. È un Frosinone pimpante, al 13° Apredda conquista un possesso sulla trequarti avanzando ai venti metri, incrociata la soluzione a rete esce di un metro circa alla destra di Ruggiero. La reazione dei siciliani arriva al 30°, fraseggio stretto e profondità sull’attaccante Da Graca presentatosi a tu per tu con il numero uno frusinate Renzi che ha la meglio. Ancora Frosinone invece in chiusura di frazione al 33°, duettano a metà campo Luciani e Coccia, quest’ultimo lancia verso la porta Vergaro che a volo supera Ruggiero ma spedisce a lato. Avanti nel punteggio di misura si torna negli spogliatoi. In avvio di ripresa l’allungo decisivo dei canarini, al 40° sale in cattedra Luciani autore di una funambolica ripartenza palla al piede in dribbling, trenta metri ad eludere l’intervento di tre giocatori palermitani per poi sfornare l’assist millimetrico che Cifarelli smarcato mette dentro, 0 – 2. Sembra calare il sipario sul match al 46°, cross da destra di Vergaro sul quale Ruggiero esce male, resta lì il pallone depositato nel sacco da Cifarelli in doppietta personale, 0 – 3. Cifarelli spreca anche l’opportunità del poker al 50° liberato a rete direttamente da un rinvio di Renzi, così il Palermo dimostra di valere la sua classifica andando vicino al gol prima di realizzarlo al 61°, sassata su palla inattiva di Bisconti sotto la traversa dai venticinque metri, 1 – 3. Si trema, sorprendentemente i padroni di casa trovano il 2 – 3 con il loro centravanti Buttigè al 64°, quindi al 68° Naka calcia pericolosamente dalla distanza per il pareggio, fuori. A portare in Ciociaria i tre punti ci pensa capitan Selvini nel recupero al 72°, l’assalto del Palermo scatena il contropiede coronato dal centrocampista, 2 – 4 finale. Salutare, liberatorio e determinante ai fini del prosieguo della stagione il bottino pieno, domenica prossima a Ferentino la Roma capolista affronterà un Frosinone in rinnovata fiducia.

CONDIVIDI

Articoli correlati