VITALUCCI MATCH-WINNER, IL FROSINONE ROMPE IL GHIACCIO: SALERNITANA KO (2-1)

 In Breaking News, Settore Giovanile

FROSINONE (4-2-3-1): Palmisani; Potenziani, Maestrelli, Bracaglia, Coccia; Santarpia, Bruno (37’ st Battisti); Maugeri, Vitalucci (45’ st Ortlandi), Di Palma  (15’ st Peres); Jirillo.

A disposizione: Vilardi, Nigro, Pacetti, Schiavella, Mattarelli, Piacentini.

Allenatore: Marsella.

SALERNITANA (4-2-3-1): Campisi, Guzzo (31’ st Bruschi), Gambardella, Russo, Di Micco, Gilberti, Arena (19’ st Perrone), Pezzo, Guida, Vignes (29’ st Dommarco), Iannone (19’ st Cannavale).

A disposizione: Ciabattini, De Iorio, Idioma, Piervenanzi,  Visconti, Capaccio, Palmiero, Panarese.

Allenatore: Rizzolo.

Arbitro: Sig. Dario Madonia di Palermo; assistenti sigg. Antonio Junior Palla di Catania e Santino Spina di Palermo.

Marcatori: 33’ pt Bruno (F), 35’ pt Iannone (S, rig), 27’ st Vitalucci (F).

Note: partita a porte chiuse; angoli: 2-1 per il Frosinone; ammoniti: ; recuperi: 3’ st

FERENTINO – Gioca, combatte, diverte. E adesso vince anche la prima di campionato, 2-1 nello scontro diretto con la Salernitana. E’ Vitalucci il match-winner, è l’italo-giapponese a regalare un raggio di sole nel sabato siberiano. E’ suo il gol del 2-1, una fuga per la vittoria e una zampata imparabile. Nel primo tempo botta e risposta tra il 33’ e 35’, vantaggio giallazzurro con Bruno e pari di rigore di Iannone.

ASSETTI A SPECCHIO – Il Frosinone ha una gara in meno, la Salernitana due. Al confronto arrivano appaiate in classifica all’ultimo posto con 3 punti. Il tecnico giallazzurro Marsella cambia il volto tattico della squadra e si presenta per la prima volta con un 4-2-3-1. Tra i pali Palmisani (il titolare Trovato è con la prima squadra), Potenziani e Coccia terzini, Bracaglia e Maestrelli centrali di difesa. Sale in mezzo al campo Santarpia che va ad agire in coppia con Bruno, quindi la batteria di trequartisti con Maugeri e Di Palma che incrociano lateralmente e Vitalucci centrale alle spalle dell’unica punta Jirillo. Out Morelli, Santi, De Blasio e Luiso jr oltre a Selvini. Rizzolo si presenta a specchio con il collega giallazzurro. Campisi tra i pali, Guzzo e Gambardella rispettivamente a destra e sinistra, Di Micco e Gilberti al centro. I mediani sono Russo e Vignes, alle spalle dell’unica punta Guida agiscono, da destra sinistra, Arena, Pezzo e Iannone.

FROSINONE INTRAPRENDENTE MA POCO PRECISO – La prima azione nella metà campo avversaria è della squadra granata, colpo di testa di Guida che raccoglie un calcio di punizione, pallone alto. Azione manovrata dei giallazzurri 1’ dopo, va al tiro Santarpia sul tocco centrale di Vitalucci, pallone alto sulla traversa. Match subito vivace. E’ il Frosinone che prende il pallino del gioco, buona l’intensità, fluida la manovra, tanto agonismo e attenzione. La Salernitana si riaffaccia nella metà campo del Frosinone al 9’ con Arena che va conquistare una punizione da posizione un po’ defilata sulla destra del fronte offensivo. Si incarica del tiro Vignes, pallone altissimo. Frosinone pericoloso all’11’: punizione di Vitalucci da destra, Maestrelli controlla e in giravolta cerca il primo palo, chiude bene Gambardella in angolo. I ragazzi di Marsella cercano di stanare la doppia linea della Salernitana, palla-dietro-palla-avanti-palla-corta ma i granata nella fase di non possesso sono molto coperti sotto la linea del pallone. Al 15’ ottimo il movimento di Iannone per l’inserimento di Gambardella, bravo Potenziani a deviare in angolo ed evitare che una sfera pericolosa atterrasse davanti a Palmisani. Tanta vivacità ma portieri inoperosi. Occasionissima per il Frosinone al 22’: pallone telecomandato di Bruno, sale male Di Micco, Jirillo sul primo rimbalzo spara in porta, sfera che si alza di un niente sulla traversa. Ottimi i due gesti tecnici dei giallazzurri: il lancio di 50 metri del centrocampista e la gran botta dell’attaccante che avrebbe meritato maggior fortuna.

DUE INGENUITA’, BOTTA E RISPOSTA – Ancora Frosinone al 25’, è Bruno che stavolta si fa trovare sulla destra del fronte d’attacco, tiro-cross, Campisi è superato ma la palla termina fuori di poco. Frosinone in 10 al 25’, Coccia rimane fuori per una botta alla caviglia che richiede la cure dei sanitari. E il solito Jirillo si muove bene nella profondità ma il tiro non è proprio da ricordare. L’attaccante alla mezz’ora crede troppo nelle proprie capacità balistiche, vede Campisi fuori dai pali e prova il tiro da metà campo ma ne esce fuori un passaggio per il portiere granata. Sul ribaltamento di fronte doppia fiammata ospite con l’eclettico Iannone ma è attentissima la difesa giallazzurra, poi ci prova Pezzo con Palmisani che blocca in presa. La presenza giallazzurra nella metà campo granata si concretizza al 33’: lancio maligno ma anche millimetrico di Coccia da sinistra, Bruno bravo ad aggirare la difesa, a crederci e soprattutto ad andare di testa sullo spiovente con Campisi bloccato sulla lines di porta che si impapera e accompagna il pallone in rete. Nemmeno 1’, Maestrelli non tiene Iannone, gli tocca il piede destro: è rigore, che lo stesso Iannone realizza spiazzando Palmisani. Tutto da rifare. Buona trama della squadra di Marsella al 42’, Jirillo per Vitalucci ma Campisi in uscita sventa il pericolo. Ci crede nel finale di tempo il Frosinone ma la frazione si chiude sul parziale di 1-1.

VITALUCCI, CHE GOL! – Pericolo per il Frosinone al 1’, sbaglia Maugeri in uscita e Guida spara fuori. Bravo Vitalucci al 2’, poi è Di Palma che va a prendersi una punizione vicino la bandierina ma i lunghi della difesa granata svettano e ripuliscono l’area. I canarini tengono bloccati nella loro metà campo la Salernitana. Azione stile rugby dei ragazzi di Marsella, la retroguardia ospite si stringe a riccio e tiene l’onda d’urto anche se ai padroni di casa manca quel quidi di fisicità offensiva che in certe partite fa sempre la differenza. Tra l’8’ e il 9’ il Frosinone crea due percoli, prima Jirillo con aggancia un pallone d’oro e poi la staffilata di Maestrelli termine fuori. In mezzo c’’è anche una  bordata di Santarpia destinata a creare problemi a Campisi ma Russo fa muro ai 20 metri. Nel Frosinone dentro Peres per Di Palma al 15’. Buono l’impatto del neo entrato, i giallazzurri spingono sempre ma peccano nell’ultimo passaggio e nel movimento in area dell’attaccante. Al 18’ sale sulla scena Santarpia nel Frosinone ma pecca di presunzione e la Salernitana respira. Al 19’ doppia sostituzione per la Salernitana, con Cannavale che rileva Iannone e Perrone per Arena. Trama tutta di prima del Frosinone, Vitalucci per Peres che dal limite svirgola il pallone al 25’. Un minuto dopo è Campisi che dice no a Vitalucci con una grande deviazione alla propria destra ma 30” break giallazzurro a metà campo, Vitalucci taglia in due la difesa, controlla e tira di destro, pallone nell’angolo basso opposto e Frosinone di nuovo avanti (2-1). Vantaggio meritato per i ragazzi di Marsella dopo una pressione pressoché costante in questa ripresa.

ASSALTO SENZA FRUTTI, IL FROSINONE TIENE – Le mosse di mister Rizzolo sono Dommarco per Vignes al 29’, quindi Bruschi per Guzzo al 31’. Adesso la partita è ancora più intensa, si gioca sotto una pioggia costante. Come è costante la pressione di Vitalucci nel cuore della difesa ospite che non può mai perdere d’occhio l’attaccante italo-nipponico. Uno svarione di Campisi sta per spianare la strada del 3-1 di Vitalucci ma la difesa granata salva. Dentro Battisti per l’ottimo Bruno nel Frosinone al 37’. Giallazzurri telecomandati dalla panchina, mister Marsella e il vice Crecco dettano ogni minimo movimento. E Bracaglia a 3’ dal 90’ con grande furbizia va a conquistare una punizione sulla volata di Bruschi. Salernitana con la forza della disperazione, Frosinone con gli artigli su ogni pallone. Al 90’ Orlandi per Vitalucci, sono 3’ di recupero. L’ultima chance è per la Salernitana, punizione magnanima ai 40 metri ma la partita è finita. Per il Frosinone una vittoria di cuore ma anche di grande attenzione e qualità.

Giovanni Lanzi

Articoli Recenti