LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER GROSSO POST COMO-FROSINONE

 In Breaking News, Prima squadra

FROSINONE – Post gara con la conferenza stampa di mister Grosso. Il tecnico raccoglie i complimenti ma è abile a toccare le giuste corde per tenere tutti in tensione in vista anche dell’impegno ravvicinato di lunedi sera contro il Brescia.

Quanto è importante, risultato a parte chiaramente, il fatto che in questa squadra possono andare tutti a segno e da tre partite Ravaglia e imbattuto?

“C’eravamo detto che sarebbe servita una grande partita, perché questo avversario nelle prime due giornate era andato fuori a giocare altrettante grande gare ottenendo 2 pareggi e la settimana scorsa, in casa, non ha meritato di perdere. Sul fatto di averli costretti a non giocare bene c’è grande marito da parte nostra”

La squadra cresce ed oggi ha meritato ampiamente la vittoria. Un punto di forza i giocatori intercambiabili. A proposito come è nata la scorsa stagione l’idea vincente di trasformare Tribuzzi esterno d’attacco?

“Penso che Tribuzzi possa fare bene diversi ruoli, è un ragazzo che può migliorare ancora tantissimo. Ha una bella falcata e una discreta tecnica, per me hai dei margini di miglioramento incredibili. Ora sta crescendo, sono contento della sua prestazione di oggi come quella di tutti gli altri”

Il Frosinone sta mostrando una condizione atletica superiore alle avversarie incontrate. Merito di una preparazione mirata ad essere brillanti fin da subito, oppure dipende più una questione tattica, ovvero di come lei e i suoi ragazzi riuscite a leggere le gare?

“Stiamo bene a livello generale. Nella gara col Perugia quando abbiamo un po’ tentennato in avvio, sembra che dai di meno ed invece questa è una squadra molto generosa che quando va in campo dà tutto. E’ uno dei nostri obiettivi. Oggi siamo stati bravi a partire bene, a fare una grande pressione nel primo tempo ed a portare a casa una vittoria meritatissima”.

Altra vittoria pesante e significativa. Quanto dirà delle vostre ambizioni il prossimo match col Brescia?

“Siamo all’inizio della stagione. E’ bello mettere dentro punti perché te li ritrovi. Noi siamo in tanti nuovi, abbiamo intrapreso una strada nuova, sapendo che ci saranno tante curve e salite però con questa voglia, con questo entusiasmo e determinazione sicuramente stiamo portando in dote risultati importanti e saremo in grado di affrontare momenti complicati che in un campionato così difficile arriveranno”.

A margine di una grande prestazione vorremmo sottolineare l’ennesima prova di Gatti. perfetto anche oggi. È la sorpresa più bella di questo avvio?

“E’ un ragazzo forte, un giocatore importante per noi ed ha uno spirito bellissimo. E’ questa la caratteristica più bella che in questo momento è in grado di mettere in campo e che dobbiamo mantenere perché su queste caratteristiche poi si appoggiano le altre qualità che lui ha certamente”.

Era la partita che aveva preparato in settimana? Se le dico che è stato un Frosinone cinico e concreto è d’accordo?

“Cinico, insomma. Abbiamo avuto tantissime opportunità per fare il terzo gol sia nel primo che nel secondo tempo. Abbiamo sbloccato il risultato nella fase iniziale e subito raddoppiato, poi ci sono state per noi tantissime occasioni, anche in quelle nelle quali non siamo riusciti a calciare. E in questo aspetto dobbiamo essere bravi perché non sempre magari si è in grado di creare così tante occasioni e in quelle circostanze bisogna concretizzare le poche che arrivano”.

Terza gara senza subire gol ma oggi Ravaglia ha mostrato difficoltà nelle uscite. C’è possibilità di vedere De Lucia nelle prossime gare o le gerarchie restano ben definite?

“Federico nelle partite scorse, quando abbiamo iniziato con un po’ di timore, ci ha tenuto in gara. In questa partita dopo 5’ ha fatto una grande parata, poi ha fatto un paio di errori ma quello che io dico sempre ai ragazzi è che mi interessa quello che succede dopo l’errore. E dopo l’errore lui è andato fuori area a colpire di testa, con troppo coraggio e personalità. E’ un ragazzo giovane con un grandissimo potenziale e come tutti gli altri sarà utilissimo alla causa”.

Sei gol con 6 marcatori diversi è sintomo che il Frosinone quest’anno ha veramente tante soluzioni offensive. È proprio il gruppo uno dei segreti di questo Frosinone?

“Penso che alla base dei percorsi di un certo tipo senza la squadra e l’unità di intenti si vada poco lontano. Noi stiamo cercando di costruirci tutto questo, di gettare le basi. Abbiamo tantissimi ragazzi nuovi e bravi e tanti margini per diventare ancora più squadra di come siamo. Queste sono le fondamenta che servono per dimostrare come siamo”.

La mossa vincente è stata quella di aggredire gli avversari che pure in casa dovevano loro cercare a tutti i costi la vittoria?

“Mi è piaciuto l’approccio che abbiamo impresso alla gara. Quando non lo abbiamo messo, è coinciso col momento in cui c’è stata un po’ di sofferenza. Dobbiamo credere in quello che si fa, bisogna avere coraggio. Poi se l’avversario durante la gara dimostra di essere più bravo devi saperti difendere più basso. Però quando si può mi piace che si metta ritmo e intensità”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio

Articoli Recenti