CONFERENZA STAMPA DI MISTER GROSSO POSTO FROSINONE-TERNANA

 In Breaking News, Prima squadra

FROSINONE – La seconda conferenza stampa di mister Grosso mostra un tecnico molto sereno e ben conscio del cammino di avvicinamento alla stagione ufficiale (prima) e poi alla lunga navigazione. Quindi non è una sconfitta (quella con la Viterbese a Fiuggi o una vittoria come quella con la Ternana a fargli modificare toni e giudizi.

Mister Grosso, a questo punto della preparazione è stata rispettata la tabella di marcia che avevate preparato?

“Noi abbiamo stilato solo una tabella di lavoro per poi giocare queste amichevoli secondo un livello crescente di difficoltà relativa agli avversari. Abbiamo lavorato tanto in questi giorni di ritiro, sono contento ma sappiamo di dover crescere tantissimo e cercheremo di farlo giorno dopo giorno”.

La condizione naturalmente non è ancora al top ma oggi si trattava comunque di un test probante. Soddisfatto della prestazione della squadra?

“Nella scorsa gara avevamo fatto più cose negative che positive, in questa siamo stati ad invertire ed a fare più cose positivi. Comunque ci sono ampi margini di miglioramento, lo sappiamo. Queste partite non debbono servire a farci condizionare dal risultato finale bensì a diventare squadra. Non dobbiamo mai dimenticare che parteciperemo ad un campionato difficilissimo nel quale tutte le partite saranno ostacoli alti per noi. Ma questo non ci deve intimorire, dobbiamo avere il coraggio di superarli gara dopo gara cercando di diventare più forti di come siamo ad inizio stagione”.

Con D’Elia in uscita si aspetta l’arrivo di un terzino oppure con Zampano, Klitten e Brighenti si ritiene coperto in quel ruolo?

“Il Direttore Angelozzi lo sa, parliamo sempre. Ci sarà da fare qualcosa però non vogliamo avere fretta. La Società sa dove deve intervenire ma non dobbiamo pensare a questo, perché sennò non faremo mai dei passi in avanti se dopo ogni partita pensiamo a chi deve arrivare. Chi c’è deve cercare di fare il massimo, poi se qualcuno motivato verrà per darci una mano noi saremo contenti”.

Rispetto alla gara con la Viterbese la squadra ha mostrato segnali di crescita sia in termini di condizione che di gioco. Su quali aspetti pensa che si debba ancora migliorare?

“Su tutti, siamo ancora gli inizi. Siamo una squadra nuova. E siamo una Società seria e forte che non è andata più nella direzione di cercare il valore del giocatore ma nella direzione di costruirselo e per costruirsi le cose c’è bisogno di tempo, di fatica, anche di sbagliare. E noi dobbiamo essere preparati a tutto questo. Sarà un’annata difficile ma c’è un gruppo motivato ed ambizioso, sono convinto che riusciremo a superare bene la stagione”.

Articoli Recenti