PRIMAVERA TIM CUP, HELLAS VERONA – FROSINONE 3-1

 In News

Marcatori: 41′ Luciani (F), 52′ Brandi (HV), 64′ rig. Lucas Felippe (HV), 82′ Yeboah (HV)

Hellas Verona: Aznar (44′ Ciezkowski), Gresele, Udogie (88′ Corradini), Dal Cortivo, Lucas Felippe, Calabrese, Bertini (76′ Turra), Brandi, Sane, Jocic (76′ Pierobon), Yeboah. A disposizione: Bernardinello, Esajas, Bracelli, Squarzoni, Zingertas, Amayah, Fontana. Allenatore: Corrent.

Frosinone: Trovato, Nigro (76′ Merola), Tonetto, Vecchi, Verde, Giordani, Venturini (84′ Coccia), Santi, Luciani, Obleac (84′ Orlandi), Vitalucci. A disposizione: Salvati, Esposito, Di Razza, De Florio, Selvini, Altobello. Allenatore: Marsella.

Ammoniti: Brandi (HV), Aznar (HV), Sane (HV)

Arbitro: Luca Angelucci della sezione di Foligno.

VERONA – Si ferma ai Quarti di Finale la straordinaria corsa della Primavera giallazzurra, che in questi mesi si è resa protagonista di un percorso storico in Coppa. A vincere è il Verona 3-1, che all’Antistatico ‘Tavellin’ parte subito forte e al 3′ colpisce il palo con un preciso calcio di punizione di Lucas Felippe. I ragazzi di Corrent ci riprovano al 10′ con Sane, che lanciato in profondità si vede dire no da un super Trovato. Alla mezz’ora il Frosinone prova ad imporre il proprio ritmo con una conclusione di Nigro che termina però alta. Al 35′ Ancora Frosinone in avanti, stavolta con Luciani, ma anche in questo caso la palla è facile preda di Aznar. I giallazzurri sono in un buon momento e sfiorano la via della rete con la traversa colpita da Obleac a portiere battuto. Appuntamento con il gol solo rimandato, perché un minuto più tardi al 41′ è Luciani a portare avanti la squadra di Marsella, sfruttando un pallone lungo e superando Aznar. L’estremo difensore del Verona, sarà poi costretto ad uscire a seguito di un infortunio. Ad inizio ripresa meglio il Verona, che al 52′ trova il punto del pareggio con Nunzio Brandi che di piatto insacca l’ottimo traversone di Udogie. Il Frosinone non si perde d’animo, ma Santi da due passi non trova il tap-in vincente. Al 59′ è il turno di Luciani, il suo tiro termina a lato. Al 63′ Bertini è steso in area e calcio di rigore che Lucas Felippe non sbaglia. Da qui in poi l’Hellas prende coraggio e chiude i conti all’82’ con Yeboah, che tutto solo davanti a Trovato insacca. Applausi, tanti applausi per Mister Marsella e i suoi ragazzi, capaci di entrare nella storia del club giallazzurro a seguito di uno straordinario percorso in Primavera Tim Cup. Ora testa al campionato e al prossimo impegno, sabato in casa del Livorno.

 

Foto: Martina Cutrone

Articoli Recenti